Medico si butta da un ponte dopo l'arresto del figlio: "La magistratura miope uccide"

Tragedia a Genova: l'uopmo si lancia dal ponte Monumentale, la moglie fermata in extremis. Il figlio farmacista arrestato per un giro di farmaci antitumorali

Tragedia in pieno centro a Genova. Su un biglietto ha scritto: "La magistratura miope a volte uccide". Poi si è tolto la vita lanciandosi dal ponte Monumentale. Un medico pediatra di 65 anni, molto noto nel capoluogo ligure, ha deciso di farla finita dopo che il figlio, farmacista, è stato arrestato per un giro di farmaci antitumorali. Anche la moglie aveva deciso di suicidarsi insieme al marito, ma ha esitato all'ultimo momento dopo avere visto l'uomo gettarsi. È è stata salvata in extremis dalla polizia accorsa sul ponte dopo l’allarme lanciato da alcuni passanti.

Marito e moglie era scossi per un’inchiesta della procura di Monza che aveva scoperto un giro di farmaci antitumorali venduti all’estero e che era culminata lo scorso 2 aprile con l’arresto del figlio della coppia. Il padre 65enni e la moglie hanno lasciato alcuni biglietti di commiato. In uno di questi, trovato in auto, c’è appunto scritto: "La magistratura miope a volte uccide".

Commenti

Sabino GALLO

Lun, 27/04/2015 - 16:51

Si Persone molto note. Una tragedia tremenda, preceduta da un altro suicidio, se i nomi sono gli stessi, come è molto probabile. Una famiglia distrutta ! Un dolore per tutti coloro che li hanno conosciuti. Una affettuosa preghiera!

poli

Lun, 27/04/2015 - 16:59

Pietas per lui, ma solo per lui!

yulbrynner

Lun, 27/04/2015 - 18:28

se il figlio e' colpevole deve PAGARE! probabilmente si e' ucciso x il dispiacere , forsei motivi del gesto erano anche altri chissa' se era una brava persona mi spiace davvero

titina

Lun, 27/04/2015 - 18:34

ma il figlio era stato arrestato ingiustamente o aveva commesso reati?

cgf

Lun, 27/04/2015 - 22:56

Non mi convince la posizione della moglie.