Malasanità, paziente invalida 75enne ordina l’esame della Tac ma c'è posto solo nel 2020

L’odissea di una signora che per problemi di salute dovrebbe sostenere la tomografia computerizzata ogni anno

Possibile prenotare una Tac nel settembre 2018 e ottenere l’appuntamento per l’esame ad aprile 2020? Sì. In Italia è possibile. Ed è quello che è successo a una signora di La Spezia.

La donna, incredula ed amareggiata, si è sfogata contattando La Nazionale, al quale ha raccontato la grottesca vicenda, ennesimo caso di malasanità tutta italiana.

La protagonista della vicenda, peraltro, è una paziente che per problemi di salute dovrebbe sostenere la tomografia computerizzata ogni anno per tenere sott’occhio l’apparato respiratorio. Al quotidiano racconta: "So che i tempi di attesa sono piuttosto lunghi e infatti quando mi hanno detto aprile, ho pensato vabbè si tratta di un controllo. Ma quando sono arrivata a casa mio marito mi ha fatto notare che la data era riferita al 2020, e a quel punto sono rimasta senza parole".

Poi, la 75enne precisa: "Una volta all’anno il pneumologo mi prescrive questo esame. Io sono una portatrice di ossigeno. Ha presente le persone che girano con la bomboletta al seguito? Ecco io sono una di quelle e per la mia patologia sono esente ticket C01 perché soffro di una malattia che mi ha reso invalida al cento per cento".

Insomma, un anno e mezzo d’attesa per un esame per lei fondamentale, per non dire vitale.

Commenti
Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 06/09/2018 - 12:02

La paziente avrebbe dovuto indossare il velo integrale, non pagare il ticket e avere a fianco un compagno che ordina perentoriamente che la TAC sia fatta subito e solo da una donna, mentre il responso deve essere detto direttamente a lui e solo da un uomo, altrimenti fa un casino e spacca tutto per offesa alla sua cultura. In questo modo avrebbe già avuto esame, diagnosi multispecialistica e lista di medicinali da ritirare gratuitamente in farmacia non appena uscito.

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 06/09/2018 - 12:14

Speriamo che qualcuno indaghi anche in questo senso.

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 06/09/2018 - 12:58

Cosa pretende la signora?Non è una risorsa!

Popi46

Gio, 06/09/2018 - 13:37

Domanda all’estensore dell’articolo: ma quando mai un/a paziente ha “ordinato” un esame diagnostico?

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 06/09/2018 - 14:45

ma in patania non c'era la "sanità maiestatis"? ah ah ah! venite a commentare buffoni!