Maurantonio, torna la pista del suicidio

Il pass lasciato sul pullman, la chiave elettoronica in stanza: si torna a indagare sulla pista del gesto estremo

"Forse si tratta di un suicidio". Emergono nuovi elementi sulla morte di Domenico Maurantonio, il ragazzo precipitato dalla finestra di un hotel di Milano durante una gita scolastica per Expo. A riferirlo è Padova Oggi che riporta alcune indiscrezioni sulle indagini ancora in corso sulla morte del ragazzo. I compagni sono stati sentiti dai pm. Dopo i colloqui altri indizi sono stati raccolti dagli inquirenti e la nuova ricostruzione di quanto accaduto quella tragica notte del 10 maggio scorso. Dagli interrogatori sarebbe emrso che Domenico, quella notte, prima di uscire dalla stazna si era lavato i capelli.

Ma quando ha varcato la soglia della stanza ha lasciato il pass, la scheda elettronica per l'apertura della porta, dentro la stanza. Il ragazzo dunque non avrebbe portato con sè la chiave elettronica che gli sarebbe servita per rientrare in stanza. Inoltre, la sera prima della tragedia, Domenico avrebbe abbandonato sul pullman il pass per Expo che avrebbe dovuto usare il giorno dopo. Una serie di coincidenze che però avrebbero riportato in pista l'ipotesi del gesto estremo. Intanto le indagini proseguono, ma capire cosa sia davvero successo quella notte in hotel resta un'impresa difficile per gli inquirenti. Intanto da quella tragedia sono passati quasi due mesi e mezzo e la dinamica della morte di Domenico resta un mistero.