Maltempo al centro nord Ma l'estate non è finita

Ecco le previsioni di questi giorni

Il transito di un fronte freddo sull'Europa centrale è accompagnato da un temporaneo cedimento dell'alta pressione sul Centronord Italia e da una fase di marcata instabilità. Oggi la perturbazione n°4 del mese di agosto sta causando temporali al Nord e nelle prossime ore anche sulle zone interne del Centro; l'aria più fresca che la accompagna sta dando vita - affermano imeteorologi del Centro Epson Meteo - ad un vortice di bassa pressione in prossimità della Corsica, che nei prossimi giorni si sposterà lentamente verso il Sud, determinando condizioni di variabilità specialmente nelle zone interne e una lieve attenuazione del caldo".

Mattinata con schiarite in gran parte del Centrosud e Sicilia, ad eccezione della Toscana. Sulla Toscana settentrionale e sulla Sardegna presenza di nubi con precipitazioni irregolari, localmente a carattere di rovescio, più diffusi al Nord, tra Piemonte, bassa Lombardia, Emilia occidentale, Liguria, coste toscane. Durante il pomeriggio cielo sereno al Sud con qualche annuvolamento in più in Appennino e il rischio di un rovescio isolato in Sila. Ancora molte nubi al Nord con tendenza a parziali schiarite sull'alto Adriatico. Sempre al Nord permarrà il rischio di precipitazioni intermittenti, sotto forma anche di brevi rovesci con il rischio di temporali principalmente sul basso Piemonte, Appennino emiliano, tra le Prealpi lombarde, venete e le Dolomiti.Nuvolosità molto variabile in aumento anche in gran parte del Centro e in Sardegna con il rischio di locali temporali sulle zone interne e sulla Sardegna nordorientale.

Tra sera e notte il rischio di ulteriori fenomeni riguarderà il Piemonte occidentale, Liguria, la Toscana, Umbria occidentale e centronord del Lazio; non saranno fenomeni diffusi, ma potrebbero essere a carattere temporalesco. Temperature in calo al Centronord e in Sardegna, più sensibile al Nordovest con possibili cali di 5-8 gradi rispetto a ieri. Venti in generale deboli, ma con rinforzi dai quadranti settentrionali in Liguria e di Maestrale nel nordovest della Sardegna; possibili raffiche intense in coincidenza ai temporali. L'area di instabilità tenderà a scivolare verso Sud. Al Nord ulteriore miglioramento con schiarite già ampie al mattino tra Lombardia orientale e alto Adriatico in estensione anche alle pianure del Nordovest. Residue locali piogge e brevi rovesci al mattino sui rilievi piemontesi, nel pomeriggio sulle alpi centro-occidentali e sull'Appennino emiliano.- Al Centrosud mattinata con nuvolosità irregolare con il rischio di qualche locale rovescio tra bassa Toscana, Umbria, zone interne del Lazio e nordest della Sardegna; altrove poco nuvoloso, ma le nubi tenderanno ad aumento in giornata. Sempre al Centrosud infatti nel pomeriggio l'instabilità tornerà ad essere più diffusa, con il rischio di locali rovesci o temporali in tutte le zone interne della Penisola e sulle Isole maggiori; in toscana possibili sconfinamenti delle precipitazioni lungo le coste. In serata tendenza all'attenuazione dell'instabilità con qualche occasionale rovescio tra Appennino lucano e nordovest della Calabria. Venti fino a moderati settentrionali sulla Liguria centrale e di ponente.

Temperature in rialzo al Nord, in particolare al Nordovest (3-5 gradi in più), valori in calo invece in gran parte del Centro, su Campania e Sardegna (2-4 gradi in meno). Giovedì al mattino nuvole variabili in transito al Sud specie tra Calabria e alto Ionio. Più soleggiato sul resto d'Italia con le schiarite più ampie tra Val Padana e regioni centrali. Nel pomeriggio rischio di locali rovesci o temporali per lo più nelle zone interne del basso Lazio e del Sud Italia, con qualche sconfinamento verso il Golfo di Taranto e le coste della Calabria settentrionale. Occasionali brevi rovesci anche sui monti delle Isole, sulle Alpi orientali e sui rilievi occidentali piemontesi. Tutti fenomeni che tenderanno a scomparire entro sera. Temperature massime in calo di 1-3 gradi all'estremo Sud, in rialzo al Centro e in Sardegna, in ulteriore lieve aumento al Nord. Vento debole ad eccezione di locali rinforzi di Maestrale sul medio basso Adriatico e nel Canale di Sicilia. Nella seconda parte della settimana passaggio a tempo più stabile e soleggiato. Rari episodi di instabilità pomeridiani non sono da escludere sui monti della Calabria e nelle Alpi centrali. Nubi innocue a alte potrebbero transitare sul Nord Italia temporaneamente nella giornata di sabato. Temperature stabili o in lieve aumento, con valori sopra la media stagionale e picchi di 32-33 gradi.