Luigi Preiti: "Volevo sparare a Berlusconi, Bersani e Monti"

Sparò davanti a Palazzo Chigi. Ora dal carcere spiega: "Ero disperato, ero un uomo distrutto dalla crisi". La figlia di Giangrande: "Mai considerato il perdono"

"Ero depresso e disperato. Un uomo senza lavoro perde la dignità. Certi stati d’animo alla lunga ti portano a gesti estremi. Avevo tirato cocaina due giorni prima di partire per Roma". Si racconta dal carcere di Rebibbia Luigi Preiti, l’uomo che il 28 aprile 2013 sparò a due carabinieri davanti a Palazzo Chigi durante l’insediamento del governo Letta.

"Ero un'altra vittima della crisi", spiega a Repubblica, "La mia vita era un disastro: senza lavoro, senza soldi, non potevo vedere mio figlio. Quello che ho fatto è assurdo, la disperazione ti porta a fare cose pazzesche. Ho agito da solo, senza indicazioni di nessuno. Sono pentito". Al giornalista che gli chiede quali erano le sue intenzioni risponde: "Li volevo colpire anche se non sapevo bene in che modo. Non avevo un piano. I nomi? Berlusconi, Bersani e Monti. Ognuno aveva delle colpe. La destra poteva cambiare le
cose e non l’ha fatto. La sinistra non faceva altro che litigare". In carcere Preiti ha ricevuto diverse lettere di solidarietà "da ogni parte d’Italia: anche da liberi professionisti, medici, avvocati, imprenditori strozzati dalla crisi
", dice, chiedendo perdono.

Perdono che "non è mai stato preso in considerazione" da Martina Giangrande, figlia del brigadiere Giuseppe ferito durante la sparatoria e reso invalido a vita. "Una persona si può dare tutte le giustificazioni che vuole, ma poi rimane l’atto che uno ha fatto", dice oggi la ragazza, "Per colpa di Preiti, io da 16 mesi vivo in ospedale con mio padre, a lottare assieme per una vita quanto meno dignitosa".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 15/07/2014 - 13:35

se l'intervista è stata fatta dal giornale "la repubblica", possiamo tranquillamente pensare che è stata manipolata e travisata. più o meno come è accaduto con l'intervista al Papa.... :-)

gigggi

Mar, 15/07/2014 - 14:00

Mortimer..si confidi..confessi...io non appartengo alla cacca di sinistra e neanche alla cacca berlusco nana...via ..racconti cosa la tormenta...rimarra' fra noi!!!!!!!!!!!

Ritratto di Ignorante67

Ignorante67

Mar, 15/07/2014 - 14:04

AAAAAHHHHHH beccato il grillino fascistoconunistoide esaltato guerrafondaio nullafacente aaahhhhh....

KARLO-VE

Mar, 15/07/2014 - 14:12

Per fortuna che il tipo non ha detto che vota per Grillo, altrimenti chi vi sentiva piu'?

Alessio2012

Mar, 15/07/2014 - 14:45

Visto che voleva sparare a Berlusconi, ora è possibile che gli daranno la grazia.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 15/07/2014 - 14:50

GIGGGI lei invece ha un problema psicologico, oltre che di intelligenza, visto che insulta e chiede a noi "bananas" di rispettarvi... :-) ma come può dire un sacco di paradossi e credere di essere nel giusto? :-)

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 15/07/2014 - 14:51

SOLO MENZOGNE,INFAME! VOLEVA COLPIRE CHI HA COLPITO.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Mar, 15/07/2014 - 15:15

ma quale perdono? perdono per tutto quello che stanno passando quei poveretti, padre e figlia per colpa di un deficiente drogato. a calci in culo cento volte al giorno bisogna prenderlo, lui e tutti quelli che rompono le balle alle vittime chiedendo di perdonare.

Amon

Mar, 15/07/2014 - 15:30

mortimermouse lei insulta ad ogni post, raccolga cio' che semina visto che la sua sola presenza e' un insulto all'intelligenza umana, lei come tutti i bananas anche fedeli all 'incocludente di arcore . dai su son passati 20 anni e non ha combinato nulla solo un pazzoide come lei puoi osannare uno che ha combinato solo disastri e sciorinato valanghe di bugie.

pittariso

Mar, 15/07/2014 - 15:31

Se é vero che voleva colpire un politico come non capirlo?

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mar, 15/07/2014 - 15:31

mbeh ne voleva eliminare due e poi manco uno, ma vá amori a pedate!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 15/07/2014 - 15:53

AMON lei è in errore :-) io non sto insultando, sto semplicemente applicando i metodi della sinistra, cioè: criticare, insultare, negare, truffare, ingannare, ecc.... se non vi sta bene cominci prima a rispettarci, poi si vedrà :-)

max.cerri.79

Mar, 15/07/2014 - 16:58

Vorrei sparare pure io a quella gentaglia, dovrebbe essere visto come un eroe nazionale, mi spiace per chi ci è andato di mezzo

Ritratto di Loredana.S

Loredana.S

Mar, 15/07/2014 - 18:38

Ci mancava... Adesso è lui la vittima!! La crisi la subiamo in tanti, ma a nessuno viene in mente di sparare.. Con la droga invece..! Brutto stronzo ! Troppo comodo chiedere il perdono adesso.. ma le vere vittime? La mia solidarietà al Brigadiere Giangrande e alla figlia Martina!

Ritratto di daybreak

daybreak

Mer, 16/07/2014 - 08:30

Mi dispiace molto per il poliziotto che ora ne paga le conseguenze detto cio' il Preiti dovrebbe chiedere perdono agli Italiani per aver sbagliato mira.

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Mer, 16/07/2014 - 13:32

Un'altra testa di cazzo che chiede perdono, come le altre icone d'antan del grillismo, Tartaglia, quello della statuetta in faccia a Berlusconi, o Del Bosco, quello del treppiede tirato sempre a Berlusconi in Piazza Navona. Conseguenze dei fatti concorrenti della predicazione antiberlusconiana degli ultimi 20 anni e dell'assenza nella storia italiana di un 11 settembre "buono", come lo fu quello del 1973, data del push di Pinochet in Cile. Avessimo avuto la fortuna di avere anche noi una storia come quella, dei cadaveri di tutti questi ratti delle chiaviche, e di tutti quelli che hanno impestato l'Italia negli ultimi cinquant'anni, sarebbero stati pieni i sotterranei degli stadi, come lo furono all'epoca i sotterranei dello stadio di Santiago del Cile.