"Aiuto, mi ha violentata!". Chiama 112:"Siamo impegnati"

"Aiutatemi, vi prego!". Questa l'ultima richiesta d'aiuto al 112 di Alexandra Macesanu, la 15enne romena rapita, stuprata e uccisa dal serial killer Gheorghe Dinca. Agghiacciante la risposta degli operatori telefonici: "Ora basta, stai occupando la linea"

"Aiuto, sono stata violentata! Non riagganciate, vi prego!". Questa l'ultima richiesta di aiuto al 112 di Alexandra Macesanu prima che il suo aguzzino, Gheorghe Dinca, un meccanico di 65 anni, la uccidesse in modo efferato. I resti del corpo della ragazza, già completamente carbonizzati, sono stati ritrovati soltanto 19 ore dopo l'assassinio in un appartamento di Caracal. Ieri mattina, invece, sono stati diffusi gli audio choc delle telefonate tra la giovane 15enne romena e gli operatori del call center per le emrgenze. Intanto, continuano le proteste della popolazione nel cuore di Bucarest contro il governo romeno, accusato di negligenza e ignavia.

Tutto è cominciato lo scorso 24 luglio. Alexandra Macesanu, 15enne originaria del villaggio di Drobsloveni, fa l'autostop per tornare a casa. Viene notata da un anziano signore, Gheorghe Dinca, all'apparenza quello che si definirebbe proprio un "brav'uomo": capelli aregentei, guance paffute e sguardo dolcemente incanutito dal tempo. Non vi è alcun motivo di dubitare della sua buona fede, non di primo acchito. Così, la giovane accetta il passaggio e sale a bordo della vettura con lo sconosciuto. Ma, d'un tratto, qualcosa cambia. E accade qualcosa di terribile.

Dinca benda la ragazza e, invece riaccompagnarla a casa, la conduce nel suo appartamento di Caracal. La segrega al buio della camera da letto. La picchia a sangue, la stupra brutalmente. Quell'uomo è una bestia immonda. Onde evitare che la quindicenne possa mettersi in contatto con qualcuno per essere soccorsa, le sottrae lo smartphone. Ma commette un errore, un grosso errore: dimentica di recuperare il telefono personale. Non appena la ragazza si ritrova sola, infatti, compone il numero del 112 per chiedere aiuto. Lo fa per ben 3 volte. E per ben 3 volte, viene ignorata.

"Pronto? Sono stata rapita.". Ha la voce rotta dal pianto e il respiro affannoso per la paura quando telefona all call center per le emergenze per la prima volta. "Mi chiamo Alexanda Macesanu, ho 15 anni e sono stata violentata. Per favore, venite presto!", dice con un filo di voce. Ma nessuno la prende sul serio, nessuno degli operatori sembra crederle.

"Che vuol dire non sai dove ti trovi? E noi come facciamo a trovarti? Pronto?". E riagganciano il telefono. La quindicenne, in preda alla disperazione più nera, fa un altro tentativo: "Mi ha portata a Dobro, a Caracal credo, non lo so di preciso dove. Ho paura, venite presto!Pronto? Non riagganci, per favore! Non riagganci!". Neanche a dirlo, i suoi interlocutori chiudono la chiamata. Anzi, dal tono della conversazione, sembrerebbero pure seccati.

"Ho paura, venite presto! Eccolo, eccolo, sta tornando! Mandate qualcuno, vi prego". È l'ultima telefonata che Alessandra Macesanu fa al 112. Dall'altra parte della cornetta, c'è Antonius Caracalla, operatore numero 9:"E dove? L'indirizzo lo sai? Ah, non lo sai. Ora basta chiamare! Stai occupando la linea, ci sono altre chiamate sotto.".

Si spegne con l'ennesimo, strafottente rifiuto la flebile speranza di salvezza per la quindicenne. I resti delle sue ossa, già completamente carbonizzati, vengono ritrovati soltanto 19 ore dopo la truce uccisione nell'abitazione di Dinca.

Accanto al corpo della giovane, gli agenti hanno rivenuto altri numerosi frammenti ossei e 21 pezzi di denti. Stando all'esito dei primi esami condotti dalla scientifica, potrebbero appartatenere a Luiza Melencu, 18 anni, scomparsa misteriosamente il 18 aprile scorso nella zona di Caracal.

Intanto che continuano le indagini su questo intricato caso di pluriomicidio, continuano le proteste della cittadinanza attiva di Bucarest contro i rappresentanti del governo e delle forze dell'ordine. La prima testa a cadere, è stata quella del capo di polizia Ioan Buda a cui, sono seguiti altri due ignoti funzionari delle forze dell'Ordine. Ma questa sembrerebbe solo l'inizio di una lunga mattanza.

Nel contempo, Gheorghe Dinca ha confessato l'assassinio di Alexandra Macesanu. Rischia il carcere a vita.

Commenti

seccatissimo

Mer, 07/08/2019 - 08:09

Pazzesco ! Sono senza parole !

Ritratto di akamai66

akamai66

Mer, 07/08/2019 - 08:31

Le strutture sono quelle che sono, da sempre. Inutile accanirsi contro il telefonista, vi sono Stazioni dell’Arma che di notte non hanno nemmeno il personale adeguato per difendersi da un attacco, che non va mai escluso. E lo stress? Li vogliamo pochi, vds.mucchio selvaggio, ma li pretendiamo efficienti! A fronte un Governo che occupa gran parte del suo tempo a confliggere dentro e fuori: NON può continuare. TIME OUT, se non ora quando?

Lotus49

Mer, 07/08/2019 - 08:42

Sembra la storia dell'Hotel Rivapiana: quelli chiamavano per essere soccorsi dalla valanga e l'operatrice cincischiava e li trattava con sufficienza. Capisco che per gli operatori è difficile distinguere le emergenze vere dai mitomani, ma quello è il mestiere loro. Se uno fa il pasticcere, deve saper fare le torte, se uno fa l'operatore dell'emergenza, deve saper riconoscere il pericolo, se no è meglio che cambi mestiere.

Marzio00

Mer, 07/08/2019 - 09:43

Evento assurdo accaduto in ROMANIA e non in Italia

myollnir

Mer, 07/08/2019 - 09:44

Ci sono i carabinieri anche in Romania?

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Mer, 07/08/2019 - 10:02

@akamai66 Mer, 07/08/2019 - 08:31 - Perchè lei sa che governo c'è in Romania? Perchè il fatto è successo in Romania lo ha capito vero?

Viking

Mer, 07/08/2019 - 11:43

Leggete bene l'articolo, il fatto è avvenuto in Romania, il 112 è ormai il numero unico europeo per le forze dell'ordine.

Divoll

Mer, 07/08/2019 - 11:43

Povera bambina! Ai figli bisogna inculcare che non si deve mai, mai, mai fare autostop ne' salire in macchina con sconosciuti, neanche se fossero donne.

carpa1

Mer, 07/08/2019 - 11:47

Non solo in Italia, anche in Romania "RISCHIA" il carcere a vita!

rudyger

Mer, 07/08/2019 - 12:37

Sig. Carpa1, in italia RISCHIA, in Romania GLI DANNO IL CARCERE A VITA senza altri benefici !

steacanessa

Mer, 07/08/2019 - 13:07

Il DOVE è diventato obsoleto nel giornalismo.

Ritratto di glucatnt73

glucatnt73

Mer, 07/08/2019 - 13:45

@akamai66: è accaduto in Romania, cosa c'entra il governo?????? Non basta leggere il titolo!

ulio1974

Mer, 07/08/2019 - 16:36

akamai66 Mer, 07/08/2019 - 08:3: forse non hai capito: è una vicenda romena, della Romania, non romana di Roma.....

Gio56

Mer, 07/08/2019 - 18:22

akamai66 se quelli che vogliono il cambiamento del governo sono come Lei siamo a cavallo.

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Mer, 07/08/2019 - 19:50

Chissà in cosa erano impegnati.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Gio, 08/08/2019 - 00:33

A volte ho l'impressione che Carabinieri e Polizia siano sempre li quando devono mettere multe ma quando hai bisogno di loro non sempre arrivano ad aiutarti. Certo non è sempre così, ma accade spesso.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 08/08/2019 - 08:57

Ma quelli che commentano senza avere letto l'articolo... ci sono o ci fanno???

graffio2018

Gio, 08/08/2019 - 10:14

io ci scommetto che in romania in carcere ci va sul serio!!! e prenderanno provvedimenti anche verso gli operatori telefonici

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Gio, 08/08/2019 - 10:48

akamai66 ha dimenticato di chiudere il commento con "Tutta colpa di Salvini"

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Gio, 08/08/2019 - 10:55

Fare subito un'inchiesta e capire chi ha dato quella risposta infamante.

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 08/08/2019 - 10:58

Incredibile.Regards