Maltempo nel Bresciano: due morti

Le vittime sono state travolte da un albero caduto. Si tratta di due fratelli, cittadini romeni di 48 e 42 anni

Ancora vittime a causa del maltempo. A Urago d'Oglio, piccolo comune nel bresciano, due fratelli di origini romene di 48 e 42 anni, sono stati travolti dalla caduta di un albero mentre stavano pescando.

A lanciare l'allarme è stato un terzo uomo, anche lui di origini romene, che ha assistito alla scena mettendosi al riparo e riuscendo a chiamare i soccorsi; all'arrivo dell'elisoccorso, però, per i due uomini non c'era nulla da fare ed è stato possibile accertare solo il decesso per annegamento. Dalla ricostruzione dei fatti il tutto è successo nel tardo pomeriggio di ieri, 12 maggio, verso 19:00. I due fratelli e due vittime stavano pescando sul fiume in compagnia del connazionale quando, per evitare la grandine che li aveva sorpresi, hanno deciso di fermarsi sotto alcuni alberi uno delle quali, però, è stato sradicato dal forte vento travolgendoli e scagliandoli nel fiume Oglio. Il fratello maggio sarebbe stato colpito alla testa finendo nel fiume privo di sensi, mentre il 42enne sarebbe rimasto intrappolato sotto l'albero annegando poco dopo. Il connazionale, invece, è fortunatamente rimasto illeso ed ha chiamato i soccorsi (ambulanza, vigili del fuoco e carabinieri) i quali al loro arrivo lo hanno trovato in stato di shock e trasportato in ospedale.

I due fratelli abitavano tra Brescia e Borgosatollo.