Migranti, 6500 soccorsi in mare in un solo giorno

La Guardia Costiera ha coordinato oltre quaranta diverse operazioni di soccorso, recuperando migliaia e migliaia di disperati partiti dall'Africa

Un'operazione di soccorso da record, che ha fatto segnare il più alto numero di migranti recuperati in mare in un solo giorno.

Nel mezzo del Canale di Sicilia varie unità navali civili e militari coordinate dalla Guardia Costiera nell'ambito di più di quaranta differenti operazioni hanno salvato dal mare oltre seimila e cinquecento profughi salpati dalle spiagge dell'Africa settentrionale. Le operazioni di soccorso sono state svolte circa a venti chilometri al largo della città libica di Sabratha, nella parte più occidentale del Paese, quasi al confine con la Tunisia. Come spesso accade, i migranti si trovavano alla deriva su imbarcazioni sovraccaricate, senza carburante a sufficienza e assolutamente non in grado di tenere il mare.

Negli ultimi quattro giorni sono addirittura diecimila le persone soccorse in alto mare fra la Libia e l'Italia. Solo domenica diverse unità della Marina Militare italiana e della Guardia Costiera avevano tratto in salvo oltre mille e cento altri profughi. Secondo i dati dell'Organizzazione Internazionale delle Migrazioni riportati dalla BBC, oltre 275.000 altri disperati aspettano di salpare sulle coste libiche.

Quest'anno sono già arrivati in Europa oltre 284mila immigrati, di cui circa 106mila in Italia. Fra quelli diretti nel nostro Pese, oltre 2700 persone hanno perso la vita in mare.

Cresce la tensione a Calais

Nel frattempo cresce la tensione a Calais, sulla sponda francese della Manica. Nell'accampamento improvvisato della "Giungla" si trovano al momento 6900 persone secondo le stime ufficiali, ma le organizzazioni umanitarie presenti sul territorio ritengono che non possano essere meno di diecimila. Tutti fermamente decisi a passare in Gran Bretagna con ogni mezzo.

L'aumentato numero di profughi accalcatisi alla periferia della città francese contribuisce ad esasperare gli animi di residenti e soprattutto degli autotrasportatori, sempre più spesso vittime di veri e propri attacchi da parte dei migranti, che non esitano a fermare i tir lungo l'autostrada pur di intrufolarsi nel cassone. Per questo lunedì prossimo alle sette del mattino è stato convocato un doppio corteo dalle vicine città di Dunkerque e Boulogne-sur-Mer, che dovrebbe culminare in un blocco autostradale.

Nel frattempo il candidato repubblicano alle elezioni del 2017 ed ex presidente Nicolas Sarkozy ha rimarcato - in chiave evidentemente propagandistica - la necessità di "spostare" la Giungla di Calais su suolo britannico. La questione, per la verità, è regolata da accordi bilaterali anglo-francesi che stabiliscono come la frontiera sia da collocarsi in suolo transalpino. Al netto di qualche polemica all'indomani del voto sul Brexit, pare che lo status quo non debba subire, almeno per il momento, revisioni.

Commenti
Ritratto di illuso

illuso

Mar, 30/08/2016 - 11:13

Gioia immensa per coop rosse e onlus papaline.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 30/08/2016 - 11:25

SALVATI? Stavano forse annegando? DISPERATI? Chi,quelli che hanno l'iphone o si fanno il lifting? E' ora di prendere il toro per le corna,come si suol dire e guardare in faccia la realta',anche se brutta: CI STANNO PRENDENDO per i fondelli e davanti a migliaia di PRO-FURBI con istinti parassitari non dobbiamo PRO-STRARCI a novanta ai kulinaria mettendo la testa sotto la sabbia a mo' di struzzi.Il nostro paese rischia il collasso economico e sociale,e questo non giova a nessuno,nè agli italiani,nè ai cosidetti profughi nè ai politici.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 30/08/2016 - 11:32

Bisognerà provvedere, quanto prima, per Hotels dotati di piscina, palestra e wi-fi. I terremotati? Faranno un po' di casino subito. Poi si adatteranno a...mettersi in coda. Ci penseremo dopo.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 30/08/2016 - 11:34

Perchè anche voi de' Il Giornale continuate a chiamarli profughi, rifugiati, migranti, disperati? Fate anche voi parte del "disegno" quindi?

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 30/08/2016 - 11:38

VENITE VENITE CHE C'E' POSTO PER TUTTI A CASA DI: RENZI,GRASSO,BOLDRINI, E DI TUTTI QUEI PREFETTI,QUESTORI,SINDACI,PRESIDENTI DI REGIONE,DI PROVINCIA CHE SONO ROSSI ! ECCO VENITE MA ANDATE DA LORO. IL RESTO D'ITALIA NON VI VUOLE, SIAMO PIENI, NON C'E' PIU POSTO . COME DEVO DIRLO ? STOP

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mar, 30/08/2016 - 11:42

Ma che brassica scrivete! I verbi come 'salvare' e 'soccorrere' non sono quelli appropriati. Comunque, sembra che a voi del Giornale l'invasione stia bene. Allora cominciate pure a fare spazio nella vostra redazione: ma solo per dimostrare tangibile solidarietà per almeno una cinquantina di disperati invasori.

venco

Mar, 30/08/2016 - 11:44

Vengono perche si sentono invitati dai nostri predicatori di accoglienza e di abbattimento muri.

mstntn

Mar, 30/08/2016 - 11:45

Le vite si salvano anche riportandoli indietro. Non capisco che governanti abbiamo.L'unica spiegazione è che col tempo vorranno i voti di questi e vincere sempre un po come neri e ispanici in America che non voteranno mai repubblicano. Poveri noi quante tasse dobbiamo pagare!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 30/08/2016 - 11:49

Forse ho perso una puntata, ma credo che Malta faccia sempre parte della EU e allora non mi spiego come mai nessuna "risorsa" venga inviata laggiù. Geograficamente Malta é ben piazzata, meglio di noi direi, per andare a salvare un po' di risorse ma a quanto pare toccano tutte a noi. Grazie Europa, grazie bischero e grazie alf-ANO!

rudyger

Mar, 30/08/2016 - 11:51

Forza Al fano ! vai a raccoglierne altri, ma portali a casa tua.

jackmarmitta

Mar, 30/08/2016 - 11:51

SONO CLANDESTINI E DELLA PEGGIOR SPECIE

Rossana Rossi

Mar, 30/08/2016 - 11:52

E lo schifo continua....e noi paghiamo....e i nostri governanti abusivi mangiano......ha ragione mbferno.......la colpa è tutta nostra, che brontoliamo soltanto e non ci ribelliamo a questa indecenza......

ArturoRollo

Mar, 30/08/2016 - 11:56

1.100, migranti trasportati in Italia, domenica 28 Agosto 2016. Lunedi, 29 Agosto, 2016, 6.500, salvati e trasportati in Italia. Nel 2016 ad oggi: 112.500, salvati e trasportati in ITALIA contro I 116.000 al 30 Agosto, 2015. Stragrande maggioranza: Africa dell' Ovest e Corno d' AFrica (Somali ed Eritrei): fonti UNHCR . Flusso non sostenibile. Il problema non sono I numeri, ma la DIVERSITA' di Religione e quindi ci Cultura, Valori e Civilta'...musulmani non assimilabili .

OttavioM.

Mar, 30/08/2016 - 11:58

Non sono migranti,il migrante è uno che migra con i documenti in regola,si paga il viaggio e migrando torna a casa sua.E non sono neppure profughi solo i decerebrati possono pensare che i profughi sono tutti uomini,giovani,di 20 paesi africani diversi dove non cè guerra o persecuzione.Questi sono clandestini,ma a differenza di quelli degli anni 90 che bene o male venivano a lavorare,questi vogliono fare tutti i rifugiati,come se fosse una professione,con casa e sussidio.La colpa ovviamente è del governo che continua a scaricarli tutti in Italia,a fare l'accoglienza a tutti in albergo o appartamentino,mentre sfollati,terremotati e sfrattati si devono arrangiare.Chiedetevi perchè la Spagna non ha nessuna emergenza immigrazione.Perchè non hanno il business dell'accoglienza?

VittorioMar

Mar, 30/08/2016 - 12:01

...LORO VINCONO LA GUERRA IN LIBIA E NOI SUBIAMO GLI EFFETTI COLLATERALI??

ziobeppe1951

Mar, 30/08/2016 - 12:02

Se voi de il Giornale continuate a chiamarli profughi migranti e disperati, vorrà dire che farò lo sciopero di 1 mese e migrerò su altri quotidiani

osco-

Mar, 30/08/2016 - 12:03

mi chiedo dove li mettono tutti questi giovanotti. Purtroppo è solo questione di tempo, dato che i Paesi confinanti non li vogliono ce li dovremo tenere noi, e dato che non abbiamo un'economia in grado di assorbirli, non c'è un minimo di integrazione tra italiani del Sud e del nord, dato che abbiamo un misero welfare pronto a saltare, tra una decina d'anni saremo in guerra civile.

CALISESI MAURO

Mar, 30/08/2016 - 12:04

Qui si rasenta il ridicolo, i profughi erano a 20 miglia da Sabratha, quindi in acque Libiche. E cosa ci facevano i nostri eroi della marina da quelle parti?

il corsaro nero

Mar, 30/08/2016 - 12:06

@Venco: vengono anche perchè sanno che li andiamo a prendere direttamente a casa loro e che qui in Italia saranno mantenuti a vita!

CALISESI MAURO

Mar, 30/08/2016 - 12:17

e poi quale sbarco!!?? li hanno presi a un passo da casa loro in acque non nostre, sbarco e' quando uno invade un paese arrivando via mare su una spiaggia o porto:)) ci sarebbe da ridere se non fosse una tragedia ben organizzata e con tanti soldi in ballo!

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 30/08/2016 - 12:21

Leggo : "Nel mezzo del Canale di Sicilia . . . Le operazioni di soccorso sono state svolte circa a venti chilometri al largo della città libica di Sabratha" - - - Ancora con questo Canale di Sicilia ? Avete veramente stancato ! Apritevi un qualsiasi atlante; il Canale di Sicilia è lo stretto tra la Tunisia e la Sicilia. In francese infatti si chiama Canal de Tunis o Canal de Cap Bon. Il tratto di mare dove noi facciamo accoglienza (pardon, raccoglienza e alla rinfusa) è al largo della Libia, come per altro scritto più avanti nell'articolo. Ma tant'è, capisco che impietosisce di più il termine Canale di Sicilia anziché acque antistanti la Libia. Se poi erano effettivamente a 20 km, significa che erano a 10,8 miglia nautiche quindi in acque squisitamente libiche, altro che Sicilia. Se invece si intendeva 20 miglia nautiche sono andati a raccoglierli subito davanti l'uscio libico e non siculo.

Giovanni2.1

Mar, 30/08/2016 - 12:25

Nelle altre "testate" ormai si sono adeguati e non ne parlano più,e se provi a parlarne ti rimuovono il commento.

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 30/08/2016 - 12:58

ma quale disperati, quali profughi in fuga dagli orrori della guerra. E' commercio di schiavi perché ci mangiano tutti, per prima la chiesa. Un disegno programmato e deliberato per azzerare la nostra cultura, le nostre tradizioni, la nostra storia, la nostra civiltà, le nostre conquiste sociali, la nostra pace, il nostro benessere conquistato con il lavoro, i sacrifici e la libera iniziativa. I nostri destini in mano a perfidi ipocriti, delinquenti e bacia pile.

Chanel

Mar, 30/08/2016 - 13:00

Qui si è perso il controllo della situazione e si sente solo dire che sono meno di quelli dell'anno scorso, a parte la non piccola precisazione che questi si aggiungono a quelli dell'anno scorso visto il numero ridicolo dei rimpatri, le frontiere chiuse, per non parlare di quelli che arrivano dal nord perchè non hanno avuto il visto negli altri paesi. In tutto ciò per il problema vero è il referendum e anche il disastroso terremoto è gestito in quella chiave

mariod6

Mar, 30/08/2016 - 13:03

Andiamo a prenderli a 20 Km dalla costa libica. Quando i pescherecci italiani entrano nelle acque territoriali della Libia o della Tunisia vengono immediatamente sequestrati. Questi "migranti" li fanno partire senza carburante e senza acqua. Che remino per arrivare più lontano. Perché dobbiamo tirarci in casa i due milioni di furbi che aspettano un passaggio?? e noi dove andremo a vivere ?? Politicanti da strapazzo, siete riusciti a rovinare il paese e continuate senza nessuna remora. fate schifo!!! Venite a trovarmi che vi racconto io la storia del mago!!

antonmessina

Mar, 30/08/2016 - 13:04

LA VOLETE PIANTARE DI CHIAMARLI DISPERATI? ANDIAMO A PRENDERLI SULLE LORO COSTE! DOVRESTE AVER VERGOGNA DI NON DIRE CERTE COSE

paomoto

Mar, 30/08/2016 - 13:12

Il Giornale è l'unico (insieme a pochissimi altri) a denunciare questa follia quotidiana. Provate ad ascoltare notizie e commenti dei TG (tutti), prestate attenzione alla commossa verve dei conduttori dei telegiornali di Rai 1, 2, 3 o La7 oa certe sottolineature nelle rassegne stampa la notte. Per fortuna esiste Il Giornale.

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 30/08/2016 - 13:15

l'accoglienza dei clandestini è il nuovo settore economico della nazione, che sarà ascritto (assieme ad altri meriti) al governo renzi. questo boom dell'immigrazione clandestina, fà bene alla nostra economia, alla nostra società, alla nostra cultura e quindi orgogliosi dobbiamo urlare: mandatene di più, questi sono pochi!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 30/08/2016 - 13:19

Ma Alfano aveva promesso che i soccorsi in mare diminuivano ed i numeri si sarebbero ridotti. Sigh, quasi 7000 in un solo giorno. Pensano di "salvarli" per un numero e tempo infiniti? Così giusto per saperlo, di cosa andiamo incontro, di cosa ci aspetterà il futuro. Si sommano sempre ai già pervenuti. Forse i politici faticano a fare le somme, pure con la calcolatrice. Trovata la soluzione: tutti nell'azienda di Librandi, che sostiene di averne tanto bisogno.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 30/08/2016 - 13:20

"mbferno", l'Italia è GIÀ al collasso economico e sociale! Se i dati ufficiali (rigorosamente manipolati-manovrati) parlano di 284mila-106mila invasori, i numeri veri sono minimo 5 volte tanto! E' una macello ineluttabile frutto di un'indecente serie di concause che come primo imputato e accusato vede proprio noi stessi. Abbiamo silenziosamente accettato e ci siamo vigliaccamente assoggettati a una incredibile raffica di attentati (tutti riusciti) alla nostra nazione, alla sua sovranità, democrazia, organizzazione sociale, storia, economia, dignità, alle nostre tradizioni e ai nostri sacrosanti diritti. Non contenti di esserci consegnati da 70 anni all'aberrante, erosivo e mortale cancro rosso, ci siamo fatti macellare dall'Europa a controllo tedesco (ricordo che mai nessuno ha chiesto al popolo se voleva sottoscrivere i mille schiavizzanti trattati, entrare nell'euro, ecc...)... 1 DI 4 SEGUE

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 30/08/2016 - 13:21

Italioti cominciate a sgombrare le stanza di casa vostra, l'obbigo non tardera'.

chebarba

Mar, 30/08/2016 - 13:22

brodo lungo e seguitate, ma quando finisce anche il brodo lungo?

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 30/08/2016 - 13:23

...mentre di tanto in tanto emerge che gli USA spiano da decenni ogni singolo politico di ogni singola nazione (quelle "alleate" in primis), cosa peraltro immediatamente "silenziata" e "digerita" da tutte le ricattate vittime. Ma non contenti, in casa nostra siamo riusciti a far diventare ministro un'immigrata illegale congolese, fare diventare una "carica dello stato" una Boldrini, accettare un vero e proprio golpe nel 2011, tre consecutivi "governi" non eletti da nessuno (rigorosamente rossi) in un parlamento dichiarato incostituzionale da chi poi ha accettato di diventarne il presidente, applaudire in piazza S.Pietro uno dei principali sponsor dell'invasione senza limiti, accettare centinaia di migliaia di "alieni" e (in molti casi) criminali immigrati illegali assistendo muti allo sfruttamento delle nostre risorse per mantenerli e fare arricchire una pletora di cooperative, onlus, "organizzazioni umanitarie" tutte legate alla fogna rossa o vaticana. 3 DI 4 SEGUE

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 30/08/2016 - 13:24

E per chiudere il cerchio e per sperare di "venirne fuori" a chi siamo riusciti a dare potere? Alla setta del comico ligure, ai vuoti cosmici utopistici ma comunque ampiamente e provatamente rossi nell'animo che si fanno controllare da quattro gatti del web (ben telecomandati da Casaleggio & Eredi), sempre pronti a fare ridicole crociate contro le pulci mentre stiamo per essere vaporizzati da una pioggia di meteoriti grandi come il Colosseo! Nel frattempo, da perfetti italiani, Alfano e complici hanno scippato il mandato ricevuto. Possiamo negarlo finché vogliamo, ma ognuno di noi (sempre se dotato di QI superiore a quello di uno scimpanzè) sa perfettamente che ormai è troppo tardi per nutrire qualsiasi speranza. Le alternative sono solo due: o la completa schiavitù, l'arretramento a una società misto tribale-anarchica e l'estinzione, oppure............... 4 DI 4 FINE

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 30/08/2016 - 13:30

Se il Giornale continua a parlare di operazione umanitaria, "migranti salvati" e a definire "Canale di Sicilia" le acque libiche c'è una ragione, è scritta del protocollo deontologico della Carta di Roma. Ho chiesto spesso che spieghino di cosa si tratta. Ma evidentemente non si può. Meglio riempire le pagine con notizie "importantissime" su Belen Rodríguez e Balotelli, piuttosto che spiegare ai lettori questioni "secondarie ed irrilevanti" sul perché l'intera stampa italiana è omologata al pensiero unico.

ondalunga

Mar, 30/08/2016 - 13:35

Non capisco l' articolo, perchè anxche il Gironale usa il verbo "soccorere" ? Sarebbe più corretto "prelevare".

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 30/08/2016 - 13:35

PORTATELI AD AMATRICE A SCAVARE FRA LE MACERIE COSI' SI RENDONO UTILI.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 30/08/2016 - 13:39

@osco- Hai fatto un'analisi perfetta della situazione reale.

Tuvok

Mar, 30/08/2016 - 13:42

Anche "Imola Oggi" pubblica articoli interessanti, come questo servizio sul gazebo montato a Milano, a titolo di protesta, di fronte alla caserma Montello che dovrebbe diventare centro accoglienza per nullafacenti. http://www.imolaoggi.it/2016/08/29/migranti-milano-tenda-caserma-montello/

Malacappa

Mar, 30/08/2016 - 13:48

mbfermo,ottimo commento,sono d'accordo,peccato che i cervelloni del governo non la pensino come noi veri italiani,adesso abbiamo altri problemi come ho gia detto i soldi vanno spesi per la nostra patria non per scarozzare sta massa di delinquenti che vengono a sfruttarci senza un minimo di riconoscenza.

OttavioM.

Mar, 30/08/2016 - 13:49

Ma qualcuno crede veramente che 10mila clandestini si mettono in mare,poi passano le navi italiane per puro caso,li intercettano e li raccattano a 10mila alla volta.Oggi con i satelliti si può vedere una mosca su una spiaggia,secondo voi non sanno da dove partono questi clandestini?Non è possibile riportarli ai porti di partenza?O almeno a quelli più vicini in Egitto,Tunisia o Marocco?L'Australia ci riesce benissimo.I trafficanti non hanno le barche per portare i clandestini,possono fare i soldi e inviarli in Italia solo perchè il traghettamento lo fanno le navi italiane e private.Questa immigrazione clandestina è una scelta politica,dove sta scritto che tutti quelli che arrivano devono essere scaricati in Italia e fare i profughi per anni a spese nostre?Perchè non fanno i rimpatri?Se i clandestini sapessero di tornare indietro smetterebbero di partire.Non sono profughi possono stare al paese loro.

marygio

Mar, 30/08/2016 - 13:50

OttavioM. confermo. mio figlio è tornato dopo 30giorni passati in spagna. girata in lungo e in largo e non c'è traccia di immigrati-clandestini. niente di lontanamente paragonabile a quanto vediamo in questo paese a trazione pdidioti

Blueray

Mar, 30/08/2016 - 13:55

Ora serve spendere fior di miliardi per la ricostruzione. Finisca quindi il giochino balordo dei recuperi di clandestini a casa loro che tanto non ci servono, e il supporto agli scafisti criminali, le navi della Marina tornino in porto, si spengano i satellitari e si dirottino i mld di euro dell'accoglienza a far star meglio i nostri terremotati che devono affrontare l'inverno nei prefabbricati (se arriveranno). Successivamente ci sono almeno 10 anni di spese per la ricostruzione e chissà quanti per l'adeguamento del patrimonio edilizio esistente in tutte le zone ad alta sismicità. Pubblicizzare questo a Sabratha ed altre località libiche, specificando che almeno fino al 2026, ma la previsione è ottimistica, l'accoglienza va in stand by. Si ringrazia per la fiducia riposta ma l'Italia è un piccolo Paese, povero e indebitato, e retto da cialtroni. Ergo NON CE LA PUO' FARE.

Tuvok

Mar, 30/08/2016 - 14:05

@Giano - se le interessa il testo del protocollo deontologico per i rifugiati e richiedenti asilo o "Carta di Roma" eccolo qua, è stato pubblicato tempo fa da una rivista giuridica online.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 30/08/2016 - 14:08

Piu ne vanno a CARICARE piu se ne metteranno in viaggio, se non andassero piu a CARICARLI se ne metterebbero in viaggio molti di meno. Solo quei DEFICENTI di nostri S/governanti fingono di non capirlo perchè???Perchè ormai siamo al BUSINESS dei VOTI, tutte queste COOP che spuntano come funghi sono serbatoi di VOTI!!!!! Buenos dias dal Nicaragua.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 30/08/2016 - 14:10

@ il saturato: tutto tragicamente vero, purtroppo. Io, come ho già suggerito in passato, sono per l'unica soluzione possibile, quella "Oppure...." che, però, non si può dire.

Una-mattina-mi-...

Mar, 30/08/2016 - 14:10

URGONO RESPINGIMENTI DEI VITELLONI AUTOCERTIFICATI SENZA SE E SENZA MA

Ritratto di MLF

MLF

Mar, 30/08/2016 - 14:12

Sono francamente arcistufa di leggere le solite parole chiave: "disperati", che disperati non sono manco per niente (belli grassi e ben nutriti, giovani e aitanti, coi migliori smartphones e liposuzioni fatte da poco, e il costo del "biglietto" pagato), migranti (che non migrano manco per niente, vengono a-gratis nell'Eldorado a farsi mantenere le scorrerie), e "salvati", visto che li si va a prendere in acque libiche. La Turchia ha avuto il diritto di tirare giu' un caccia russo per uno sconfinamento minimo di 17 SECONDI ma una nave della marina italiana puo' felicemente traghettare gratis la feccia dell'africa in acque libiche, tunisine e turche. Guarda un po' che strano. Con la necessita' di fondi che ha l'Italia, spendere patrimoni in navi militari-traghetto e mantenimento di africani sfaccendati proprio NON MI VA GIU'.

ondalunga

Mar, 30/08/2016 - 14:18

@Giano : Ottimo intervento, inoltre vorrei capire perchè qualcuno ha deciso di usare il participio presente "migrante" anzichè "immigrate", senza la "i" iniziale il verbo è molto più gentile, quasi poetico, l' uso del participio poi fa pensare a qualcosa sempre in movimento, che non si ferma, che se ne andrà in un secondo tempo. Mi sembra ci sia una vera e propria regia anche nel dettare l' uso della lingua italiana per descrivere l' immense porcata in atto, porcata anche nei confronti di questa povera gente usata come schiavi nei campi del sud e come merce di scambio per riempire le mangiatoie....o sbaglio ?

Ritratto di 8Rgt

8Rgt

Mar, 30/08/2016 - 14:20

"6500 soccorsi in mare in un solo giorno"...da mantenere a pensione completa per almeno un paio d'anni. Per avere un'idea dei numeri, gli sfollati del terremoto sono 2500...

Ritratto di Idiris

Idiris

Mar, 30/08/2016 - 14:22

E 'un giorno di festa e di allegria. 6500 fratelli e sorelle sono arrivati sani e salvi nel paese piu bello del mondo. Salvini e compagni non possono fare niente. E neanche voi del giornale ed i suoi commentatori anti immigrati, anti islamici. Allelùia.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 30/08/2016 - 14:25

Credo che gli italiani abbiano il peggior governo del mondo.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 30/08/2016 - 14:40

@ilsaturato Leggo sempre attentamente i suoi post,ricchi di dettagli inconfutabili,come l'ultimo,che condivido pienamente,ma al tempo stesso confronto quanto scrive con quello che vedo nella realta',ossia ristoranti pieni,macchinoni di grossa cilindrata da 100k euro,hotel agriturismi etc tutti esauriti durante le ultime vacanze estive e mi pongo una semplice domanda: non ci stiamo rendendo conto dell'abisso che ci aspetta oppure,perfettamente consci,come scrive lei, che ormai è troppo tardi per porvi rimedio, ci comportiamo come tanti malati terminali di cancro che si godono gli ultimi giorni di vita allegramente? Se i puntini con cui termina il suo post lasciano intendere che l'alternativa rimasta per salvarci sia la guerra civile,beh,credo che non saranno certo i ricconi ad iniziarla.Se è cosi,tocca a noi poveracci?

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 30/08/2016 - 14:42

Leggo : "Nel mezzo del Canale di Sicilia . . . Le operazioni di soccorso sono state svolte circa a venti chilometri al largo della città libica di Sabratha" - - - Ancora con questo Canale di Sicilia ? Avete veramente stancato ! Apritevi un qualsiasi atlante; il Canale di Sicilia è lo stretto tra la Tunisia e la Sicilia. In francese infatti si chiama Canal de Tunis o Canal de Cap Bon. Il tratto di mare dove noi facciamo accoglienza (pardon, raccoglienza e alla rinfusa) è al largo della Libia, come per altro scritto più avanti nell'articolo. Ma tant'è, capisco che impietosisce di più il termine Canale di Sicilia anziché acque antistanti la Libia. Se poi erano effettivamente a 20 km, significa che erano a 10,8 miglia nautiche quindi in acque squisitamente libiche, altro che Sicilia. Se invece si intendeva 20 miglia nautiche sono andati a raccoglierli subito davanti l'uscio libico e non siculo. – (3° invio) -

Ritratto di Idiris

Idiris

Mar, 30/08/2016 - 14:44

Lasciatemi cantare. Con la chitarra in mano. Lasciatemi cantare. Una canzone piano piano. Lasciatemi cantare. Perche' ne sono fiero. Sono un italiano. "Un italiano vero". Buenos dias dall'Italia.

PerQuelCheServe

Mar, 30/08/2016 - 14:46

@MLF - Disperati sono i nostri anziani, mortificati dai redditi inesistenti a fronte di una VITA di lavoro e tasse pagate; disperati sono i nostri ragazzi, che NON trovano un lavoro stabile ormai nemmeno più nei call center; disperati sono quelli tra i 30 e i 50 anni che devono a) vivere di elemosina se perdono il lavoro o b) tenersi stretto quello che hanno accettando qualsiasi condizione restrittiva si ponga loro; e disperati sono quegli immigrati che "aiutiamo a vivere in modo migliore e che sono una risorsa" mandandoli a lavorare a 4€ al giorno nei campi di pomodoro, sfruttati dai caporali nel silenzio-assenso delle istituzioni e delle onlus laiche e religiose.

gillette

Mar, 30/08/2016 - 14:48

a Giovanni Masini Dovremmo aggiornare gli atlanti di geografia. Il Canale si Sicilia non è dove lo collocano tutti gli atlanti del mondo, ma abbiamo scoperto, ascoltando e leggendo i media italiani, che si trova accanto alle coste libiche. Il Gionale non è esente da ERRORI GROSSOLANI !!!

killkoms

Mar, 30/08/2016 - 15:03

allegriaa!moltiplicate 6500 profughi che rimarranno sicuramente 2 anni per 35 € al giorno!! 6500 (profughi) x 35 (€ diaria giornaliera)=227500 (costo giornaliero) moltiplicatelo per 730 gg (2 anni!)=166.075.000 €!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 30/08/2016 - 15:09

@il saturato - se lo scenario è questo, preferisco l' "oppure..." anche al buio. Ottima la tua analisi.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 30/08/2016 - 15:11

Subito più tasse per il mantenimento di tutti questi talenti africani! E ora servono case, preparatevi all'accoglienza. SIAMO OLTRE IL DELIRIO.

gedeone@libero.it

Mar, 30/08/2016 - 15:52

Non comprerò piu il Giornale fino a quando continuerete a chiamare profughi questi invasori.

Tuvok

Mar, 30/08/2016 - 16:00

@Giano - dal mio commento precedente è misteriosamente sparito il link. Ripeto: se le interessa il testo del protocollo deontologico per i rifugiati e richiedenti asilo o "Carta di Roma" eccolo qua, è stato pubblicato tempo fa da una rivista giuridica online. http://www.diritto.it/docs/26234-carta-di-roma-protocollo-deontologico-concernente-richiedenti-asilo-rifugiati-vittime-della-tratta-e-migranti

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 30/08/2016 - 16:01

BENEEE!!! 70 milioni anno in piu per il BUSINESS che non produce PIL delle COOP e 10 scuole ANTISISMICHE in meno per i vostri figli!!!VOTATE SI al referendum!!! AMEN.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mar, 30/08/2016 - 16:04

@il saturato: complimenti per le tue analisi incontrovertibili, come sempre. E comunque vergogna a tutti i politici compreso il pampero che è il primo politicante sotto mentite spoglie.

martinsvensk

Mar, 30/08/2016 - 16:05

Veramente vorrei chiedere a questi signori africani e a quegli scervellati italiani che li appoggiano se è moralmente accettabile venire come giovani sani e forti a farsi mantenere da un paese stremato da immani catastrofi dove gli anziani si devono pagare ogni cura con le loro misere pensioni. Mia madre novantatreeenne oltre a pagarsi le medicine quasi tutte deve persino pagarsi il trasporto dell'ambulanza al vicino ospedale e poi vediamo giovani neri nullafacenti che si trastullano con il telefonino tutto il giorno. Semplicemte vergognoso.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 30/08/2016 - 16:19

È ritornato il TROLL che cerca di IMITARE me e TOTO COTUGNO!!! E allora io imitero Gigi Proietti. NUN ME ROMPE ER CA...IDIRIS.

bezzecca

Mar, 30/08/2016 - 16:22

Questa gente dovrebbe essere riportata in Libia seduta stante se rifiutano restino sui loro barconi e tanti saluti

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mar, 30/08/2016 - 16:49

Ancora una volta si usano termini a sproposito. Non è uno "sbarco". E' un IMBARCO effettuato davanti alle coste africane per spartirsi il 90% del miliardo di euro stanziato per i clandestini.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 30/08/2016 - 17:20

(3°) Non per essere pignoli, ma perché dovrebbe esserci un limite alle sconcezze dell'informazione di regime. Per la precisione "venti chilometri al largo della città libica di Sabratha", non sono "Canale di Sicilia", come continuate a propinarci senza vergogna; sono completamente all'interno delle "acque territoriali libiche" che, secondo il diritto internazionale, si estendono fino a 12 miglia dalla costa. Oltre questo limite esiste ancora un’ulteriore fascia di rispetto di altre 12 miglia. Poiché il miglio nautico corrisponde a 1.852 metri, significa che i 20 chilometri sono abbondantemente dentro le 12 miglia delle “acque territoriali libiche” (che sarebbero oltre i 22 chilometri). E’ un dettaglio che continuo a segnalare da anni. Ma evidentemente la già citata Carta di Roma non impone solo un linguaggio “corretto”, modifica anche la geografia e le carte nautiche. Siete come la banda Arbore “I senza vergogna”.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 31/08/2016 - 17:09

Visto che MAI nulla accade per caso: Aggiungi un posto a tavola che c'è un amico in più, se sposti un po' la seggiola stai comodo anche tu, gli amici a questo servono, a stare in compagnia, sorridi al nuovo ospite non farlo andare via, dividi il companatico raddoppia l'allegria. La porta è sempre aperta la luce sempre accesa. Il fuoco è sempre vivo la mano sempre tesa. E se qualcuno arriva non chiedergli: chi sei? No, no, no, no, no, no, no E se qualcuno arriva non chiedergli: che vuoi? E corri verso lui con la tua mano tesa. e corri verso lui spalancagli un sorriso e grida: "Evviva, evviva! Questo nel 1973/1974... nel 1984 il delinquente partigiano che abbiamo fatto presidente riceveva il Premio Coudenhove-Kalergi... sempre per la regola che MAI nulla accade per caso.