Mediaset, Pier Silvio Berlusconi: "Ancora aperti per accordo"

Pier Silvio Berlusconi: "Mediaset è aperta a qualunque proposta che crei valore e abbia senso industriale"

"Mediaset è aperta a qualunque proposta che crei valore e abbia senso industriale" ma dopo che Vivendi ha mandato a monte il "miglior accordo possibile, ora non ne vediamo facilmente altri". Così Pier Silvio Berlusconi, a.d. di Mediaset, intervistato da 'la Stampa', non chiude del tutto la porta a Vincent Bolloré. "L'accordo vincolante che avevamo con Vivendi era il migliore possibile e questo è quanto: non sappiamo altro rispetto a quello che leggiamo sui giornali" aggiunge.

In merito ad una possibile assemblea richiesta da Vivendi, "noi siamo costretti a concedere l'assemblea a qualunque socio abbia più del 5%. Poi quello che avviene dipende dai voti" risponde Berlusconi. In merito ad una vendita, il manager è chiaro: "Mi sembra che, in proposito, sia già stata smentita qualsiasi negoziazione possibile" con un accordo totale tra lui ed i suoi fratelli.In merito a possibili scambi su azioni Mediaset con quelle di Telecom, Berlusconi chiarisce "quello che poteva interessarci era offrire a una compagnia di telecomunicazione dei contenuti premium che servissero per spingere gli abbonamenti della banda larga".

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 19/01/2017 - 13:21

E' una città assediata che dicesse all'assediante: "siamo aperti all'accordo". Secondo voi l'assediato ha carte in mano?