Maltrattamenti su alunni di terza, allontanate due maestre. Tra le vittime una disabile

C'era anche una disabile tra le giovani vittime delle insegnanti. È accaduto nel Napoletano

Urla, spintoni e percosse nei confronti dei bambini di terza elementare, tra i quali anche un'allieva con disagi psichici. Con l'accusa di maltrattamenti, due maestre di Gragnano (Napoli), di cui una di sostegno, hanno ricevuto un'ordinanza di obbligo di dimora dal tribunale di Torre Annunziata. L'alunna disabile vittima dei maltrattamenti, nove anni, era affidata all'insegnante di sostegno perché presenta ritardi nell'apprendimento.

A dare il via all'indagine, secondo quanto riportato in una nota del procuratore Alessandro Pennasilico, la denuncia presentata a febbraio dalla madre di uno degli alunni ai carabinieri di Gragnano. La donna riferiva le presunte violenze subite dal figlio al punto che il bambino non voleva più andare a scuola.

Gli accertamenti condotti dai militari, sulla base delle testimonianze e intercettazioni sia audio che video, hanno permesso di documentare vari episodi di maltrattamenti da parte delle due insegnanti di ruolo: prese violente sui piccoli, rimproveri spesso ingiustificati dell'insegnante "ordinaria" nei confronti anche di altri bambini e da quella di "sostegno" sull'alunna di 9 anni a lei affidata.