Abusa della disabile: arrestato operatore in un centro riabilitativo

A Barcellona Pozzo di Gotto, un uomo che lavorava in un centro per disabili ha abusato dell'assistita, i fatti risalgono al 2012 e ieri è stato arrestato

Approfittava del ruolo che ricopriva per abusare di una disabile ed è stato arrestato. È successo in provincia di Messina, a Barcellona Pozzo di Gotto, all’interno di un centro riabilitativo.

Vittima degli abusi una disabile che frequentava la struttura per le cure adatte al suo caso. I fatti risalgono al 2012, quando all’interno della struttura vi lavorava l’uomo che, nel suo ruolo di dipendente, aiutava la donna nel suo percorso riabilitativo maturando nel frattempo altri fini.

Giorno dopo giorno, l’uomo che allora aveva 45 anni, ha iniziato a manifestare verso l’assistita delle attenzioni che sono divenute sempre più particolari. Approfittando delle deboli condizioni della vittima ha dato così sfogo alle proprie perversioni riversandole su di lei. Il quarantacinquenne ha dapprima obbligato la donna a visionare assieme a lui del materiale pornografico per sottoporla poi ai suoi palpeggiamenti. In un secondo momento, sicuro di potere agire indisturbato, ha abusato di lei.

Ieri, con una sentenza passata in giudicato per violenza sessuale ai danni di una persona disabile, l’attuale cinquantaduenne è stato arrestato dai poliziotti del commissariato di Barcellona Pozzo di Gotto che hanno eseguito l’ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Barcellona.

L’uomo, negli ultimi periodi, immaginando il suo destino, aveva più volte cambiato domicilio per giocare d’anticipo e non essere rintracciato. Ma così non è stato. Adesso si trova in carcere e dovrà scontare la pena della reclusione di 4 anni e 2 mesi.