Maturità 2016, la traccia della seconda prova conteneva un errore

Francesco Alfieri ha fatto la maturità 2016 e non appena gli hanno consegnato il testo della seconda prova ha notato che c'era un errore nella traccia

Sono passati venti giorni da quando i maturandi si sono imbattuti nella seconda prova d'esame per dimostrare di aver appreso tutte le competenze fondamentali della materia in cui hanno deciso di specializzarsi, ma ora escono fuori tutti i retroscena: nella seconda traccia della maturità c'erano delle evidenti imprecisioni.

La seconda prova di maturità è da sempre la più temuta perché è la prova di indirizzo. In questo test i maturandi devono dimostrare di avere dimestichezza con la materia che hanno scelto di approfondire durante i cinque anni di scuola. Quest'anno l'esame è stato particolarmente difficile da risolvere, ma c'è chi non si è scoraggiato e ha anche trovato delle anomalie.

Come rivelato dal sito Skuola.net e come ripreso da La Stampa, a contenere un'imprecisione sarebbe stata la prova di matematica riservata al liceo scientifico. Secondo quanto segnalato dal maturando Francesco Alfieri, nel compito c’era una evidente contraddizione tra ciò che era stato scritto nel testo e il grafico che lo accompagnava. Il problema affermava, infatti, che "l’area della zona del quarto quadrante compresa tra il grafico della funzione e l’asse x valeva 1". Ma "dai dati che si evincevano facilmente dalla figura si deduceva che ciò è impossibile, essendo 9/8 (quindi superiore) l’area del triangolo ‘DEF’ inscritto in tale zona".

Per alcuni queste parole sembreranno arabo, ma per il piccolo genio Francesco è un errore madornale. Alfieri, infatti, è stato per tre anni consecutivi vincitore della medaglia di bronzo alle Olimpiadi di matematica. Insomma, con questa disciplina ha un certo feeling. Francesco non appena ha visto l'errore nell'esame di maturità ha avvertito i docenti e i compagni. Una volta uscita questa storia che mostra delle falle nel sistema scuola fin dai piani alti, il Ministero dell'Istruzione si è affrettato a smenire rispondendo ai giornalisti de La Stampa.

"La traccia non contiene errori- risponde il Miur - perché per la soluzione del problema n 3 non serviva il valore esatto del dato ma solo una valutazione approssimata all'interno dell'area del tratto di curva". Smentite o meno, l'imprecisione resta: e ancora una volta il Ministero dell'Istruzione ha tentato di mettere in difficoltà gli studenti, ma ha messo in difficoltà se stesso.

Rircodiamo che non è la prima volta che il Miur fa uno scivolone durante la maturità: il caso più eclatante degli ultimi anni si è verificato nel 2008, quando una delle tracce della prima prova chiedeva di analizzare la poesia d'amore dedicata da Montale ad una donna. Si trattava invece di un componimento che celebrava l'amicizia tra il poeta e un altro uomo.

Commenti

paco51

Mar, 12/07/2016 - 12:45

la buona scuola?^ si tutti a casa!

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 12/07/2016 - 13:17

Comunque è arcinoto che quelli del ministero sono più ignoranti degli studenti...

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 12/07/2016 - 14:02

Ma che scusa del kazzo è? Una valutazione approssimata? La matematica è una opinione? Chi ha scritto il testo d'esame, un sinistroide che, una volta beccato con le mani nella marmellata, farfuglia scuse puerili? Se questa è la buona scuola di Renzi.........

arkangel72

Mar, 12/07/2016 - 15:26

Bisognerebbe che qualche maturato o qualche commissione d'esame faccia ricorso al TAR ed eventualmente pretendere che sia invalidata la seconda prova della maturità 2016.

FRANZJOSEFVONOS...

Mar, 12/07/2016 - 16:20

NON POSSO CHE ESSERE CONTENTISSIMO. OGGI E' MARTEDI NON E' SABATO PERO' GLI IGNORANTI DI TRASTEVERE HANNO DIMOSTRATO ANCORA UNA VOLTA DI ESSERE MINISTERIALI DEL 6 POLITICO. NON E' RARO VEDERE CHE ELABORATI CON VALUTAZIONE NON MENO DI 8 VENGONO ELIMINATI DA ELABORATI CON VOTI MENO DI 4. GEMINA HA PERFETTAMENTE RAGIONE SONO MILIONI I CASI DI IGNORANTI SIA IN CATTEDRA, CHE NELLE COMMISSIONI DI ESAMI E CONCORSI. ESEMPIO AVEVO UNA PROFESSORESSA DI FRANCESE CHE SPIEGAVA LEGGENDO IL SUO QUADERNO COLOR NERO DI APPUNTI OLTRE LE SOLITE FRASI NON SAPEVA NIENTE INSEGNAVA AL SUPERIORE CORSO DI RAGIONERIA. TANTO PER FARVI NOTARE L'IGNORANZA CHE BRILLAVA NELLA SCUOLA

flip

Mar, 12/07/2016 - 16:39

ma se la maggior parte dei docenti soloni sono estremisti di sinistra, con il famoso "6" politico, cosi si vuol pretendere?

momomomo

Mar, 12/07/2016 - 16:53

I figli del '68, ora, sono niente meno che: i professori dei nostri figli! Mi sa che pure un certo brigatista rosso se la tento......

magnum357

Mar, 12/07/2016 - 17:39

2+2 ha sempre fatto 4 tranne per i pdioti e affini al governo !!!!!!

sparviero51

Mar, 12/07/2016 - 18:05

POST SESSANTOTTINI DA OPERETTA !!!!!!!

sparviero51

Mar, 12/07/2016 - 18:08

INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI PER TRE GENERAZIONI DI QUESTI MENTECATTI. HANNO UN ANNO INTERO PER REDIGERE UNA PROVA D'ESAME E LA SBAGLIANO PURE!!! DATEVI FUOCO !!!

routier

Mar, 12/07/2016 - 19:46

A suo tempo il "18 politico" ha prodotto le sue vittime ed ora, alcune di loro, allignano nei meandri dei ministeri.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 13/07/2016 - 00:03

Non riesco a capire, come 200 e magari oltre parrucconi a Roma hanno 6 mesi a disposizione per redarre i temi proposti all' Esame di maturità (ops, scusate, di Stato), ma nessuno rilegge, controlla, esegue numericamente il compito per verificarne la fattibilità e la coerenza? in questo caso non sono gli insegnanti a dover chiedere venia, ma i....parrucconi.

Beaufou

Mer, 13/07/2016 - 09:26

"La traccia non contiene errori...". Ahahah. Per il Miur, una quantità sicuramente maggiore di 1,125 è uguale a 1. Deve aver imparato la matematica dagli economisti. O dalla politica...Ri-ahahah.