Il messaggio di Ledo Prato: "Unitevi alle nostre preghiere"

Dopo il suicidio di Marco Prato, trovato senza vita nel bagno della sua cella nel carcere di Velletri, arriva la reazione del padre, Ledo Prato

Dopo il suicidio di Marco Prato, trovato senza vita nel bagno della sua cella nel carcere di Velletri, arriva la reazione del padre, Ledo Prato. Con un post su Facebook il padre del ragazzo accusato dell'omicidio di Luca Varani ha deciso di rivolgere un messaggio al figlio e anche a chi in questi mesi ha seguito le vicende del caso dell'omicidio Varani. "Oggi chi vuole, chi può, si unisca alle nostre preghiere nel ricordo di Luca, stringendosi intorno alla sua famiglia, ai suoi cari, perché la Misericordia del Dio buono non abbandoni nessuno nella disperazione, stia vicino a coloro che più soffrono, coltivi sentimenti che, senza annullare le colpe, lascino uno spiraglio alla pietà umana", ha scritto Ledo Prato sui social. Il padre più di una volta aveva rivolto alcuni messaggi e anche qualche lettera soprattutto a chi è stato vicino alla sua famiglia durante i giorni dell'arresto del figlio: "In questi giorni in cui la stampa ha fatto a brandelli la vita di tre famiglie colpite, ciascuna in modo drammaticamente diverso, si sono letti giudizi sommari, verità parziali o di comodo, usate espressioni dei tempi più bui della vita civile»", scrveva in una lettera di circa un anno fa. "In questi lunghi anni a tanti ho cercato di trasmettere speranza, coraggio, fiducia, di costruire bellezza, di preservare i valori fondamentali della vita, di credere nel buon futuro - aveva scritto in un post pubblicato sul suo blog - Qualche volta ci sono riuscito, altre no, come dimostra questa tragedia".

Commenti

Pietro43

Mar, 20/06/2017 - 10:34

Non riesco ad unirmi alla preghiera per un feroce assassino. Lo faccia il padre se ne ha voglia.