Il magrebino: "L'otto dicembre accadrà qualcosa in Italia"

Dal centro per gli immigrati di Mineo, vicino a Catania, agli stranieri che vivono in Italia già da anni, sono in molti a difendere chi ha compiuto gli attacchi di Parigi

Dal centro per gli immigrati di Mineo, vicino a Catania, agli stranieri che vivono in Italia già da anni, sono in molti a difendere chi ha compiuto gli attacchi di Parigi. Le inquietanti testimonianze sono state raccolte in un servizio andato in onda questa mattina, giovedì 19 novembre, a L'aria che tira, su La7. Ad un certo punto viene intervistato un magrebino che non solo considera "giusti" i morti di Parigi ma avvisa l'Italia: "Guarda giuro, l'8 dicembre c'è qualcosa, penso a Roma. L'hanno detto su Facebook". L'8 dicembre comincia il Giubileo.

E messaggi inquietanti in tv non manacano in questi giorni. Un ragazzo italo-tunisino, che ai microfoni di Quinta Colonna, la trasmissione di Rete 4, condotta da Paolo Del Debbio, l’altro ieri aveva giustificato la strage di Charlie Hebdo, perché “se offendono il Profeta”, allora va bene tutto, pure ammazzare, e che ieri è stato arrestato per spaccio ed incitamento all’odio razziale, etnico e religioso. Il ragazzo che aveva rilasciato quelle dichiarazioni è stato fermato per droga. Adesso forse gli inquirenti dovrebbero accertare anche le parole di chi parla di attacchi indicando anche circostanze precise.

Commenti

gigetto50

Gio, 19/11/2015 - 16:57

...e se clandestini, buttarli fuori/rimpatriarli no, eh? Ah certo....nei loro paesi rischiano la vita. Qua pero' la fanno rischiare a noi....ma questo non é altro che un dettaglio....

mariod6

Gio, 19/11/2015 - 19:04

Ma dove rischiano la vita?? In Marocco??, in Tunisia??, in Algeria??, nell'Africa Occidentale?? Probabilmente solo quelli che da criminali hanno commesso dei reati a casa loro. Per il resto sono tutte palle del nostro governicchio non eletto, ma al quale fa comodo finanziare I suoi partiti e partitini tramite le coop che lucrano su questi parassiti. Fuori dall'Italia e in fretta. Massa di bugiardi e scansafatiche. Hanno svuotato le loro galere e ce li ritroviamo in casa nostra, protetti e coccolati da tutte quelle anime candide che ci guadagnano centinaia di milioni alla faccia dei cittadini italiani che pagano le tasse.

pastiglia

Gio, 19/11/2015 - 23:12

Questa povera italia come è ridotta, fra non molto i nostri politici al governo che hanno messo la testa sotto la sabbia, si convertiranno per non fare la fine degli infedeli.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 20/11/2015 - 00:41

Bisognerebbe incriminare tutti i politici che accolgono e proteggono questi farabutti. Oltre a mantenerli dobbiamo anche subire la beffa del loro disprezzo e DELL'APERTA MINACCIA CHE CI RIVOLGONO APPROVANDO GLI ASSASSINI ISLAMICI DELL'ISIS. SE APPROVANO L'ISIS COSA ASPETTIAMO AD INCRIMINARLI?

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 20/11/2015 - 06:59

Esperienza personale. Tanti, tantissimi anni fa ero in Francia. Mi vengono a trovare due amici dall'Italia. Assieme facciamo amicizia con un coetaneo algerino. Quando gli amici ripartono quello dice: non passate per Marsiglia. Perché, chiediamo ? Risposta, Non Passate per Marsiglia. La notte seguente saltarono in aria i gasometri nel porto. A buon intenditor ....

paco51

Ven, 20/11/2015 - 08:28

Benissimo! aspettiamo con trepidazione per vedere se è vero! Se sarà vero sarà come levarsi un dente si farà qaulcosa ,poi si sta meglio!