Il maltempo ha devastato la Riviera Romagnola: "In 8 ore tutti al mare"

Stanno facendo il giro del web le immagini della spiaggia di Milano Marittima, che in poco più di 8 ore è tornata alla normalità

In poco meno di nove ore la Riviera Romagnola è tornata come nuova, dopo i danni causati dal forte maltempo, che mercoledì si era abbattutto sulla costa Adriatica. E le immagini che lo confermano sono subito diventate virali.

Una foto mostra la distruzione riversatasi sulla spiaggia di Milano Marittima alle 10 del mattino e, subito sotto, un'altra immagine mostra la pronta reazione della Regione, che ha ripulito il litorale in tempo record e alle 19 lettini e ombrelloni erano già tornati al loro posto, in fila e ordinate.

Anche il Comune di Cervia ha condiviso alcuni scatti, che dimostrano il ritorno alla normalità in tempi brevissimi: "A neanche 8 ore dall’evento di questa mattina cittadini e turisti di nuovo al mare! Un intervento massiccio, con 30 mezzi, 25 squadre e oltre 130 operatori insieme a 21 ditte intervenute e alla grande forza di volontà di cittadini e operatori turistici! Tutti gli stabilimenti balneari ripristinati. Viabilità sulle strade principali ripristinata. Linea ferroviaria ripristinata", scrive l'amministrazione comunale. Poi, dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno partecipato allo sforzo per rimettere in funzione gli stabilimenti, aggiunge: "Questo dimostra che tutti insieme si può realizzare l’impossibile!".

La tromba d'aria abbattutasi su Milano Marittima aveva causato danni ingenti, secondo quanto riporta il Corriere della Sera: oltre 2mila gli alberi caduti e da abbattere, 5 gli stabilimenti balneari danneggiati e 10 gli edifici. Per la sola parte pubblica, i danni stimati sono di circa 2 milioni di euro.

Il presidente regionale Stefano Bonaccini e l'assessore Paola Gazzolo, che hanno svolto i sopralluoghi, hanno assicurato: "La Regione c’è, lo voglio dire qui a tutti i cittadini, gli esercenti e gli operatori che sono stati colpiti dall’ennesimo, eccezionale episodio di maltempo". La tromba d'aria ha fatto danni in tutta la regione e ha richiesto l'intervento di numerosi uomini, mezzi e risorse. Ora, la Regione intende estendere lo stato di emergenza, "mandato a Roma dopo le grandinate del 22 giugno scorso, perche’ possa comprendere anche quelli causati dalla tromba d’aria di oggi".

Ma nel frattempo, l'amministrazione regionale non è rimasta con le mani in mani e, in poco meno di nove ore ha ripristinato gli stabilimenti balneari della costa, garantendo un ritorno alla normalità e permettendo ai turisti di ritornare in spiaggia.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 11/07/2019 - 23:53

Di sicuro non sarebbe successo in altre parti d'Italia.

seccatissimo

Ven, 12/07/2019 - 00:25

Come volevasi dimostrare: volere è potere ! Tutto il resto è bla bla e piagnisteo !

veromario

Ven, 12/07/2019 - 08:21

non si sono messi a lagnarsi come succede spessissimo in altre parti d'Italia aspettando la manna dal cielo. imparate gente a rimboccarvi le maniche.