Mille barche per Elisabetta IIRiflettori su Kate in rosso

Regata sul Tamigi in onore dei 60 anni sul trono della regina. Tra le mille barche anche gondole e una canoa Maori

Grandi applausi per la regina Elisabetta II nel giorno del suo giubileo. A sessant'anni dalla sua salita al trono Sua Maestà ha partecipato alla regata in suo onore con il principe Filippo e tutta la famiglia: Carlo, Camilla William, Kate, e Harry (guarda le foto). La regina indossa un abito bianco tempestato di cristalli Swarovski della sua sarta personale Angela Kelly, che contrasta con l'abito rosso di Kate Middleton, vestita da Alexander McQueen. La duchessa di Cambridge ha un un cappellino di Sylvia Fletcher, mentre Camilla indossa un abito color crema. William e Harry indossano invece l'uniforme.

La famiglia reale è salita a bordo della chiatta Spirit of Chartwell. Ad assistere alla regata c'era più di un milione di persone. Sul Tamigi più di mille barche, tra cui anche gondole veneziane e una canoa Maori, hanno festeggiato la regina. L'ultima regata reale di dimensioni paragonabili risale al 1662 e si tenne con re Carlo II.

I festeggiamenti sono cominciati ieri, con 41 colpi esplosi in aria dall'unità dell'esercito King's Troop, Royal Horse Artillery sulla Horse Guards Parade nel centro di Londra, e si concluderanno martedì. La regina, con cappottino blu e cappello abbinato, si è recata con il principe Filippo all'Epson Derby, tradizionale corsa di cavalli che si tiene a sud della capitale e che è stata interamente dedicata a lei. Lunedì i festeggiamenti proseguiranno con un concerto pop davanti a Buckingham Palace in cui si esibiranno anche Elton John e Paul McCartney. Martedì, infine, le celebrazioni si concluderanno con una cerimonia religiosa alla cattedrale di St. Paul e una processione in carrozza per le strade di Londra e la regina si affaccerà al balcone del palazzo reale con figli, nipoti e pronipoti. La monarca, 86 anni, salì sul trono nel 1952 alla morte del padre, re Giorgio VI.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Dom, 03/06/2012 - 21:56

E noi siamo al verde . Un bel tricolore,Con la City che gongola insieme a Walls street.La causa dei nostri problemi.

eglanthyne

Lun, 04/06/2012 - 08:35

God Save the Queen .

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 04/06/2012 - 11:45

Ogni nazione ha i "sobri" governanti che si merita. Le spese del "Buckingham Palace" de noantri battono, comunque, quelle dell'originale londinese.

beppazzo

Lun, 04/06/2012 - 12:28

Oltre averci imposto l'inglese obbligatorio, ora tutti i cosidetti " media"ci esoratano a seguire una settimana di parate e sfilate da circo "Barnum" nemmeno se fossimi sudditi di sua maestà britannica. A noi che ce ne frega delle scampagnate fatte nell'albionica terra? niente di niente!Arrivato a questo punto mi fate rimpiangere Napoli (oltratutto con la vis del reggente sabaudo), anche se il costo annuo di questo aristocratico prestato alla repubblica è un pò caro.

routier

Lun, 04/06/2012 - 13:51

Siamo nel terzo millennio e parlare ancora di re, regine,regnanti , aspiranti al trono e compagnia bella mi pare sinceramente anacronistico, tuttavia contenti loro.....

cammi2

Lun, 04/06/2012 - 16:26

Se il popolo inglese è portatore di esempio di civiltà nel mondo, viene da scompisciarsi dal ridere vedendo queste sceneggiate.... Venerano come una "dea" una donna, fatta di cellule umane, ne più ne meno, come gli altri 6 miliardi e passa di abitanti di questo pianeta, con la differenza che questa "signora" ha vissuto la sua ***** esistenza nel lusso più sfrenato e nella bambagia.... A scapito dei suoi "cari" sudditi! Che schifo, che disgusto, che ribrezzo!!!!

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Lun, 04/06/2012 - 16:29

5 routier (131) - lettore il 04.06.12 alle ore 13:51 scrive: "Siamo nel terzo millennio e parlare ancora di re regine,regnanti , aspiranti al trono e compagnia bella mi pare sinceramente anacronistico, tuttavia contenti loro....." Pensi caro signore agli italiani che, pur trovandosi in ogni campo (politico, scientifico, economico, ecc, ecc, ecc,) diversi gradini più in basso degli inglesi, da artefici della più grande rivoluzione dell'umanità, "Il Rinascimento Italiano", nel terzo millennio si fanno governare da un comunista che, pateticamente, si atteggia e agisce come fosse un "Re Giorgio"; Lui che plaudiva l'intervento di carri armati a soffocare la sete di Democrazia del Popolo, sinceramente questo mi pare molto anacronistico. Non me ne voglia caro Signore ma, contenti voi. Un saluto.