Loris, la testimone: "Veronica aveva un presentimento sulla scomparsa del bimbo"

La mamma di un compagno di Loris: "Mi disse che era preoccupata per il bimbo e che lo avrebbe cercato"

Un altro retroscena sulla morte del piccolo Loris. Dopo la scomparsa del bambino la madre, Veronica Panarello, attualmente in carcere con l'accusa di omicidio, si sarebbe recata a scuola in cerca di suo figlio. La donna avrebbe sempre raccontato di aver portato il figlio a scuola la mattina del 29 novembre 2014 per poi non trovarlo. Secondo quanto racconta una testimone, una mamma di un compagno di scuola di Loris, lVeronica la mattina della scomparsa del bambino avrebbe avuto un sinistro presentimento e avrebbe chiesto: "Dov’è Loris? C’era oggi a scuola?". E ancora: "Ho come un presentimento, mi sento che Loris a scuola non c’è”, avrebbe detto la Panarello. Non ricevendo alcuna risposta dalla testimone, la Panarello si è rivolta al vigile urbano e ha lanciato l’allarme senza però nemmeno consultare le maestre di Loris.

La testimonianza, secondo gli inquirenti, rafforzerebbe l'impianto accusatorio dei pm. Inoltre nelle ultime ore è emerso un altro particolare sulla vicenda e riguarda il profilo facebook di Veronica. La donna lo aveva chiuso proprio il giorno prima dell'omicidio di Loris. Poi la pagina è stata riattivata circa due giorni dopo la scomparsa del bimbo. Una strana coincidenza che ha incuriosito gli investigatori. Perché Veronica ha "silenziato" la sua vita social proprio il giorno prima dell'omicidio?