"In metro non si fuma". Madre e figlio pestati

Presi a calci e pugni in un vagone della metro solo per aver invitato i loro aggressori a spegnere la sigaretta

Presi a calci e pugni in un vagone della metro solo per aver invitato i loro aggressori a spegnere la sigaretta. È la drammatica sorte toccata a una donna e al figlio di 37 anni nel pomeriggio di ieri su un convoglio della linea B: l'uomo è stato ricoverato con prognosi riservata per trauma cranico, fratture alla scatola cranica ed emorragia cerebrale e adesso è in come, mentre la madre ha riportato varie contusioni con 8 giorni di prognosi.

Identificati e arrestati dalla polizia i due responsabili delle violenze: L.R. e A.S., 24 e 26 anni, originari di Caserta, entrambi con precedenti. Sono accusati di tentato omicidio. La segnalazione di quanto accaduto è arrivata alla sala operativa ma quando gli agenti del commissariato San Lorenzo, Porta Pia e del reparto volanti sono giunti a piazza Bologna, gli autori del pestaggio si erano già allontanati. Grazie alle descrizioni fornite, i due però sono stati prontamente rintracciati e poi riconosciuti senza ombra di dubbio dalle vittime. All'atto del controllo A.S. si è dimostrato aggressivo e reticente: ha rifiutato di fornire le proprie generalità e poi ha cercato di divincolarsi facendo resistenza al poliziotto, prima di colpire l'auto di servizio. Per questo è stato anche denunciato. Come raccontato dalla donna, a innescare il diverbio e le botte è stato il "qui non si fuma" pronunciato dal figlio all'indirizzo di L.R. e A.S..

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 19/09/2016 - 13:43

Originari di Caserta: non occorre aggiungere altro.

releone13

Lun, 19/09/2016 - 14:40

...ma dai...... e non erano clandestini, rifugiati, extracomunitari?????????????????????????.....ma che mondo.........erano italianissimi, educatissimi....cacchio, ci rovinano la media.......................

TruthWarrior1

Lun, 19/09/2016 - 15:10

Molti anni fa, m'era successo una faccenda simile sulla Linea A della metro di Roma. All'interno del vagone, un signore anziano chiese ad un tizio che sembrava appena uscito da uno di quei tanti luridi centri sociali in città, di spegnere la sigaretta. Il tizio rispose all'anziano di farsi i c***i suoi e per enfatizzare, concluse con uno schiaffo in faccia all'inerme signore. Nessuno dei passeggeri reagì o venne a difendere il signore. Rimasi allibito. In 2 secondi, prese il balordo dal collo, lo buttai per terra e lo mise in un presa di sottomissione. Lo stavo soffocando, ma nessuno intervenne. Tutti lì per i fatti loro! Alla prossima fermata, lo cacciai fuori e nessuno disse niente. Questa è Roma!!! Ringrazio Dio di esserne andato via!

epc

Lun, 19/09/2016 - 15:16

@releone: italianissimi? No, sono di Caserta, non ha letto?

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Lun, 19/09/2016 - 15:21

Queste sono le nostre belle "risorse", con tanto di marchio DOC e DOP . Gentaglia simile, per me, non starebbe nemmeno in galera . Dove starebbe , lo sapete .

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Lun, 19/09/2016 - 15:29

La leggerezza o ingenuità è stata del figlio che non ha intuito che aveva a che fare con due delinquenti. Infatti, chi volete che siano due dall'aria già poco raccomandabile che si mettono a fumare dove non si dovrebbe? Episodi simili - violenza allo stadio puro, ossia senza un'apparente ragione - ne accadono a centinaia in tutta Italia e per le più disparate questioni. Solo che spesso terminano senza feriti o morti rimanendo, per questo, violenze solitarie e anonime. Ovviamente il tutto non potrà che continuare a peggiorare. Si ringraziano sempre i garantisti che amano l'Italia ridotta così: in balìa del più forte. La Legge della Giungla avanza inarrestabile...

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Lun, 19/09/2016 - 15:41

Mi auguro che questi criminali siano già in galera e non ai domiciliari.

Pinozzo

Lun, 19/09/2016 - 16:00

'sti terun.

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 19/09/2016 - 16:00

non sono italiani , per come la vedo io l'Italia finisce a Bologna , il resto è terra di conquista.

tuttoilmondo

Lun, 19/09/2016 - 16:16

Ci sono persone che hanno niente da perdere e persone che hanno qualcosa da perdere. Quelli che hanno niente da perdere sono pericolosi e, in un certo modo, anche più forti perché non hanno remore. Un cittadino normale, contro chi ha nulla da perdere, si trova in difficoltà. Estremizzando: se ti ammazza muori, se lo ammazzi vai in galera. Comunque perdi. Ci vorrebbe l'impegno della collettività, quando un cittadino si trova in certi frangenti. Se due o tre passeggeri si fossero schierati dalla parte del trentenne probabilmente non ci sarebbe stato il massacro. Ma lo Stato non solo non previene con poliziotti sottratti alle scorte di quaquaraquà, ma addirittura difende il "poveraccio" delinquente contro il cittadino per bene. E allora... chi ce lo fa fare? Pensano i più. Il fatto è che si sa come comincia, non si sa come finisce. Quindi colpire per mettere fuori combattimento. E poi???

27Adriano

Lun, 19/09/2016 - 16:29

Spero vivamente che i due aggressori restino in galera, anche se il Giudice può interpretare la legge a piacimento... a proposito: i due "tipi" che hanno picchiato sul treno la Signora nigeriana (a gravidanza ormai al termine, sono stati rilasciati dal Giudice. Sono ai domiciliari a Roccafranca e Chiari (Giornale di Brescia della scorsa settimana).

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 19/09/2016 - 16:30

Passata l'ondata di sdegno entrano in azione gli avvocati, le leggi garantiste e i giudici buonisti. Rivedremo presto sul metrò questi delinquenti.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Lun, 19/09/2016 - 16:31

Egregio spiritoso releone13, "...erano italianissimi"? Come osserva mbferno: "originari di Caserta: non occorre aggiungere altro"!

Ritratto di italiota

italiota

Lun, 19/09/2016 - 16:35

... spediamo a casa questi extracomunitari delinquenti, non senza prima averli presi a randellate però !!!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 19/09/2016 - 16:35

ora cacciateli in galera senza processarli, fategli fare lavori forzati a vita ed ogni sera prima di coricarsi bastonate a volontà. Filmare il tutto e trasmetterlo obbligatoriamente sulle principali reti televisive. Vedrete che buoni che diventano...

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 19/09/2016 - 16:37

x Blent: Errore! L'Italia finisce al Po.

nopolcorrect

Lun, 19/09/2016 - 16:39

E adesso trenta anni di galera.

marcomasiero

Lun, 19/09/2016 - 16:49

@releone sei proprio un kompagno !!! la differenza è che questi due italiani verranno giustamente denunciati e rinchiusi ! è la differenza tra essere ITALIANO ed essere o un FINTO italiano oppure una delle vostre melmose "risorse" colorate

beale

Lun, 19/09/2016 - 17:02

almeno 5 anni di lavori "socialmente" utili, "forzati" e si redimerebbero.

Ricky70

Lun, 19/09/2016 - 17:20

@ TruthWarrior1. Non è Roma ma tutta l'Italia, perché le forze dell'ordine intervengono sempre con efficienza e trovano i colpevoli, ma se tu avessi dovuto andare a testimoniare davanti al magistrato magari nei guai potevi finirci tu per eccesso di difesa. In fondo lo schiaffeggiato era l'anziano e tu ti sei intromesso in fatti che non ti riguardavano con eccessiva violenza. Per gli esempi basta andare su Google o leggere i giornali e vedere i guai che passano quelli che si difendono, anche se sono aggrediti in casa loro. La colpa non è dei magistrati, ma delle leggi che emana il governo per eccessivo buonismo e svuota carceri

roberto zanella

Lun, 19/09/2016 - 17:36

io dico che bisogna armarsi..solo piantandogli una rivoltella sotto la gola l'avrebbero smessa ...non è facile da dire ma guardate che diventerà cosa normale ...è da ipocriti dire "ci deve pensare la Polizia " perchè arriva quando tu sei morto e allora è meglio che arrivi quando almeno uno o i due li hai spediti al creatore ....poi andrai a processo ma anche il PM tiene famiglia...

Ritratto di Situation

Situation

Lun, 19/09/2016 - 17:39

L'ho sempre detto che meglio 100 nordafricani che un "meridios" con un titolo di studio; meridios questo è il problema da SEMPRE !

Zizzigo

Lun, 19/09/2016 - 17:40

C'è stato uno, un paio di secoli fa, che volle l'Italia unita... c'è una stirpe, che parte da lontano, e, purtroppo, ha manie di grandezza e non si estingue mai. Mettere assieme gli incompatibili, non andrà mai bene

tuttoilmondo

Lun, 19/09/2016 - 17:43

A tutti gli utili idioti che infestano il forum: i delinquenti di casa non sono meno odiosi dei delinquenti esteri. Ma sono un male inevitabile, mentre gli altri malanni si possono e SI DEVONO evitare. Capito?

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 19/09/2016 - 17:44

-----è divertente leggere le barzellette dei leghisti----cioè di coloro che non governeranno mai---alias perdenti nati---andatevi a fare un goccio di sacro fiume-----hasta siempre

maricap

Lun, 19/09/2016 - 17:53

Rifare tutte le leggi, in maniera che non possano essere interpretate pro delinquenza dai soliti magistrati di sinistra. Istituire i lavori forzati, per un certo tipo di crimine, e per i recidivi. Concedere il porto d'armi alle persone che nella vita abbiano sempre dimostrato rettitudine, e permettergli, senza rotture di cogl.... , di difendere se stesse, e chi viene aggredito in loro presenza. La morte di un delinquente abituale & C, non deve essere presa nemmeno in considerazione, se non per considerarla come " Pulizia necessaria del territorio". Se per far ciò, si rende necessaria una rivoluzione, la si faccia e Amen. Basta subire, senza poter reagire! Ghigliottine subito, e così sia.

yulbrynner

Lun, 19/09/2016 - 18:04

se a un leghista il buon salvini ordinasse di farsi 10 pugnette al giorno loro per compiacerlo se ne farebbero almeno 11 ahahahah... aspetto i soliti pirletti di turno a darmi del sinistro anarchico eccecc della politica m'importa di un cicco di sigaretta .i leghhisti non amano la satira haaha o forse non tutti ehehe

Gius1

Lun, 19/09/2016 - 18:09

releone13 # la tua comicita´e´infinita.sei un burloncello molto ma molto mediocre. NON MI FAI RIDERE

Ritratto di Lissa

Anonimo (non verificato)

Gius1

Lun, 19/09/2016 - 18:13

Situation # forse non sai che nei MERIDIOS ci sono anche delle persone meglio di te, come pure altre meno oneste ma questi sono anche nel SETENTRIOS

moshe

Lun, 19/09/2016 - 18:14

Identificati e arrestati dalla polizia ... e presto rimessi in circolazione dai magistrati ... pene corporali e pena di morte, sicuramente il numero dei bastardi diminuirebbe

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Lun, 19/09/2016 - 18:18

Il solito spurgo di fogna che sgorga del Sud!

Angiolo5924

Lun, 19/09/2016 - 18:39

@Blent. La vedo anch'io così. Però sono di Firenze, la culla della civiltà occidentale. Quindi ti puoi astenere dal fare battute penose. Quanto ai due casertani, non è stato imprudente il figlio. Sono la prevenzione e la repressione che non funzionano. Altrimenti quei due sacchi di letame non si sarebbero azzardati a ridurre in fin di vita una uomo inerme e a picchiare una donna. Questo è un paese i cui abitanti non possono aspettarsi niente di buono, grazie ai magistrati e alle forze dell'ordine che non si ribellano vedendo le canaglie che arrestano rimesse in libertà la sera stessa.

luan

Lun, 19/09/2016 - 18:45

L'ITALIA NON ESISTE

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 19/09/2016 - 18:56

io ne conosco un centinaio se non piùdi Caserta ma vi assicuro che sono tutti come quella signora e il figlio. Non sono tutti delinquenti, quelli che hanno aggredito sono i classici cafoni, che hanno vissuto di violenza.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 19/09/2016 - 19:00

Vediamo quanto staranno dentro!

nunavut

Lun, 19/09/2016 - 19:28

@ Aliskar.il.Maledetto tanto che ci siamo, dovremmo,secondo lei, incolpare chi ha escogitato la legge antifumo in luoghi pubblici e chi ha spinto il governo a redigerla.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Lun, 19/09/2016 - 20:40

Caserta, terra dei fuochi, discariche abusive, boss e picciotti…

bobots1

Lun, 19/09/2016 - 20:45

Bravo "tuttoilmondo". Completamente d'accordo con Lei.

lavieenrose

Lun, 19/09/2016 - 21:17

Non so capacitarmi di come si possa scrivere certe idiozie. Nord, sud, Caserta, un calderone di tritume becero che peggiora solo la situazione. Il vero problema è il lassismo, l'ignoranza e l'arroganza dilagante che imperversa in tutta la noazione e di cui non solo la classe politica da esempio.

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Lun, 19/09/2016 - 21:43

Fermo restando che quei due "feccia" dovrebbero pagare con anni di galera,..Egregi @releone,epc,pinozzo,tomari ecc..qui gli unici non italiani siete voi , che avete venduto..o meglio regalato l Italia a gente che permette ben altre invasioni..eroi da tastiera .

venco

Lun, 19/09/2016 - 22:20

Essendo pregiudicati adesso con questo atto si mettano in carcere a vita, si ergastolo, altrimenti questi quando tornano fuori sono ancora un grave pericolo per la società.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 19/09/2016 - 22:59

E dire che erano presenti decine di persone e nessuno è intervenuto. Probabilmente sono gli eroi della tastiera, che qui fanno i gradassi, stile Elkid o Yulbrinner, che al massimo dello sforzo può lucidarsi la crapa pelada, fegato siamo a zero, i primi a darsela a gambe, cioè nati per scappare. Capitasse a loro, voglio vedere se scrivono le stupidate o sfottono le persone sul link. Qui si parla di una persona messa male dalle botte e loro ridono, a prescindere, basta sfottere gli altri. Gente meschina. Cercate di rimanere sull'argomento.

Antfo

Mar, 20/09/2016 - 04:11

Che meraviglia leggere i commenti di italiani (del "norde" suppongo), che criticano altri italiani del sud. Che bello constatare che nello stesso Paese necessita ancora integrazione tra nord e sud e ci permettiamo di sparlare dei profughi. La coerenza è quella che manca in questo Paese di falliti. Ci fosse stato qualcuno che si fosse dimostrato indignato per l'indifferenza degli altri passeggeri di fronte all'aggressione subìta da due concittadini. Tutti bravi a puntare il dito contro i casertani senza capire il reale problema del contesto in cui viviamo. È sempre più vergognoso essere italiano!!!

Tipperary

Mar, 20/09/2016 - 06:17

Entrambi con precedenti? Perché erano fuori? Se erano fuori e poteva toccare a noi quanto successo, a chi dobbiamo rivolgerci per chiarimenti, spiegazioni e risarcimenti? Nomi e cognomi.

edo1969

Mar, 20/09/2016 - 07:29

TruthWarrior1 raccontane di meno dai... e smettila di leggere i fumetti che la pasta è pronta

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 20/09/2016 - 09:07

A tuttoilmondo: SE FOSSE COME TU DICI, MI SPIEGHI PERCHE' ESISTE ANCORA IL PROBLEMA DELLA : MAFIA,CAMORRA,ANDRANGHETA,SACRA CORONA UNITA. ME LO SPIEGHI???, SONO 4 PROBLEMI "INTERNI" E NON SI VUOLE RISOLVERLI. IN ATTESA BUONA GIORNATA

VESPA50

Mar, 20/09/2016 - 09:55

vorei dire a questi sfigati signori della Razza Superiora, tipo Pinozzo (già il nome dice tutto) Situation, Etaducsum, Mbferno e altri che quando succede qualcosa al Sud sono pronti a versare subito veleno e fango considerando il Sud alla stregua della peggiore Africa, quando succede al Nord, (potrei citare l'esempio del motorino scagliato qualche anno fa, dai tifosi interisti al Meazza sui tifosi sottostanti che poteva trasformarsi in una strage) nemmeno una parola. Ecco perchè più passa il tempo e più vi odiamo

BlackMen

Mar, 20/09/2016 - 10:49

Angiolo5924: Firenze culla della civiltà occidentale? Ne è proprio certo?mai sentito parlare di Magna Grecia? E di impero Romano? Devo dedurre di no. Beh per sua informazione Firenze fu fondata dai Romani nel 59 a.C....forse intendeva dire culla della lingua italiana (vd. il famoso risciacquo dei panni in Arno di Manzoniana memoria e che sancì il passaggio dalla lingua volgare all'italiano) che però è ben altra cosa. Chi non è abbastanza informato farebbe meglio a tacere in modo da evitare figure barbine. PS detto questo anche il tizio che considera l'Italia solo fino a Bologna ha i suoi bei problemi di ignoranza atavica...per carità!