Meteo pazzo, venerdì neve su Torino e Milano

Sarà una settimana movimentata dal punto di vista meteo che culminerà con forte maltempo nella giornata di venerdì quando la neve farà la sua comparsa sulle pianure del Nord

Sarà una settimana in cui, a livello meteo, accadrà di tutto. Dopo la breve pausa dal maltempo che ha lasciato in pace l'Italia per qualche giorno durante il week end, si rimette in moto la grande macchina delle perturbazioni. E del freddo.

A partire da oggi e per l'intera settimana avremo a che fare con tutti i fenomeni atmosferici: vento, piogge, nevicate, grandinate e temporali colpiranno il nostro Paese da Nord a Sud senza risparmiare nessuno. Attenzione perchè tra giovedì e venerdì un'ondata di aria fredda dal Nord Europa farà crollare le temperature specialmente sulle regioni settentrionali e proprio nel giorno di Santa Lucia, venerdì 13 dicembre, sarà possibile vedere fiocchi di neve anche in pianura su Piemonte, Lombardia ed alto Veneto. Coinvolte due grandi città come Torino e Milano.

Come dicono gli esperti, siamo già interessati da una perturbazione che ha provocato un peggioramento delle condizioni meteo su gran parte delle nostre regioni: l'animazione del satellite mostra il maltempo interessare Sud e Sicilia dove piove da questa mattina, numerosi acquazzoni sono presenti anche sul Nord-est ed i versanti tirrenici. Venti forti da Maestrale interessano le zone più esposte ad ovest.

Nella giornata di domani il Maestrale verrà sostituito da venti più freddi di Tramontana e Bora che soffieranno in modo intenso: piogge e temporali colpiranno Abruzzo e Molise dove la neve farà la sua comparsa al di sotto dei 1000 metri, altro maltempo interesserà il Sud con temporali sparsi e possibili grandinate. Al Nord avremo cieli tersi e limpidi ma dalla serata le temperature cominceranno a crollare sotto l'incalzare dell'aria fredda da nord che mercoledì porterà le temperature massime ovunque al di sotto dei 10 gradi e le minime anche sotto le zero su gran parte delle città di pianura, da Torino a Verona. I venti settentrionali continueranno a soffiare in maniera sostenuta ma spazzeranno anche i cieli del Centro-Sud dove avremo un temporaneo miglioramento.

La pausa sarà effimera e di breve durata perchè da giovedì una nuova ed intensa perturbazione accompagnata da aria fredda comincerà ad interessare le regioni centro-settentrionali ed il versante tirrenico con le prime piogge e nevicate a quote sempre più basse che raggiungeranno l'apice nella giornata di venerdì, la peggiore di tutta la settimana, con forti temporali soprattutto su Toscana, Umbria, Lazio e Campania dove saranno possibili grandinate e nubifragi. Al nord sarà protagonista, come detto, la dama bianca che per la prima volta quest'anno si spingerà fino a quote di pianura. Torino e Milano vedranno i primi fiocchi di neve ma non sono previste, al momento, grosse criticità perchè la temperatura si manterrà sopra lo zero e non ne favorirà l'attecchimento. Saranno, per così dire, fiocchi coreografici.

Le condizioni meteo dovrebbero migliorare nel fine settimana del 14-15 dicembre quando tornerà l'alta pressione insieme ad un generalizzato aumento delle temperature.

Commenti

Angelo664

Lun, 09/12/2019 - 16:07

Il solito allarmismo ! 2 dita di neve e siamo nel panico. Primo .. e' venerdì'.. tutti quelli sulle zone collinari farebbero bene a prendere un giorno libero. Le mamme a mandare a scuola i figli col bus invece di sfoderare il SUV da 2 tonnellate che poi non sanno guidare. I camion si potrebbe bloccarli .. far saltare loro le prime ore della mattina che sono quelle più' interessate e critiche. Poi Polizia e Carabinieri con i Vigili farebbero bene a non stare rintanati nelle caserme ma ad uscire gia' alle 7 del mattino per coprire le zone critiche. Multe salate a chi non e' equipaggiate e raddoppiate a chi ha a bordo le catene ma non sono della giusta misura .

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 09/12/2019 - 16:21

In pratica per voi 3 fiocchi sono neve...

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Lun, 09/12/2019 - 20:41

Onefirsttwo(alias Tutankhamon da Hokkaido(JAPAN)) : Hi !!! STOP Non ci sarà niente di tutto questo !!! STOP Onefirsttwo ha parlato con gli Sciamani africani emigrati che a loro volta via internet hanno contattato i loro omonimi africani !!! STOP Apritevi le orecchie !!! STOP Gli Sciamani africani faranno arrivare un'onda dal Sahara allo scopo di proteggere i loro parenti in Italia !!! STOP Perciò c'è da tenere sottomano maniche corte e forse anche il costume da bagno al Sud !!! STOP E ricordate : una volta c'era Dracula , ora c'è Giuseppi , il Cuonta mxxxxxate !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhh

0071

Mar, 10/12/2019 - 00:49

In Italia il veroo freddo non esiste e mai esisterà proprio per come è posizionata la penisola, salvo rare eccezioni tipo 1956 o 1985,oppure 1929.