Migranti, la tratta dalla Turchia e il mistero degli scafisti russi

Un veliero con 54 pachistani a bordo è approdato nel crotonese: Guardia di Finanza arresta due scafisti russi, la rotta turca dei migranti continua ad essere molto attiva

Dopo gli sbarchi dei giorni scorsi tra Lampedusa e le coste dell’agrigentino, adesso appare la Calabria ad essere interessata da un nuovo approdo di migranti.

Questa volta si tratta di una barca a vela con 54 persone a bordo, molto probabilmente proveniente dalle coste turche: teatro dello sbarco è la costa crotonese, più precisamente la località di Isola Capo Rizzuto. Non è certo la prima volta che un episodio del genere interessa la Calabria ionica, esposta evidentemente ai flussi mai interrotti della rotta turca.

Ad avvistare l’imbarcazione, i cui scafisti forse aspirano a far approdare senza essere notati andando ad aggiungere l’episodio tra i tanti che riguardano gli sbarchi fantasma, è un aereo Roan della Guardia di Finanza.

I militari, una volta notata la barca a vela, tengono d’occhio la sua rotta in quanto emerge forte il sospetto di una nave con migranti a bordo. Ed in effetti, non appena inizia ad andare alla deriva a largo del crotonese, la Guardia di Finanza interviene e scopre i 54 a bordo: si tratta di uomini di nazionalità pachistana, ritenuti in buone condizioni di salute.

Una volta fatti sbarcare in Calabria, i finanzieri avviano le indagini alla ricerca degli scafisti: ad essere arrestati, poco dopo, sono due cittadini russi. Nel frattempo, i migranti sbarcati confermano la rotta del loro viaggio, affermando di essere partiti dal porto turco di Bodrum.

È la conferma non solo che la rotta che parte dalla Turchia è più che mai viva, ma che un’organizzazione formata da cittadini dell’ex Urss gestiscono il flusso di migranti che parte dalla penisola anatolica.

Del resto, anche negli anni passati tra Turchia e Sicilia orientale a toccare terra sono velieri che spesso provano a confondersi con le imbarcazioni dei turisti che affollano questa parte del Mediterraneo. Spesso gli scafisti la fanno franca proprio per questo motivo, questa volta i due presunti organizzatori del viaggio sono tradotti in carcere poco dopo l’approdo.

E mentre i migranti sono portati verso i centri d’accoglienza della zona, le indagini proseguono: si prova a capire chi aiuta in Italia la banda che fa base in Turchia, quali sono gli appoggi logistici e quali le complicità.

Ma il problema è anche di natura politica: l’Unione Europea, e dunque anche l’Italia, pagano tre miliardi di Euro all’anno al governo di Ankara per frenare il flusso migratorio. Un accordo che risale all’epoca della rotta balcanica, ma che certamene impegnano la Turchia ad intervenire per bloccare i flussi che coinvolgono Mediterraneo ed Egeo.

Cosa al momento non avvenuta: dalla Turchia continuano a partire velieri con diversi migranti a bordi. In questo caso si tratta di pachistani, generalmente sono cittadini siriani, iracheni od afghani.

Commenti

blu_ing

Sab, 25/05/2019 - 19:54

siccome la turchia è un porto sicuro e si ciuccia 4 miliardi di euro l'anno di soldi ue, li si rispedissero indietro! i pakistani sono i peggiori talebani esistenti stiano a casa loro che è meglio per tutti

Una-mattina-mi-...

Sab, 25/05/2019 - 20:01

OVVIAMENTE, COME IN TUTTI I BUSINESS, ADESSO INTERVENGONO LE INVASIONI LOW COST. POI, SARA' LA VOLTA DEI SUBACQUEI CINESI, CHE, CON LE RETI A STRASCICO, PER EURO 9,99 TRAINERANNO AFRICANI IN ITALIA, CON LA PROMESSA, IDEOLOGICAMENTE GARANTITA DALLA VIGENTE CRICCA INTERPRETRATRICE DI LEGGI, DI MANTENIMENTO AD UFO PER ANNI ED IMPUNITA' A GO-GO...

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 25/05/2019 - 20:23

Occorre che la marina militare pattigli le coste italiane.

carlottacharlie

Sab, 25/05/2019 - 20:48

Ciumbia! Tutte le mafie mondiali a far da scafisti. La colpa è dei pm e sinistra e grillazzi e deficienti che fanno sapere al mondo intero che ne vogliono tantissimi di neri marroni beige muslim. Vuoi che mafiosi e criminali si lascino scappare l'occasione? Prenderei per il collo prima di tutti i pm e li farei salpare per il continente nero e indiano (per non dire di peggio) poi tutti gli altri in galera a pane e acqua. Come si può sopportare d'essere trattati, noi italiani, come bestie asservite a questi criminali d'Italia di fede rossa comunista? Alle volte c'è il desiderio di metter loro bavagli e catene (sempre per non dir di peggio) e mandarli a ramengo con forza e durezza, senza pietà.

Antonio Chichierchia

Sab, 25/05/2019 - 21:23

Questi sbarchi in Calabria odorano di 'ndrine.

killkoms

Sab, 25/05/2019 - 22:08

@ blu-ing concordo!

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 25/05/2019 - 22:09

Vanno SOLO immediatamente riaccompagnati in Turchia con un VOLO o una NAVE militare!!! Forza Comandante!!! AMEN.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 25/05/2019 - 22:52

nno avete ancora capito che l'Italia è un cesso?.

Ritratto di ateius

ateius

Sab, 25/05/2019 - 23:10

la sinistra negli anni ha diffuso nel mondo la convinzione che in Italia esiste il paradiso per chi viene da lontano.- è questa la migrazione epocale.. un grande inganno elaborato ad arte per interessi ideologici economici e politici.- sarà difficile scardinare questa convinzione..ma siamo solo agli inizi.-

Ritratto di massacrato

massacrato

Sab, 25/05/2019 - 23:42

Temo che non ce la faremo più e che le profezie sbaglino. Grazie ai catto-comunisti e agli innominabili siamo diventati l'anello debole dell'unione europea, praticamente un colabrodo che fà acqua (eufemismo) da tutte le parti. ADDIO BELLA VECCHIA ITALIA, i nostri avi sono morti per niente. L'Italia sta diventando di tutti e sempre meno degli italiani.

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 26/05/2019 - 04:02

ITALIA, fogna dell' EUROPA unita a farci fare la fine che meritiamo, escluso il VATICANO ovviamente

kennedy99

Dom, 26/05/2019 - 06:45

non bastavano i finti buonisti dellle care ong con il portafoglio strapieno. anche i russi adesso con la sola parola d'ordine avanti tutti in italia.

Franco40

Dom, 26/05/2019 - 07:26

@franco-a-trier_DE. Sono d'accordo, l'Italia è un cesso. Ricordiamo che il cesso emana cattivi odori che si espandono per tutta la UE, inclusa Francia e Germania. Infatti la UE ha approvato tutte le disposizioni ONU e quindi il cesso non è soltanto l'Italia bensì, il cattivo odore, lo troviamo in tutta l'Europa che è la causa originaria del cattivo odore.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 26/05/2019 - 09:48

E che ci vengono a fare questi pakkistrani. Si confisca la barca e la si venda subito.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 26/05/2019 - 09:53

Riaccompagnare in Turchia? La Turchia dirà che non sono turchi e quindi ci attacchiamo a tram.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 26/05/2019 - 09:54

Vediamo con le votazioni quanto ci teniamo per l'Italia.

ClioBer

Dom, 26/05/2019 - 10:18

Quando la viltà diventa un valore e difendersi dagli invasori un disvalore, il destino (scomparsa) di un popolo è segnato.