Mafia Capitale, prima sentenza: "Certa la presenza mafiosa"

Depositate le motivazioni della condanna a 5 anni e quattro mesi per Emilio Gammuto, collaboratore di Buzzi. Prima volta che si parla di mafia a Roma

Nella sentenza del 3 novembre che ha visto la condanna a 5 anni e quattro mesi di carcere a Emilio Gammuto, ex collaboratore di Salvatore Buzzi, imputato di corruzione con l'aggravante di aver favorito l'associazione mafiosa, la giudice Anna Criscuolo ha depositato ieri le motiviazioni del giudizio.

La Criscuolo scrive: "Può ritenersi accertata la presenza nella capitale di un’associazione che presenta caratteri e indicatori di mafiosità (segretezza del vincolo, struttura gerarchica, assoluto rispetto del vincolo gerarchico, metodo mafioso utilizzato per l’acquisizione del controllo delle imprese, di interi settori economici e di appalti pubblici, il diffuso clima di omertà che ne deriva) che ha in Carminati il suo vertice». Un personaggio che ha «impresso» al gruppo «la cifra criminale e il metodo operativo, ne ha deciso la struttura, la collocazione, la direzione e gli ambiti di operatività"

È solo il primo stralcio del processo su quello che viene definito "Mondo di mezzo". Nella giornata di ieri sono state depositate le motivazioni della condanna. L'aggravante dell'accusa è stata confermata , e il giudice per la prima volta ha verifcato l'esistenza dell’associazione mafiosa. Nella sentenza infatti si legge che le "mafie silenti" esistono da molto tempo e "occorre sganciarsi dalla visione tradizionale della mafia storica, quella “che fa i morti”, spara e insanguina le strade per incutere timore e garantirsi omertà al fine di acquisire predominio territoriale o incontrastata posizione dominante in attività illecite o in interi settori dell’economia o nel settore degli appalti pubblici".

Annunci

Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Sab, 30/01/2016 - 11:46

Una prima certezza è stata acclarata, ora speriamo che siano certe anche le condanne e le sanzioni.

VittorioMar

Sab, 30/01/2016 - 11:54

....l'esempio viene sempre dall'alto!!...e il cittadino si adegua e si difende...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 31/01/2016 - 00:31

Perché, c'erano ancora dei dubbi? I trinariciuti sono così plagiati dalle balle che si raccontano sulla loro superiorità morale che ci credono. ANCHE DOPO ESSERE ANDATI A SBATTERE CONTRO IL MURO DELLA REALTÀ HANNO IL DUBBIO CHE SIA STATO IL MURO A MUOVERSI E NON LORO.