Mentana umilia gli anti-Brexit: "Rispettate la democrazia"

Il direttore del Tg de La7 contro i vari Salviano e Severgnini: "Il voto popolare deve essere sempre rispettato"

Tutti gli anti-referendum da ieri inondano le pagine dei quotidiani italiani con litri di inchiostro contro la maggioranza di inglesi che hanno votato a favore dell'addio all'Ue. Difensori della democrazia solo quando fa comodo a loro. Quando il "Popolo" (così l'ha chiamato Saviano) vota secondo le loro indicazioni, le loro analisi, i loro intendimenti. Molti dei vari Severgnini e Saviano sono arrivati a dire che su cose come la brexit il "popolo non dovrebbe votare". Forse perché non è intelligente come loro.

Mentana contro gli anti-brexit

A pensare a richiamare all'ordine gli intelletò è stato però Enrico Mentana. Il quale su Facebook ha coperto di ridicolo quanti in si sono dilettati nella delegittimazione di un voto popolare che, per quanto brutto, deve comunque essere rispettato. "Una cosa deve essere chiara - scrive Mentana sui social - si può criticare anche aspramente Cameron che usando l'arma del referendum ha finito per esserne travolto. Ma è proprio fuori dall'idea di democrazia criticare la scelta dell'elettorato britannico: quando si da la parola al popolo sovrano se ne accetta il responso, e si riflette. Vista dal Regno Unito evidentemente l'Unione Europea non è così seducente. A Bruxelles e nelle altre capitali bisogna per prima cosa prendere atto. E sapere che l'Europa o cambia o sarà archiviata da altri responsi popolari".

Ieri Roberto Saviano, per citarne uno, aveva criticato il "Popolo", colpevole di aver votato Brexit così come di aver portato Hitler al Reich. Perché i referendum vanno bene, benissimo, quando legalizzano l'aborto, quando bloccano il nucleare, quando fanno comodo ad alcuni. Se questi perdono, invece, fanno schifo. È questo succede quando la democrazia piace solo a parole. Ma non nella pratica.

Commenti

Giorgio5819

Sab, 25/06/2016 - 16:51

Non abbiamo le stesse idee politiche, ma ho un grande rispetto per questa uscita del bravo Enrico.

mareblu

Sab, 25/06/2016 - 16:56

ALTRI EURO SPRECATI PER L'EDITORIA.

Anonimo (non verificato)

Cheyenne

Sab, 25/06/2016 - 17:23

tra severgnini e saviano non so chi sia il più lestofante ma forse severgnini

Anonimo (non verificato)

MOSTARDELLIS

Sab, 25/06/2016 - 17:27

Meno male che ogni tanto appare qualcuno di buon senso...

blackbird

Sab, 25/06/2016 - 17:35

Mi pare che l'ultimo dei leader europei a far visita a Cameron e a sostenere il REMAIN fosse un tale che di cognome fa Renzi! David non aveva visto i risultati delle cominali in Italia, evidentemente!

Sieyes

Sab, 25/06/2016 - 18:09

Forse è il momento di capire come è nata, cosa si intende per democrazia ed il valore del voto consapevole.

Zizzigo

Sab, 25/06/2016 - 18:21

L'onestà intellettuale è una dote rarissima... anche se le idee politiche sono diverse, onore all'Uomo.

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 25/06/2016 - 18:23

In casi con implicazioni cosi` gigantesche, e soprattutto durature e virtualmente irreversibili, un referendum popolare non e` il mezzo piu` appropriato. Il "popolo" elegge, e paga, rappresentanti che dovrebbero avere il mandato per gestire anche questo tipo di diatriba. Guardacaso, nel Parlamento Britannico, Brexit non arriva al 30%. E guardacaso, l'affluenza alle urne e` stata esorbitante per questo Paese, in altre parole ha votato moltissima gente che normalmente NON partecipa attivamente alla vita politica del Paese, altrimenti detto, che SE NE FREGA. La democrazia rappresentativa di uno Stato di Diritto si esercita tramite un Parlamento di eletti. Altrimenti si dovrebbe andare al referendum ogni giorno, perche' ogni giorno vengono discusse leggi che possono avere effetti significativi sui cittadini o una parte di essi. Quindi e` troppo banale difendere, come fa Mentana, la democrazia del referendum. Il prooblema e` molto piu` a monte: e` Costituzionale.

pastello

Sab, 25/06/2016 - 18:35

Durante lo spoglio ho trascorso l'intera notte con Mentana. È un bravo ragazzo.

d16851

Sab, 25/06/2016 - 18:47

Non capisco in che modo l'opinione di Mentana UMILI qualcuno, nel mio assoluto credo nella libertà di stampa sono pure contrario all'ordine dei giornalisti, nel senso che per scrivere cavolate non serve la patente, ma certo che questo non è un titolo di un articolo ma un esca acchiappalettori! Non si senta umiliato se dissento con il suo titolo!

Sonostanco

Sab, 25/06/2016 - 18:49

A me fa piacere quando parla Saviano.Dice sempre cose giuste e poi penso che sia molto intelligente e abbia la scienza infusa. In somma non dimentichiamoci che è diventato famoso e scortato perché ha parlato di una cosa che in Talia nessuno conosceva; la mafia, la camorra, ndrangheta, scandali e corruzione. Insomma uno qualsiasi non è, sicuramente è un genio

Sonostanco

Sab, 25/06/2016 - 18:53

Aggiungo inoltre un altra considerazione.a mela democrazia non piace, però vivo in un paese democratico. Quindi il popolo se decide ha ragione. Allora affermò, che tutti quei deficenti, e sono tanti e anche importanti, che adesso perché ha vinto la Brexit,pretendono di dare giudizi sull intelligenza, la capacità di comprendere di chi ha votato in uncerto modo, devono semplicemente tacere e andare a cagare

elgar

Sab, 25/06/2016 - 19:52

ma che razza di democratici sono se non rispettano il verdetto del popolo? Mio malgrado devo dar ragione a Mentana.

laura bianchi

Sab, 25/06/2016 - 19:54

Bene ha fatto Mentana ad umiliare,personaggi di questo spessore,pericolosi loro sì,per la democrazia.Personaggetti da quattro centesimi.Continuano con la storia del brexit,quasi a voler incutere terrore sulle popolazioni;non fa eccezione il pavone di tg4.Gente che continua imperterrita a fare il gay,col popò degli altri.Chi è democraticamente onesto,ne prende atto e si inchina al volere del popolo.Per gli "intellettuali" da comodino,tutto va bene quando il "POPOLINO"il volgo,così come loro lo giudicano,cambia le carte in tavola dei poteri forti,che non vivono la realtà quotidiana.

Ritratto di mario_caio

mario_caio

Sab, 25/06/2016 - 20:02

Ahahah, ancora amenità da questo signor nessuno. Il catastrofista patentato, quello che appena un cane muove la coda grida al sensazionalismo e all'urgenza di un approfondimento. L'esaltatore del banale. Ma questo non giornalismo, è spazzatura.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 25/06/2016 - 20:27

L'UE ora premerà per l'"indipenndenza" della Scozia, ossia per fregare all'Inghilterra i giacimenti di gas del Mare del Nord. Il gioco è sempre più sporco e disgustoso

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 25/06/2016 - 20:33

SI SA CHE SAVIANO E' UN COMUNISTA SCHIFOSO E PER LUI LA DEMOCRAZIA E' UN PIATTO INDIGESTO. SE SEI IGNORANTE SAVIANO ABBI LA BONTA' DI TACERE. SEI IGNORANTE COME LE CAPRE E SPERO CHE LE CAPRE NON SI OFFENDANO.

ennio78

Sab, 25/06/2016 - 20:59

Un risultato referendario deve essere sempre rispettato in democrazia. Ma prima di fare qualsiasi riflessione sulle cause del risultato bisognerebbe conoscere come la campagna e'stata vissuta nel Regno Unito, e fino a prova contraria ben pochi dei politici e giornalisti italiani che in queste ore stanno commentando abbiano vissuto in UK negli ultimi mesi. Chi come me vive in Inghilterra si e' reso conto che la campagna per lasciare l'UE non e' stata fatta basandosi su nobili principi ma semplicemente su un più' immediato e di facile comprensione messaggio di odio verso gli immigrati europei, in cui rientrano anche gli Italiani.

areolensis

Sab, 25/06/2016 - 22:41

Le parole di Mentana mettono in evidenza la spudorata doppiezza dei molti 'democraticissimi' che difronte al risultato del referendum britannico hanno sentenziato che su certi argomenti la sovranità popolare va circoscritta a loro medesimi, cioè a quegli stessi che normalmente proclamno la massa degli elettori "pancia" riservando a sé stessi la qualifica di "teste" (non fatemi dire di cosa!). Tuttavia credo che quello stesso risultato dovrebbe stimolare anche Mentana a fare qualche riflessione critica su posizioni politiche che non sempre riesce a dissimulare!

swiller

Sab, 25/06/2016 - 22:42

Ne dice poche di giuste questa è una di quelle.

Massimo25

Sab, 25/06/2016 - 22:52

Savergnini é viscido,dopo avere sputato su Putin e sulla russia ha avuto la faccia da c..o di andare a Mosca e come si niente fosse ha incensato russia e Putin..cosa volete aspettarvi da questi soggetti..prenderli a calci in culo.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 26/06/2016 - 00:54

Inaspettatamente un sostenitore dei trinariciuti si è ricordato che l'Italia è una Repubblica Democratica e bacchetta i comunisti Saviano e Severgnini che pretendono di insegnarci, da mane a sera, come gira il mondo. QUEI DUE SONO COSÌ IGNORANTI CHE SI DEFINISCONO DEMOCRATICI NEGANDO LA DEMOCRAZIA.

Ritratto di gangelini

gangelini

Dom, 26/06/2016 - 01:06

Sinistri - un branco di tromboni e pure trombati.

BiBi39

Dom, 26/06/2016 - 01:21

Chiedere un parere decisionale,tramite referendum, a chi non conosce la materia su cui e' chiamato ad esprimersi, mi sembra decisamente stupido. Personalmente,per esempio, non credo mi sara' ben chiaro il referendum del prossimo ottobre e le consegenze di un si od un no. Ho solo capito che sara' pro o contro Renzi.Ma non credo sia sufficente. Per le materie complesse gli elettori delegano i parlamentari ed anche questi spesso devono ricorrere ad esperti!

Ritratto di Trasimacus

Trasimacus

Dom, 26/06/2016 - 07:30

Grazie Mentana! Quanto al lettore Ennio 78 che scrive che la campagna per la Brexit è stata impostata sull'odio agli immigrati, inclusi gli italiani, rispondo: che c'è di strano? Se un italiano va in Inghilterra e 'ruba' il lavoro a un inglese, accettando salari più bassi che un inglese non accetterebbe mai, che cosa c'è di strano se poi l'inglese gli vota contro? La verità è che la globalizzazione selvaggia governata soltanto dai poteri finanziari e bancari è la ragione di quanto sta accadendo. Questo è solo l'inizio. Sei i brontosauri di Bruxelles non cambiano registro, il malcontento popolare sarà sempre più diffuso.

Ritratto di enzo33

enzo33

Dom, 26/06/2016 - 07:41

Saviano, un tuttologo? com'è che la sa tanto lunga ma quando scrive, diciamo così, un "romanzo" raccatta notizie di qua e di la?

michele lascaro

Dom, 26/06/2016 - 08:27

Un fatto stranissimo: la sinistra, che ha sempre avversato l'Unità europea, soffre per il risultato della Brexit. Il contrario succede per "i conservatori" (immemori del Credo comunista?)

elio2

Dom, 26/06/2016 - 09:02

Da sempre è dimostrato che per i comunisti la democrazia è un'impedimento alla loro strampalata ideologia, quindi ne sono allergici. Loro hanno in testa che il popolo non deve sapere, non deve capire, ma solo ubbidire ciecamente a quello che decide il comintern del partito. Non è un caso se la regola primaria per votare a sinistra è di non essere intelligenti o capaci di intendere e volere.

Tuvok

Dom, 26/06/2016 - 09:25

Andava bene anche il referendum del 1989, quando hanno approvato una legge costituzionale per permetterci di votare, perchè "questo è un momento storico e la decisione spetta al popolo sovrano" e altri pipponi come questo. Peccato che il popolo non sia più sovrano, per quelche riguarda una eventuale "uscita" è diventato popolo bue.

vince50_19

Dom, 26/06/2016 - 09:31

"Molti dei vari Severgnini e Saviano sono arrivati a dire che su cose come la brexit il "popolo non dovrebbe votare". Forse perché non è intelligente come loro." Che "gentedi": il popolo conta solo se seguono bovinamente le loro idee! AFC di cuore.. Non ho mai nutrito particolari simpatie per "Chicco": stavolta gli do pienamente ragione e non credo proprio che il parlamento inglese vorrà fare passi indietro in questa materia. "Vox populi vox dei"? Da quelle parti è così, qui da noi? Dipende..

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 26/06/2016 - 09:38

Sinistra e Democrazia, termini antitetici, inconciliabili.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Dom, 26/06/2016 - 09:44

dico la verità, anni fa Mentana mi stava un po' antipatico...(forse quando parlava male di Berlusconi?! Ma mi sto ricredendo ogni giorno di più, vedo un Mentana semplice, sincero,super partes, e anche divertente. Vedo volentieri il suo tg, e ho abbandonato Rai 1, troppo di parte -come la 3 - e da quando non c'è Porro ..la 2 è morta. W la 7

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 26/06/2016 - 09:50

La differenza tra Saviano ed il principe dei mediocri , alias Beppe Severgnini, è che il primo della scorta ne farebbe a meno , mentre Severgnini la scorta la vorrebbe , cosi da sentirsi finalmente qualcuno.

Luigi Farinelli

Lun, 27/06/2016 - 09:03

Questi eventi fanno anche comodo per dare l'esatta idea della dimensione intellettuale e dei veri propositi della masnada di radical scic, guitti saltimbanchi, politici asserviti all'establishment massonico-finanziario: da Saviano a Napolitano, da Benigni a Monti, dalla RAI disgustosamente partigiana a tutti gli altri pecoroni ipocriti che meriterebbero di essere gettati fra le grinfie di un popolo finalmente risvegliato dal letargo della ragione da essi procurato ad arte: vati del neo-marxismo che ha infettato istituzioni, nazioni e agenzie internazionali (vedi ONU e UE) distruggendo tutto quello che c'era da distruggere, anche i principi morali e naturali. Vadano tutti a fa'ngala, come si diceva ad "Alto gradimento"!

PassatorCortese

Lun, 27/06/2016 - 09:21

i referendum sono lo strumento di politici incapaci di governare ,vedi il nostro sulle trivelle . e certamente il popolo sovrano ma se il popolo paga profutamente questi politici , il regerendum si dovrebbe fare se il popolo sia soddisfatto di questa gente manipolatrice e corrotta . Dio benedica gli inglesi che hanno avuto il coraggio di dire no al potere delle banche e delle multinazionali . Ora spetta a noi se procedere in un europa seria