Un macedone scomparso da Gorizia tra i combattenti "italiani" in Siria

Era entrato in contatto con l'imam radicale Bilal Bosnic. È tra i cinquanta partiti per combattere

Sono una cinquantina, secondo le stime del ministero dell'Interno, gli "italiani" partiti per la Siria, per combattere nel conflitto che va avanti da quattro anni. Tra di loro, i dettagli li ha descritti oggi il Tgr Rai del Friuli Venezia Giulia, c'è anche un cittadino macedone, Elmir Amvedoski.

Trentuno anni, da undici mesi manca da Gorizia e a dicembre la questura gli ha revocato il permesso di soggiorno. A gennaio un provvedimento di espulsione dall'area Schengen. Padre di tre figli, dal 2009 Amvedoski ha fatto avanti e indietro dalla Macedonia, dopo essere stato allontanato dal centro islamico goriziano, segnalato per posizioni sempre più estremiste.

Nel suo percorso di radicalizzazione, Amvedoski sarebbe entrato in contatto anche con Bilal Bosnic, un imam di idee estremiste che è nel mirino di molte procure italiane e in questo momento è in prigione a Sarajevo.

Commenti
Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mar, 10/03/2015 - 16:54

Che notizia! Stanotte non ci dormo... Il mio vicino di casa, malato di Alzheimer, è scomparso un mese fa. Interessa a qualcuno?