L'uso della nave madre da parte degli scafisti non è affatto una novità

Venerdì la procura di Agrigento blocca nove scafisti e viene sequestrato un peschereccio definito come "nave madre" per piccoli barchini, che poi toccano terra lungo le coste italiane. Una tecnica non affatto nuova e già in passato nel mirino degli inquirenti

Una foto dell'operazione del novembre 2018

Desta non poco clamore l’operazione resa nota dalla procura di Agrigento nella giornata di venerdì, nella quale oltre a procedere con l’arresto di sette scafisti (che si vanno ad aggiungere ad altri due fermati in un’altra operazione ravvicinata) si pone sotto sequestro una cosiddetta “nave madre”.

Un peschereccio che traina un barchino il quale, non molto lontano dalla costa (ma nemmeno tanto vicino) viene sganciato per farlo arrivare autonomamente a Lampedusa. Il video registrato da un drone dell’operazione Frontex, immortala questa situazione: si nota, in particolare, il peschereccio più grande con a bordo gli scafisti, alcuni egiziani ed altri libici, il quale traina il barchino di legno con almeno 81 migranti stipati al suo interno.

Un video che desta ovviamente scalpore, ma che sembra anche arrecare con sé nell’opinione pubblica un certo “effetto sorpresa”. Eppure non è la prima volta che questo accade e viene notato dalla stessa procura di Agrigento.

Lo scorso 26 novembre ad esempio, al quinto piano del palazzo che ospita gli uffici della procura della città dei templi si tiene un’importante conferenza stampa. Sul tavolo dinnanzi il procuratore Luigi Patronaggio, sono posizionate alcune foto che ritraggono la stessa scena visionata nelle immagini diffuse nelle scorse ore: in particolare, si nota un peschereccio che traina una piccola imbarcazione.

In quel caso quest’ultimo natante sembra vuoto: i migranti a bordo infatti, vengono stipati all’interno della stiva, per evitare che proprio i mezzi aerei della Frontex possano notare la loro presenza.

L’operazione dello scorso novembre, coordinata dalla procura agrigentina e svolta dalla Marina Militare a dalla Finanza, è la prima del genere ed è una delle più importanti nella storia del contrasto all’immigrazione clandestina. Infatti è la prima prova tangibile che, dietro il fenomeno degli sbarchi fantasma e degli approdi lungo le spiagge di Lampedusa e della Sicilia meridionale, vi sia la presenza di una “nave madre”.

Contrariamente a quanto detto a più riprese nelle scorse ore, la tecnica di un peschereccio che poi molla il barcone a poche miglia dalla costa non è affatto nuova. A novembre il procuratore Patronaggio, in un’intervista proprio a margine di quella conferenza stampa, parla dell’importanza di quell’intervento investigativo peraltro molto rischioso: la nave madre in quel caso viene bloccata a poche miglia dalle acque territoriali tunisine al culmine di un lungo inseguimento in mare.

“Questa procura – rivendica Patronaggio durante l’incontro con i giornalisti di novembre – Ha sempre avuto grande attenzione verso il contrasto dell’immigrazione. Voglio ricordare che proprio da qui lo scorso anno è partito l’allarme sul rischio terrorismo derivante dagli approdi lungo le coste agrigentine. Gli sbarchi fantasma non ce li siamo inventati noi”.

Il vantaggio per le organizzazioni criminali di questo tipo di sbarchi, è multiplo: in primis, i veri scafisti hanno la possibilità di scappare trovando una via di fuga nelle acque internazionali, in questa maniera arrivano più facilmente nel porto di partenza lungo le coste libiche. In secondo luogo, è possibile utilizzare lo stesso mezzo per più traversate, “sacrificando” soltanto piccole imbarcazioni di legno. Infine, gli scafisti evitano di scendere assieme ai migranti con il forte rischio di essere poi identificati ed arrestati.

Già da anni vige forte il sospetto delle azioni di navi madri nel Mediterraneo. Semplicemente venerdì si ha un’ulteriore conferma di questa modalità. Il clamore mediatico è forse più dettato dall’attuale braccio di ferro politico tra la nave Sea Watch 3 ed il governo italiano, con la procura di Agrigento più volte accusata in questo contesto di avvantaggiare indirettamente l'organizzazione non governativa. L'operazione in sé però, non rappresenta alcuna vera novità.

Intanto, a proposito di sbarchi fantasma, il bel tempo oramai tipicamente estivo lungo le coste del Mediterraneo centrale pone molti timori soprattutto nella fascia costiera agrigentina. In particolare, vi è lo spauracchio dell’estate del 2017, quella caratterizzata da numerosi sbarchi fantasma che durante i mesi di quella stagione raggiungono ritmi anche di due o tre al giorno.

Sbarchi che, in più occasioni, destano l’attenzione degli investigatori delle procure siciliane e dell’anti terrorismo.

Commenti

Massimo Bernieri

Sab, 22/06/2019 - 14:35

Non c'è l'interesse politico:come sulla evasione fiscale.Mettono paura con controlli,sanzioni solo chi è conosciuto al fisco e presenta dichiarazione redditi.Se chi viene beccato evasore totale sconosciuto al fisco si becca 20 anni da fare tutti....ne varrà la pena rischiare?

ilgrecista

Sab, 22/06/2019 - 14:36

Tecnica per la restituzzione al porto di provenienza:con apparati satellitari ed altri sistemi di avvistamento si intercetta la nave madre con barchino. Si blocca e si chiama la guardia costiera libica ai quali gentilmente si consegna.

bernardo47

Sab, 22/06/2019 - 14:40

A parte la stretta su immigrazione sulla linea minniti, su tutto il resto,questo governo a partire da reddito di nullafacenza a sbafo che noi paghiamo e quota cento che tanti non vogliono perché penalizza i lavoratori pensionandi, questo governo dicevo, ha fatto solo immani disastri!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 22/06/2019 - 14:41

....Si è sempre saputo("guardia costiera"),che questi "barchini-barconi",non partivano e non arrivavano con mezzi propri,sino a Lampedusa,ma lo si è sempre tollerato,secondo il principio votato dalla stragrande maggioranza(non mi si venga a dire il contrario,visto che a Marzo 2018,Lega e FdI,gli UNICI partiti contro,hanno preso solo il 22%) degli "italiani" dell'"Invasione Accolta"!...."scafisti"...qualcuno ha un "elenco" i nomi e cognomi di tutti questi "soggetti che in una decina d'anni hanno "traghettato" centinaia di migliaia di "invasori-accolti"?...Che fine hanno fatto?....Anche loro "accolti" ed INGLOBATI nell'"accoglienza"?....La maggioranza di "italiani" continua a farsi del male!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 22/06/2019 - 14:47

@Massimo Bernieri 14:35...certo,manca la volontà politica!Del resto,Marzo 2018,Lega e FdI,gli unici partiti CONTRO,hanno preso solo il 22%!!!Poi metta tutto "l'ambaradam istituzionale" NON ATTUALIZZATO,la "più bella costituzione del mondo"(non attualizzata),il Vaticano,la stampa,la TV,la scuola,Marina,Esercito,sindacati,confindustria,..(ho dimenticato qualcuno?),....e l'interesse "politico" và a farsi benedire!

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 22/06/2019 - 15:01

ahhh bhè..se indaga la solita procura,gli scafisti liberi a breve e la "nave madre" dissequestrata entro una decina di giorni!!!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 22/06/2019 - 15:04

Se non ci fossero giudici proimmigrati non staremmo certo qui a parlarne...

moichiodi

Sab, 22/06/2019 - 15:16

Indellicato s'inventa le domande ....

Ritratto di karmine56

karmine56

Sab, 22/06/2019 - 15:17

bernardo47, meno male che c'era il pd a salvarci.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 22/06/2019 - 15:23

Ffino a quando c'era Minniti, i barconi ed i barchini glieli rendavamo agli scafisti, fate vobis...

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 22/06/2019 - 15:29

bernardo47:vieni a salvarci tu visto che questo governo ha fatto immani disastri(secondo te gli altri governi precedenti,DI CHIARO STAMPO PDIOTA NON NE HANNO COMBINATO DI DISASTRI?) Il dito anziché puntarlo a chi sta contrastando l'illegalità lo punti da un'altra parte....

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 22/06/2019 - 15:31

Questo metodo va stroncato. La feccia che sbarca dovrà essere rispedita a casaccia loro immediatamente.

CidCampeador

Sab, 22/06/2019 - 15:49

blocco navale subito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

ilgrecista

Sab, 22/06/2019 - 16:05

Ci vuole un accordo tra le due guardie costiere: consegna a quella libica e tutto e' finito

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Sab, 22/06/2019 - 16:13

I pescatori di Zarzis, foraggiati e ideologizzati dalle ONG di Soros, hanno fatto manifestazioni pro immigrazione!!!!!!!! Da sempre i pescatori, soprattutto nelle zone di confine, in tutto il Mondo, hanno praticato e praticano oggi più che mai il traffico di clandestini. D'altronde come dargli torto. Con un viaggetto, gli scafisti tunisini si comprano una casa in Tunisia! Tutti lo sanno. Tutti fanno finta di non vedere! E poi, suvvia, mai sentito parlare della Corsa? Dei Barbareschi? I secoli sono passati, ma nulla é cambiato. Oggi la pirateria si pratica attraverso il traffico di clandestini. All'epoca ci volle l'intervento di Napoleone e del Papa per fermare i pirati. Oggi non si può, ci sono i "diritti umani" (strumentalizzati)!!!

apostrofo

Sab, 22/06/2019 - 16:44

BLOCCO NAVALE o continueranno come prima, con vari stratagemmi.

Pigi

Sab, 22/06/2019 - 16:57

karmine56, giùalnord dovete capire chi si nasconde dietro bernardo47. Era un pensionato benestante, probabilmente un militare pensionato relativamente da giovane con una decina di migliaia di euro, o giù di lì, ed ha visto decurtare questo importo con il taglio alle pensioni d'oro. Da allora è in crisi e si sfoga contro Salvini e Di Maio, che hanno osato toccargli quello che riteneva acquisito per sempre. Sia di lezione a tutti, non esiste per nessuno, qualcosa di acquisito per sempre: va difeso rendendo il paese competitivo e chiedendo il giusto. In Grecia la pensione massima è di 2.300 euro....

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 22/06/2019 - 17:01

Carissimo bernardo 14e40. Mentre invece i governi che ci hanno riempito l'Italia di FINTIPROFUGHI adducendo la scusa, che tanto non restano in Italia e che ora Tedeschi,Svizzeri e Francesi ci stanno "restituendo" a migliaia al mese da MANTENERE, non hanno fatto disastri VEROOO!!! VA A CIAPA I RATT SE DIS A MILAN bernardo!!!!jajajajajaja.

gigetto50

Sab, 22/06/2019 - 17:19

...ora il vento sta cambiando….nelle magistrature...e quindi….tutti con gli occhi sbarrati e sguardo incredulo...

jaguar

Sab, 22/06/2019 - 17:36

bernardo47, cambia il disco, ormai abbiamo capito che rdc e quota 100 non ti vanno giù.

agosvac

Sab, 22/06/2019 - 18:37

Vorrei sapere quale sia la differenza tra quello che fanno questi e quello che fanno le ong??? Anche le ong non fanno altro che trasbordare i fasulli dai gommoni alle loro navi per cercare, disperatamente, sennò non sarebbero pagate, di farle sbarcare in Italia!!! Delinquenti sono i primi ancora più delinquenti sono i secondi: ambedue andrebbero inquisiti e messi in galera, se solo la magistratura italiana funzionasse. Cosa che purtroppo non succede!

routier

Sab, 22/06/2019 - 18:58

Con la moderna tecnologia (e segnatamente quella elettronica) si possono monitorare giorno e notte tutti i movimenti di qualsiasi imbarcazione che navighi nel Mediterraneo pertanto il problema "clandestini via mare" è solo una questione di volontà politica. Quando nel Governo non c'é unità di intenti e piena collaborazione con le strutture periferiche (Procure, Prefetti, Guardia di Finanza, Capitanerie di porto, Sindaci, Guardia Costiera, Controllo di vicinato, ecc, ecc) ed i galli del pollaio litigano fra di loro, le volpi faranno i loro comodi.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 22/06/2019 - 19:03

Blocco navale, blocco navale, blocco navale. Davanti a Zwara partono quasi tutti da li. Magari una visitina notturna delle nostre forze speciali a fare un po di repulisti di trafficanti.

Reip

Sab, 22/06/2019 - 19:11

“Perche solo ora i media si sorprendono?” ...Perche’ per anni ha governato il PD!!

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 22/06/2019 - 19:11

La tecnica è vecchia come il "cucco" e se nessuno è mai intervenuto ci saranno pure motivi e responsabilità, media compresi.

buonaparte

Sab, 22/06/2019 - 20:17

SONO D'ACCORDO CON AGOSVAC .

vinvince

Sab, 22/06/2019 - 20:19

Le navi non vanno soltanto sequestrate ma distrutte !!!

Godric_Gryffindor

Sab, 22/06/2019 - 20:43

"Un video che desta ovviamente scalpore, ma che sembra anche arrecare con sé nell’opinione pubblica un certo effetto sorpresa". Già perché nessuno ha mai documentato il trucchetto: non sarebbe funzionale alla narrativa delle ONG che salvano i "naufraghi". Naufraghi che poi, una volta a bordo si trasformano in "rifugiati" (che non si possono rimandare indietro) con la stessa velocità con cui Mystica si può trasformare in Magneto, o in qualunque personaggio vuole

carlottacharlie

Sab, 22/06/2019 - 23:23

Questo è il paese dove tutto si sa e dove nessuno mai ha voluto fermare il crimine e criminali. Non per niente siamo un paese di farabutti.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 23/06/2019 - 08:09

A me viene un dubbio che in anni addietro molti tunisini, marocchini con pelle chiara abbiano fatto ugualmente. La Sicilia non mi pare che siano tutti normanni. C'è una promisquità impressionante. Che li fossero andati a prendere con i pescherecci italiani, visto che tanti li beccavano vicino alla Libia?

Mamie

Dom, 23/06/2019 - 09:31

Mi sembra che le barche Sebastian K e Matteo S sono entrate in acque italiane facendo la spola tra la sea Watch e Licata in Sicilia forse con clandestini. Forse si forse no. Qualcuno controlla? .visto la stessa bandiera e i movimenti continui tra le tre barche.?