Marco Baldini è stato assolto dall'accusa di ricettazione

L'ex personalità radiofonica era a processo per via di un assegno sospetto

"Il fatto non costituisce un reato" secondo la VII sezione penale del tribunale di Roma. Con questa motivazione il dj radiofonico Marco Baldini, noto soprattutto per alcune trasmissioni condirette insieme a Fiorello, è stato assolto dall'accusa di ricettazione.

L'ex personalità radiofonica era finita a processo per avere ricevuto un assegno sospetto che aveva cercato di far incassare ad una amica e il cui firmatario è deceduto nel frattempo. Il pm voleva per lui una condanna a un anno e quattro mesi di carcere, ma il procedimento ha dimostrato che il titolo di credito che non fu riscosso - non era di provenienza illecita.

Baldini aveva lasciato Fuoriprogramma, il programma con Fiorello su Radiouno, dopo un serie di difficoltà economiche che aveva raccontato in un'intervista al Corriere della Sera. "Vivo braccato per i debiti, sono sfinito, non potevo mettere in pericolo Fiorello", aveva spiegato al quotidiano di via Solferino.