Macerata, Paolo Diop aggredito con la fidanzata: botte e piede rotto

Violenta aggressione contro il militante di destra di origini senegalesi, picchiato insieme alla fidanzata nella notte fra sabato e domenica

Paolo Diop, il militante di origini senegalesi del Movimento Nazionale di Sovranità, è stato aggredito con la fidanzata nella notte fra sabato e domenica.

Il pestaggio è andato in scena a Civitanova Marche, non lontano dalla città di Macerata dove Diop è residente. E' stato lo stesso Diop a darne notizia, con un post pubblicato sul proprio profilo Facebook nella mattinata di domenica. I due erano appena usciti da un locale sulla costa e si stavano incamminando a piedi sul lungo mare nord, racconta il responsabile nazionale per l'immigrazione del Movimento per la Sovranità: "Si è trattato di un attacco nei miei confronti, un agguato".

Nelle ore successive il ventinovenne originario del Senegal ha fornito ulteriori dettagli sulle conseguenze dell'aggressione, che è costata la frattura del piede alla fidanzata Francesca Cusmaroli. "Le donne non si toccano soprattutto la mia - tuona Diop sempre sui social network - Questa volta non ve la farò passare".

Il sito di informazione locale Picchio News riporta che dietro il pestaggio potrebbero esserci motivazioni razziste. Un dettaglio che lascia ancora più l'amaro in bocca a Paolo Diop e alla sua fidanzata, che però puntano anche il dito contro il clima di degrado e di violenza: "Non si può più vivere così - commenta al telefono - C'è un clima di violenza che si alimenta con il lassismo delle istituzioni. Non é solo razzismo, è degenerazione sociale. Non é normale che esci una sera a cena con la tua fidanzata e torni a casa riempito di insulti o, come in questo caso, con i lividi di una vera e propria aggressione".

Commenti

Martinico

Lun, 16/04/2018 - 16:50

Ha pienamente ragione. Degrado sociale. Se questa è libertà o democrazia allora è un fallimento.

mariod6

Lun, 16/04/2018 - 16:54

I colored negli incarichi di facciata sono un'esclusiva del PD e di RC/SEL tutti gli altri non possono nemmeno pensarci. Diversamente non potrebbero vantare la loro protezione ad oltranza e l'accoglienza pelosa praticata ai parassiti. Diop ed il senatore della Lega sono bersagli facili, ed i più ostili sono quelli del PD e del M5S.

piazzapulita52

Lun, 16/04/2018 - 16:57

Verissimo! Non è solo razzismo ma anche degenerazione sociale! L'Italia è ormai un paese insicuro e camminare per strada, e non solo, è pericoloso! L'unica via di salvezza è fuggire il più lontano possibile da questo schifo di paese!!!

Ritratto di deep purple

deep purple

Lun, 16/04/2018 - 17:03

Sicuramente sono stati quelli dei centri sociali.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 16/04/2018 - 17:22

-ahahahhaha --è il colmo---è stato pestato dagli amici suoi--o quantomeno colleghi destricoli di casapound e forza nuova----quando hanno fatto la fiaccolata tutti a ridere dell'esagerazione dei sinistri---la verità è che macerata è ormai una realtà fuori controllo in mano ai fasci---diop solo per essere leghista credeva fosse diventato di colpo bianco?---attendiamo con ansia anche un intervento del senatore di colore che capirà essere stato eletto solo come specchietto per le allodole--swag

Ritratto di Vinicious

Vinicious

Lun, 16/04/2018 - 17:27

Un immigrato contro gli immigrati, aggredito da qualcuno contro gli immigrati. Una bella gatta da pelare.

Ritratto di NOMANI

NOMANI

Lun, 16/04/2018 - 17:49

Ti ringraziamo, Salvini!

manuel7070

Mar, 17/04/2018 - 00:33

Fantastico!!! Ahahahahah. Pestato dai compagni rossi che poi sfilano con le fiaccolate contro il razzismo. Purtroppo non basta essere di colore per difendersi da questi comunisti!

Ritratto di Lissa

Lissa

Mar, 17/04/2018 - 08:07

Compagno elkid, dalle tue parole traspare tutto il livore e razzismo che voi sinistrati avete in corpo, cercando di addossarlo a chi vuole le regole sull'umana convivenza.