Ancora allarme in Toscana: 3 nuovi casi di meningite

Si tratta di una giovane di 20 anni residente a Prato, un anziano di 83 abitante a Livorno e di un uomo di 55 anni di Impruneta

Tre nuovi casi di meningite in Toscana. Diagnosticato un caso di da meningococco C, confermato dal laboratorio del Meyer di Firenze. Si tratta di una giovane di 20 anni residente a Prato e ricoverata dalla tarda serata del 31 dicembre nel reparto di terapia Intensiva dell'Ospedale Santo Stefano. Ne dà notizia un comunicato dell'Usl Toscana Centro. "I sanitari - si legge nella nota - hanno sospettato subito che si trattasse di sepsi da meningococco ed hanno immediatamente sottoposto la paziente ad adeguata terapia. Il Servizio di Igiene e pubblica e della nutrizione del Dipartimento di Prevenzione - prosegue il comunicato - ha prontamente attivato tutte le procedure per la profilassi e sta sottoponendo, già dalle prime ore di questa mattina, a copertura antibiotica i familiari e le persone che nei 10 giorni precedenti all'esordio dei sintomi della paziente hanno avuto contatti stretti e ravvicinati con la ragazza". È in corso l'indagine epidemiologica per ricostruire i luoghi frequentati dalla ragazza, sempre nel periodo di 10 giorni dall'esordio dei sintomi.

A Venturina (Livorno) un uomo di circa 83 anni è stato ricoverato nel reparto di Malattie Infettive all'ospedale di Livorno con diagnosi di meningite da emofilo di tipo B. Lo fa sapere la Usl Toscana nord ovest ricordando che tale patologia non comporta profilassi per i soggetti venuti ultimamente in contatto con l'uomo. "Le condizioni del paziente sono serie e la prognosi riservata", conclude.

Un terzo caso di meningite viene segnalato oggi in Toscana, dopo quelli della ventenne di Prato e dell'anziano di Livorno. Secondo quando comunica l'Usl Toscana Centro, un adulto di 55 anni residente a Impruneta è stato ricoverato con diagnosi di caso da meningococco B nel presidio di Santa Maria Annunziata ed è "in condizioni cliniche stabili". Il servizio di igiene e sanità pubblica fiorentino ha subito attivato le misure di profilassi, sulla base della valutazione del profilo di rischio.

Commenti
Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 01/01/2017 - 12:19

Non c'entrano per nulla le risorse che andiamo a prendere per farci pagare le pensioni?

ziobeppe1951

Dom, 01/01/2017 - 14:27

A pensar male si fa peccato....

LOUITALY

Dom, 01/01/2017 - 17:07

giverno toscana totalmente uncapace e complice della strage in atto! incriminare tutta lamgiunta roasinper attentato alla salute pubblica

Ritratto di frank60

frank60

Dom, 01/01/2017 - 17:19

Ma c'è sempre stata... ma pochi casi ogni anno...non certamente come ora.

lawless

Dom, 01/01/2017 - 17:39

La toscana la più colpita, c'entrerà la giustizia divina? Mah speriamo di no, però...però.... qualche pensieraccio affiora!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 01/01/2017 - 18:03

Ci stanno facendo credere che l'immigrazione non ha relazione con il diffondersi di malattie ormai scomparse dal nostro territorio. Ma allora perchè, in tutte le immagini di 'risorse' che vengono tratte in salvo dai barconi, si vedono operatori e militari che vestono tute protettive e, soprattutto, indossano mascherine a coprire la bocca e il naso? Non dimentichiamo che il veicolo di trasmissione della meningite è quello attraverso le vie aeree specie in luoghi chiusi e affollati. Figuriamoci, poi, se chi raccoglie questa gente si mette le mascherine anche in un luogo aperto! Cosa è che non ci dicono?

liberodegiusti

Dom, 01/01/2017 - 18:04

Scusate. Mi pare che da quando l'impegno principale del governo è quello di dare ospitalità alle migliaia di disperati (e non) che provengono principalmente dalla Libia c'è stato un aumento esponenziale di malattie considerate ormai scomparse o quasi come la tubercolosi e la meningite (casi anche di lebbra, scabbia). E' un caso?

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 01/01/2017 - 18:37

Nessuno tra le varie istituzioni compreso soprattutto quelle sanitarie, ha tentato sinora una spiegazione sulle possibili ragioni di tale flagello in continua espansione e costante crescendo. Oppure "crescendo" non c'è perché trattasi della normale media ed allora ci spiegassero il perché di questo attuale can-can (e precedente silenzio).

vottorio

Dom, 01/01/2017 - 19:19

la coincidenza strana che stride clamorosamente con quanto affermano i nostri quadri dirigenti (Boldrini, Mattarella, Gentiloni e tutto il codazzo di idioti come Martina)che cercano di minimizzare affermando che questi casi accadono da sempre. Ora mi domando: c'entrano i clandestini che senza controllo (anche sanitario) stanno invadendo il Bel Paese quali strumenti di una "pulizia etnica" in atto per sostituire il Popolo italiano, oppure tutte le meningiti di un tempo ci sono state sempre nascoste?

piazzapulita52

Dom, 01/01/2017 - 21:50

Qualcuno sa dirmi la causa di questa epidemia di meningite che si stà propagando per tutta Italia? Io una mia personale idea ce l'ho, ma forse è sbagliata!

Raoul Pontalti

Dom, 01/01/2017 - 21:56

@rosario.francalanza con le mascherine innanzitutto si evita di infettare i migranti e non è uno scherzo, poi si evitano anche rischi di buscare malattie trasmesse (anche) per le vie respiratorie (dalla TBC all'influenza esemplificando). Gli immigrati non c'entrano un fico secco, posto che l'epidemia (maledetto il genius epidemicus del meningococco toscano) riguarda soggetti che ben difficilmente possono essere venuti in contatto con "migranti" e inoltre nessun laboratorio ha riscontrato ceppi esotici. Smettiamola anche con la favola della malattie scomparse dal territorio ché TBC, scabbia, meningite da meningococco, etc. ci sono sempre state e tuttora esistono soprattutto in situazioni di emarginazioni (anziani ) . Se vogliamo cercare ad ogni costo untori indirizziamoci su signorine e signore (badanti) dell'Est europeo ben fornite spesso di TBC, gonorrea e sifilide.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 02/01/2017 - 00:05

@Raoul Pontalti: "Se vogliamo cercare ad ogni costo untori indirizziamoci su signorine e signore (badanti) dell'Est europeo ben fornite spesso di TBC, gonorrea e sifilide"? Beh, lo ha detto Lei; del resto sempre immigrati sono! (e magari controlliamo un tantino, se ci riusciamo, le comunità cinesi che da anni vivono a Prato: a volte pure a noi capita di entrare nei loro negozi)

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 02/01/2017 - 08:14

Oplà! Mi pareva strano che potesse mancare il tuttologo!

Ritratto di acroby

acroby

Lun, 02/01/2017 - 09:22

Ringraziamo sentitamente pontalti che dispensa a noi ignoranti perle di saggezza su ogni branca dello scibile umano.

zingozongo

Lun, 02/01/2017 - 10:30

ma perche solo in toscana? se e' vero che laportano gli immigrati meninngite e' endemica in parecchie zone subsahariane, perche non colpisce anche in altre regioni? renzi porta jella per davvero ?

Ritratto di PrigionieroPoliticoItaliano

PrigionieroPoli...

Lun, 02/01/2017 - 10:31

Africa subSahariana, Cina e Pakistan sono le culle dei portatori sani di meningite. Europa dell'est contribuisce per la TBC, è vero. Ma questa gente, dopo essere salvata in mare va portata indietro. In Toscana, soprattutto l'area di Firenze e Prato, c'è il crocevia di africani e cinesi. Gli africani sono all'ingresso di ogni negozio e supermercato e diffondono i loro germi malsani !!!

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 02/01/2017 - 12:08

-----gli immigrati vengono sottoposti a protocolli di immuno profilassi secondo le direttive dell'unità sanitaria nazionale ed a carico delle usl regionali---questi casi di malattie che sembravano debellate ma ritornano -sono dovute a testine semplici come ziopeppe e similari le quali leggono 2 notizie su internet sulla falsa pericolosità dei vaccini e credono di essere medici abilitati a prendere decisioni --soprattutto sulla salute dei propri figli---facendo errori colossali---questi tipi insieme a vegani ed altre categorie andrebbero messe in grado di non nuocere al prossimo---hasta

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 02/01/2017 - 13:27

@elkid: "questi tipi insieme a vegani ed altre categorie andrebbero messe in grado di non nuocere al prossimo". Ci può può dire quali sono le 'altre categorie'? Intendiamoci, neanche a me i vegani (specie quelli 'integralisti') stanno granchè simpatici; tuttavia, in difesa di un minimo di garantismo, farei presente, si badi bene, che, spesse volte, si comincia col mettere in grado di non nuocere in modo 'condiviso', per finire poi, inevitabilmente, con metodi che ben conosciamo!