Mediaset, accordo con Vivendi

Pier Silvio Berlusconi: "Questo è un accordo strategico che guarda a sviluppi di natura industriale"

"Abbiamo raggiunto un accordo con Vivendi". Lo ha detto il vicepresidente di Mediaset Pier Silvio Berlusconi al termine del Cda nel quale i due gruppi hanno stabilito lo scambio reciproco di un pacchetto azionario del 3,5% e il passaggio di Mediaset Premium al colosso francese. L'accordo è stato confermato anche da Vivendi che ritiene l'intesa con Mediaset "strategica". Come previsto l'accordo prevede anche uno scambio di azioni tra Vivendi e Mediaset che porterà entrambi i gruppi a detenere il 3,5% dell'altro. Le due società hanno inoltre deciso di "sviluppare una partnership industriale a livello internazionale, da una parte sviluppando insieme varie iniziative perla produzione e la distribuzione di ambiziosi contenuti audiovisivi, e dall'altra di creare una piattaforma globale televisiva OTTV". Con Mediaset Premium Vivendi "espande fortemente" la propria presenza e la pay tv europea, incrementando i propri clienti individuali a oltre 13 milioni "in un mercato italiano che offre importanti opportunità di crescita".

Mediaset detiene l'89% di Premium, il resto della società della pay tv del Biscione è di Telefonica. L'annuncio è arrivato dopo una giornata che ha visto il titolo Mediaset crescere in Borsa proprio nell'attesa del Cda del pomeriggio. Mediaset infatti ha chiuso con un rialzo del 5,4 per cento. "Mediaset e Vivendi hanno sottoscritto "un'intesa che formalizza un'alleanza strategica tra i due Gruppi europei. L'accordo è mirato all'unione delle rispettive leadership nazionali per cogliere ogni opportunità di sviluppo nel nuovo scenario globale del settore media", si legge in una nota di Mediaset.

La partnership tra i due Gruppi europei, evidenzia Mediaset, "si radica in uno scambio paritetico di partecipazioni tra le capogruppo del 3,5% a prova della piena condivisione d'analisi del nuovo contesto competitivo internazionale: uno scenario in veloce
evoluzione con l'affermazione di contenuti video sempre più globali, l'impatto degli OTTV statunitensi e gli assetti sempre più transnazionali dei player di pay tv". A valle dell'alleanza azionaria, il patto europeo Mediaset- Vivendi si articola in "tre innovativi progetti industriali destinati a giocare un ruolo rilevante nel settore media". Primo, una nuova major europea per la creazione di contenuti. Nel nuovo quadro competitivo, Mediaset e Vivendi, "già campioni nei rispettivi paesi di origine, svilupperanno un progetto che si occuperà di produzioni su scala internazionale. I contenuti saranno ideati e realizzati da una nuova struttura secondo standard e linguaggi per il mercato globale. E saranno valorizzati dalla distribuzione sulle reti tv dei due Gruppi in Italia, Francia e Spagna".

Secondo, la prima piattaforma pan-europea di streaming di contenuti on demand. Le properties online dei due gruppi in Italia, Francia, Spagna e Germania "sono destinate a confluire in un unico progetto in grado di garantire forte sviluppo tecnologico, customer experience sempre più evoluta e un'offerta di film e serie tv sempre più ampia e pregiata". Il nuovo progetto prevede ulteriori sviluppi in Paesi in cui oggi le due società non sono presenti. Il vicepresidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi afferma: "Per quanto riguarda l'orizzonte temporale dell'accordo con Vivendi vi dico forever. Oggi c'è un'intesa assoluta, la volontà è lavorare insieme, creare valore nel mondo dei media". Infine su una sua presenza nel Cda di Vivendi, Pier Silvio Berlusconi afferma: "Parliamo di due società quotate con consigli in carica. Ad oggi il mio ingresso nel cda di Vivendi non è previsto, ma se il contributo di uomini di Vivendi in Mediaset e di noi in Vivendi, verrà giudicato importante non è escluso
che avvenga in futuro".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 08/04/2016 - 19:13

mi fa piacere che la famiglia berlusconi faccia affari! ma ora vedremo se puntualmente spunterà qualche magistrato che vorrà tuffarsi negli affari altrui, al solo puro scopo di rompere le palle a berlusconi! se cosi sarà, non si potrà piu cercare le scuse per la magistratura!!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 08/04/2016 - 19:14

Accordo storico.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Ven, 08/04/2016 - 19:49

Siamo tutti contenti ............

roberto78

Ven, 08/04/2016 - 19:52

togliete per favore dal virgolettato la parola OTTV .... (si chiamano OTT, over the top). altrimenti sarebbe evidente il perchè della reazione iperpositiva della borsa alla cessione di mediaset premium e credo anche infinity: volevano gestire servizi che nemmeno sapevano come si chiamano, ovvio che avessero dei buchi spaventosi...

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Ven, 08/04/2016 - 19:53

Attento Pier Silvio, per una società italiana fare una alleanza con una ditta francese è come per un albero credere in una alleanza positiva con l'edera!

mar75

Ven, 08/04/2016 - 20:15

Premium verrà ceduta completamente al gruppo Vivendi perché piena di debiti. L'aver speso troppo per ottenere i diritti della Champions League ha creato un buco enorme che non è stato possibile recuperare con gli abbonati. Non è che si possano spremere gli abbonati a piacere. Pier Silvio non ne azzecca una.

adogio48

Ven, 08/04/2016 - 20:24

Ok, il mese prossimo disdico l'abbonamento. Manco 1€ do a sti francesi. Che si purghino, spero che in molti seguano il mio esempio.

Albius50

Ven, 08/04/2016 - 20:27

L MAGISTRATURA NOSTRANA per ordine dei SINISTRATI gli ha fatto la GUERRA dei 20 anni, ora detta MAGISTRATURA dovrà fare i conti con l'EUROPA e avrà finito di spadroneggiare

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 08/04/2016 - 20:39

Quegli incompetenti al governo italiano, IMPARINO DAI Berlusconi a far valere ciò che fanno!!! Perche i Berlusconi anche se sono ODIATI da mezza Italia, fanno vedere che sia padre che figli sanno farsi valere nei bisnes da tutto il mondo. Altro che quei falliti che si fanno chiamare !!!

Armandoestebanquito

Ven, 08/04/2016 - 20:45

Attento Pier Silvio, sarai perseguitato e condannato... un giorno, vedrai.. come hanno fatto con tuo padre.

Atlantico

Ven, 08/04/2016 - 20:49

E' la conferma definitiva Ma lo si capiva da anni ) che il varo di Mediaset Premium da parte di Mediaset fu un errore grave. Mentre l'acquisto dei diritti sul calcio fu un errore gravissimo.

tuttoilmondo

Ven, 08/04/2016 - 21:04

Dei francesi non mi fido. Noi italiani abbiamo, purtroppo, il culo scoperto. Nessuno ci rispetta. Del resto... se non ci rispettiamo nemmeno noi stessi... ci possono rispettare gli altri?

quapropter

Ven, 08/04/2016 - 21:09

Speriamo che non abbiano fatto i conti senza l'oste/magistrati.

sergione41

Ven, 08/04/2016 - 22:09

Auspicando da sempre una informazione sempre più vasta e libera, visto che Mediaset stava perdendo molti ascolti, posso solo rallegrarmi per questo accordo.

Armandoestebanquito

Ven, 08/04/2016 - 22:15

Ricordati. come diceva il maestoso Enrico Caruso... Io ti lo avevo detto ..

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Ven, 08/04/2016 - 22:29

Quando sopra dicevo del pericolo di alleanze con i Francesi mi riferivo agli esempi di accordi con banche italiane, industrie, Assicurazioni Generali... Dove entrano loro pian piano cercano di fare di tutto per approfittare delle varie occasioni(anche interventi della magistratura italiana) per diventarne i proprietari. Le industrie francesi all'estero fra loro collaborano , quelle italiane si combattono. Cerchiamo di imparare qualcosa anche noi.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 08/04/2016 - 23:59

Chissà quali atroci mal di fegato sono costretti a sopportare i nemici di Berlusconi che volevano distruggere le sue aziende. Chissà anche quali assurde storielle si inventeranno i trinariciuti pur di farsi una ragione dei successi commerciali di Mediaset. È IN QUESTE OCCASIONI CHE VIENE A GALLA IL SORDO ODIO RIVERSATO SU BERLUSCONI DAL SINISTRUME CHE SI È VISTO TOGLIERE IL MONOPOLIO DELL'INFORMAZIONE NEL NOSTRO PAESE.

Ritratto di utentegiornale12

utentegiornale12

Sab, 09/04/2016 - 00:55

Quindi ora il vecchio puo' andare in pensione e ci sara' una destra / partito popolare anche in Italia?

Silvio B Parodi

Sab, 09/04/2016 - 05:55

atlantico e mar75, ma perche' voi remate sempre contro????

cianciano

Sab, 09/04/2016 - 08:14

paolo poli. D'accordissimo con lei....i francesi alla lunga o alla fine ti "fregano" sempre, è nel loro dna (la loro grandeur).... comunque aspetto anche la mossa della nostra magistratura che senza ombra di dubbio si sta preparando....

sergione41

Sab, 09/04/2016 - 11:02

@ Runasimi Sempre più ossessionato e sempre più volutamente disinformato. Osservando che ti ho costretto a non usare più un vocabolo che non ha riscontro con la realtà, ti faccio notare che se è esiste un "sinistrume" deve necessariamente esistere anche ovviamente un "destrume". A differenza della tua visione ristretta, io mi auguro che non esistano entrambi. Incassa e taci.

sergione41

Sab, 09/04/2016 - 11:06

Monopolio sull'informazione? Abbiamo dimenticato un direttore RAI che si chiamava Minzolini, ora pregiudicato, schifosamente appiattito a Berlusconi? Memoria corta, o visione ristretta?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 09/04/2016 - 23:24

# sergione41 11:02 Lei sta vaneggiando. Si inventa di avermi costretto a non usare quale termine? Io scrivo ciò che mi pare e nessun trinariciuto mi può impedire di usare il linguaggio che preferisco. Solo un malato di sinistrume può illudersi di poter costringere chicchessia a cambiare linguaggio. LEI È L'ESEMPLARE DIMOSTRAZIONE DELLA TOTALE ASSENZA DI SENSO DEMOCRATICO DI TROPPI ITALIANI.