Loris, il nonno accusa Veronica: "Ecco cosa faceva al bambino"

Veronica Panarello è in grado di intendere e di volere. Sarebbero questi i risultati della perizia psichiatrica sulla mamma di Loris. Va detto che la perizia non è stata ancora depositata, ma di fatto quella eseguita dagli esperti del tribunale potrebbe condurre la donna a rinunciare all'infermità mentale

Veronica Panarello è in grado di intendere e di volere. Sarebbero questi i risultati della perizia psichiatrica sulla mamma di Loris. Va detto che la perizia non è stata ancora depositata, ma di fatto quella eseguita dagli esperti del tribunale potrebbe condurre la donna a rinunciare all'infermità mentale.

Ma ad animare la vicenda è il contrattacco del suocero di Veronica Panarello, Andrea Stival. L'uomo da parte sua nega ogni tipo di relazione sessuale con la nuora, descritta invece come un "ragazza particolarmente invidiosa", "pettegola e litigiosa" e una "mamma violenta": "A volte sgridava Lorys... - ha riferito agli inquirenti - in un'occasione mi pare che lo picchiò, in un'altra Lorys arrivò con un occhio nero e Veronica mi disse che i bambini si erano colpiti a vicenda". Stival ha definito invece "stupendo" il rapporto con il bimbo. Insomma il nonno di fatto dipinge la nuora come una madre "difficile" e con rapporto "complicato" col piccolo Loris.