Maltempo nel Lecchese. Evacuate le abitazioni

Nel Lecchese il maltempo ha causato gravi disagi a Casargo che, dopo un nubifragio, è stata sommersa da fango e detriti

Pioggia, vento e grandine. Nel Lecchese il maltempo ha causato gravi disagi a Casargo che questa sera dopo un nubifragio è stata sommersa da fango e detriti. Il maltempo ha colpito con grande intensità l’Alta Valsassina. L’allarme è scattato in serata alla frazione di Codesino, travolgendo una ventina di auto parcheggiate sulla strada e allagando abitazioni lungo la Sp 67. In provincia di Lecco si sono cumulate precipitazioni massime di 94 millimetri. Le maggiori criticità sono state segnalate nei Comuni di Bellano, Dervio, Vendrogno e Casargo; in quest’ultimo sono state evacuate, in via precauzionale, 14 persone (turisti e abitanti sono stati ospitati in altre strutture o presso parenti). Lo rende noto la Sala operativa Regionale, coordinata dall’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni, che annuncia anche "un sopralluogo nelle zone colpite da parte del referente dell’Ufficio territoriale regionale Brianza Lecco, nella mattinata di domani".

Sul fronte della viabilità, non risultano centri abitati isolati, ma si segnalano le chiusure per smottamenti della SP72 tra Dervio e Bellano (riapertura prevista verso le ore 12.00), la SP66 tra Bellano e Vendrogno (riapertura prevista verso sera) e SP62 tratto Bellano Taceno (riapertura prevista nel pomeriggio). La linea ferroviaria Lecco-Colico, interrotta nella notte tra Bellano e Dervio, è stata ripristinata nelle prime ore del mattino. Si segnala inoltre la chiusura della SS45 (Gardesana) all’altezza del Comune di Limone sul Garda (BS) causa frana, in corso il sopralluogo del geologo comunale.