Migranti, il sindacato di polizia denucia Amnesty International

"A tutti i poliziotti impiegati da anni in questo improbo compito, senza adeguata prevenzione sanitaria e dotazione strumentale idonea, andrebbe attribuito il Nobel per la pace, altro che l'onta di dover subire accuse inammissibili"

"Da chi ha ottenuto negli anni un ruolo comunque istituzionale ci aspetteremmo più senso di responsabilità e più cautela nel farsi portavoce di denunce così pesanti e, dato il contesto, così strumentalizzabili". Lo scrive in una nota Pietro Di Lorenzo, segretario generale provinciale di Torino del Siap, sindacato maggiormente rappresentativo della Polizia di Stato.

Il riferimento è al rapporto di Amnesty International Hotspot Italia: come le politiche dell'unione europea portano a violazioni dei diritti di rifugiati e migranti pubblicato ieri. Nel dossier si denunciano diversi casi di violenze su migranti. Tra questi quello di Ishaq ("sono state rimosse con attenzione - precisa l'organizzazione - le informazioni che potessero rivelare l'identità dei singoli rifugiati, richiedenti asilo e migranti, per rispettare la loro riservatezza e non pregiudicare la loro sicurezza personale o procedure d'asilo in corso") che ha affermato di essere stato umiliato sessualmente da agenti di polizia in un ufficio della stazione ferroviaria di Torino.

Prima, ha detto, la polizia ha portato il gruppo in una stanza. "Ci hanno fatto spogliare - è il racconto - completamente nudi. I poliziotti hanno cominciato a ridere. Mi hanno preso per le braccia e le gambe, uno per ogni arto. Una quinta persona mi ha tirato verso il basso per il pene fino a farmi sedere. A quel punto un'agente mi ha fatto la foto, mentre un'altra mi ha girato la testa per guardare verso la macchina fotografica. Poi sono riusciti a forzarmi a mettere le mani sulla macchina per le impronte digitali. Per due giorni mi è uscito sangue ogni volta che facevo pipì".

"Le accuse - dice Di Lorenzo - circa pestaggi, violenze e abusi attribuite anche ai poliziotti di Torino sono gravi perché, essendo prive di riscontri, gettano un marchio di infamia sugli operatori delle forze di Polizia che da moltissimi anni operano tra mille difficoltà in questo ambito".

"Sulle forze di polizia - continua - è stato scaricato un problema mondiale, epocale e di cui tutta Europa se ne lava le mani. Non ci stiamo, in questa ondata mediatico-emotiva, a vedere descritti i colleghi che operano nell'accoglienza e nella gestione del fenomeno come violenti carnefici. Le accuse sono talmente gravi e incredibili, soprattutto in riferimento all'utilizzo generalizzato di dotazioni inesistenti quali manganelli elettrici, che non possiamo limitarci soltanto al rifiuto o allo sdegno".

"È stato artatamente rappresentato - aggiunge Di Lorenzo - un quadro degno del Cile di Pinochet che non può essere tollerato e/o interpretato come legittimo diritto di critica al sistema accoglienza e gestione migranti. A tutti i poliziotti impiegati da anni in questo improbo compito, senza adeguata prevenzione sanitaria e dotazione strumentale idonea, andrebbe attribuito il Nobel per la pace, altro che l'onta di dover subire accuse inammissibili".

"Le donne e gli uomini - continua - della polizia di Stato a Torino, come in tutta Italia, soccorrono, aiutano e assistono i migranti in ogni fase e pagano di tasca propria generi alimentari e di conforto, quali giocattoli e pannolini per bambini e assorbenti per le donne, ogni qualvolta se ne verifica la necessità senza aver mai avuto in cambio null'altro che il sorriso della persona assistita. La nostra è una missione, con annesse e connessi, ma non acceteremo mai in silenzio che ci sia chi, per pregiudizio ideologico o sporco calcolo economico, offenda l'onore professionale e personale di migliaia di donne e uomini della polizia di Stato".

"Quanto riportato nel rapporto - prosegue - per ammissione privo di qualsivoglia riscontro, è di una gravità inaudita anche per le ripercussioni che ha nell'opinione pubblica italiana e internazionale. Non abbiamo alcun dubbio: presenteremo - conclude il sindacalista - una articolata querela alla Procura della Repubblica di Torino in merito ai passaggi contenenti accuse ai poliziotti di questo capoluogo".

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 04/11/2016 - 11:45

Amnesty da anni ha perso ogni dignità

orso bruno

Ven, 04/11/2016 - 11:57

Quando smetteranno di ragliare idiozie,questi pagliacci mentecatti di Amnesty ?

lilli58

Ven, 04/11/2016 - 12:09

con gli uffici di Amnesty International farei come a Mosca : biglietto "chiuso" sulla porta!

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 04/11/2016 - 12:10

solo i cattobuonisti zecche rosse credono alle parole di un africano clandestino senza documenti e che rifiuta di farsi identificare. via tutti gli africani dall'italia!

mareblu

Ven, 04/11/2016 - 12:15

MEGLIO CHE DIFENDIATE L'ITALA e GLI ITALIANI DAGLI INVASORI !!!!.

sergioilpatriota

Ven, 04/11/2016 - 12:18

Non solo fanno il loro dovere, nell'indifferenza di tutta l?europa, ma per giunta vengono accusati di tortura. Non sarà che ci ha azzeccato Salvini quando ha consigliato loro di ribellarsi agli ordini e mandare i clandestini a quel paese?

istituto

Ven, 04/11/2016 - 12:24

Ma questi soloni di Amnesty PERCHÉ non condannano il RIFIUTO dei CLANDESTINI di fornire le proprie GENERALITÀ ed IMPRONTE DIGITALI ?

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Ven, 04/11/2016 - 13:01

Amnesty, UNICEF, UNESCO, ONU, tutti fatti della stessa pasta. Me ne libererei molto volentieri.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 04/11/2016 - 13:12

Ma che cattivoni questi Poliziotti fasssisti!Alla "povera" risorsa raccomando, di tornare immediatamente al paesello suo,dove la polizia ,di sicuro,è più demokratica ed accogliente,insieme a quei maramaldi di amnesy e,naturalmente,RIMANERCI PER SEMPREEEEEEEEE!

Trinky

Ven, 04/11/2016 - 13:17

Parassiti....della pasta di Emergency e Medici senza frontiere! Solo lucrare sanno.....

giovanni951

Ven, 04/11/2016 - 13:32

AI é uno strumento di propaganda americano. Diffidate di questi pagliacci. Putin lo ha capito ed espulsi. Noi?

Maura S.

Ven, 04/11/2016 - 13:47

Se non sono soddisfatti dell'accoglienza che ricevono nel nostro paese, ma che ci vengono a fare?????? Che se ne stiano a casa loro, nessuno li ha invitati, anzi......

killkoms

Ven, 04/11/2016 - 13:51

una massa di ipocriti che stanno sempre a puntare il ditino contro il civile occidente ma che non vedono la frealta nei paesi del terzo mondo..!

killkoms

Ven, 04/11/2016 - 14:07

querelate questi ipocriti!

nopolcorrect

Ven, 04/11/2016 - 14:08

Amnesty consigli caldamente agli abusivi paraculi di non venire in Italia. Grazie.

lavieenrose

Ven, 04/11/2016 - 14:12

Sinceramente non riesco a capire come queste organizzazioni si siano bevute il cervello. O sono malate di delirio di onnipotenza o sono pagate da qualcuno per creare danno. Tra l'altro parlano, parlano ma fanno solo danni. La polizia fa bene a denunciarli, ma perchè non lo fa anche il governo italiano in difesa della dignità dei suoi uomini?

Fjr

Ven, 04/11/2016 - 14:42

Non si dice chi denuncia ma si prende per oro colato , quanto riferito, dai clandestini, che pur di venire in Italia venderebbero l'anima al diavolo, nomi cognomi e nazionalità' possibilmente vere

potaffo

Ven, 04/11/2016 - 14:51

Dovete smetterla di prenderla come una missione. E' sbagliata, nessuno vi dirà mai grazie e i cittadini sono stufi.

rudyger

Ven, 04/11/2016 - 15:12

chi foraggia amnesty internazional? i paesi mussulmani in primis, la massoneria ed il comunismo internazionale.

dakia

Ven, 04/11/2016 - 16:12

Oltre alla denuncia a Amnesty che va solo rompendo le scatole in giro con il denaro altrui, ci vuole uno sciopero di una settimana, lasciare che ognuno si difenda da sé e come diceva Jannacci, e vedere l'effetto che fa!

ilbelga

Ven, 04/11/2016 - 17:12

Amnesty international sarà mica di sinistra? Mah... mi viene un dubbio atroce...

frabelli1

Ven, 04/11/2016 - 17:32

Ben fatto!!!! Le calunnie devono finire perché questi poliziotti oltre che dover sopportare eventi gravosi e difficile, sentirsi insulare in questo modo è vergognoso. Per che Amnesty sia corretta a pagare le Nostre Forze dell'Ordine.

Beaufou

Ven, 04/11/2016 - 18:13

"...sono state rimosse con attenzione le informazioni che potessero rivelare l'identità dei singoli rifugiati...". E brava Amnesty International. Forse perchè le identità in questione sono delle emerite frottole inventate di sana pianta? Ahahah. Pagliacci.

VittorioMar

Ven, 04/11/2016 - 18:14

....sono dei "peripatetici"che si vendono al miglior offerente!!....MONNEZZA!!

Aleramo

Ven, 04/11/2016 - 18:20

Ben fatto, complimenti!

sparviero51

Ven, 04/11/2016 - 18:39

alfanooooooooooo TI SEI NASCOSTO DI NUOVO NELLA MELA ???

maricap

Ven, 04/11/2016 - 18:54

Ma quale denuncia, che finirebbe magari nel nulla, se a giudicare fosse poi un sinistrunz. Queste cose andrebbero risolte con l'arresto immediato dei calunniatori, e poi con quello di chi interviene per proteggerli. Ormai democraticamente, non si risolve più nulla, anzi si sprofonda sempre più nel caos. Europa sveglia, i sinistrunz vogliono l'annientamento del tuo popolo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 04/11/2016 - 19:10

Denunciateli. E pretendete un risarcimento maxi. Questi calunniano tutti e guai a fare un appunto su di loro. Inoltre dichiarano fatti non veri, come appunto in questo caso. Sempre in un'unica direzione, sinistra direzione, che porta allo scontro più che alla comprensione. E' ora di finirla con queste associazioni di provocatori.

Ritratto di armandoesse

armandoesse

Ven, 04/11/2016 - 19:43

Aboliamo Amnesty serve solo ai musulmani e a incitare odio contro Israele e gli ebrei , eliminiamo l'ONU e tutti i suoi organismi derivati con quello che ci costa avremmo risolto il problema della fame nel mondo.

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 04/11/2016 - 20:17

Forse sono gli amici della Boldrini ?

giustiziaNonServe

Ven, 04/11/2016 - 22:53

Caro Pietro Di Lorenzo, vorrei sapere cosa significhi inaudito? forse vi site dimenticati i pestaggi a sangue che fate a noi cittadini nelle vostre caserme di polizia e Carabinieri?o forse vi siete dimenticato che uccidete piu voi che i morti in mano a Pinochet del Cile? viricordo che in Italia, non esiste una legge anti tortura e mai esistira perche volete fare tutto quello che ca..zo volete fare con noi poveri cittadini, e voi e la bastar.a della Magistratura, vivete con lo stesso sangue che le toghe rosse formano per coagulare nelle vene della malignita infinita. Non si soprende e non si fingi di non vedere o non sapere che l'ipocrisia delle autorita le conosciamo bene e sappiamo benissimo di cosa siete capaci voi tutti.

amledi

Sab, 05/11/2016 - 08:54

Ma questi di Amnesty International non viene il dubbio che quelle raccontate dai diversamente bianchi siano panzane belle grosse?

killkoms

Sab, 05/11/2016 - 22:34

@giustizianonserve,un asociale come te doveva nascere nel cile di pinochet!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 05/11/2016 - 23:56

Dalle accuse di Amnesty si può dedurre che l'organizzazione è composta da stolti irresponsabili che avranno accettato una infame serie di menzogne redatte da qualche mentecatto trinariciuto italiano. Nel nostro paese la polizia non ha in dotazione i Taser. Quanto alle torture i comunisti dovrebbero stare zitti. Loro che gettavano nelle foibe la gente viva legata col fil di ferro ai morti e che oggi fanno gli ipocriti verginelli con milioni di scheletri negli armadi.