Mirandola, 28enne col velo islamico esclusa dalla palestra

La 28enne marocchina indossa il velo islamico. La palestra la manda via. E il Comune di Mirandola attacca: "È colpa di chi semina odio"

Una ragazza musulmana è stata esclusa da una palestra privata perché indossava il velo islamico. Il fatto, secondo quanto riporta l'agenzia Adnkronos, sarebbe successo venerdì scorso a Mirandola (Modena) a una 28enne marocchina che poi ha denunciato quanto accaduto scrivendo una lettera al Comune. "La decisione del titolare della palestra è inaccettabile, perché lede i diritti fondamentali sui quali si basa la nostra convivenza civile", ha commentato l'amministrazione comunale che ha subito colto l'occasione per tirare una stoccata contro il governo gialloverde. "Purtroppo - ha detto - siamo di fronte all'ennesimo frutto avvelenato di chi, ogni giorno, semina odio e paure".

"Le sto scrivendo per un episodio che ho vissuto venerdì, un episodio che non caratterizza Mirandola, la mia Mirandola, e i suoi abitanti". Inizia così la lettera che la marocchina ha scritto al Comune di Mirandola e che l'agenzia Adnkronos pubblica in esclusiva. "Venerdì mi sono recata in una palestra per iscrivermi e usufruire dei suoi servizi e il proprietario, mirandolese, ha rifiutato la mia iscrizione poiché mi vesto in modo poco 'occidentale'", ha raccontato la donna che lavora come interprete e mediatrice culturale. Quando ha chiesto più chiarimenti, le è stato risposto che "in quella palestra non si possono iscrivere Batman o suore", alludendo al velo islamico che copriva il capo della 28enne.

Il proprietario non ha mai parlato "in modo diretto" del velo islamico. Ma, come ha raccontato la marocchina, "ha continuato ad alludere a persone mascherate e suore, senza darmi una ragione e ha concluso dicendo 'mia palestra, mie regole'". "Ho cercato di spiegargli e fargli vedere che sono una ragazza 'all'occidentale' e chi mi conosce sa benissimo che non giro con i 'tipici' vestiti neri, lunghi e larghi - ha continuato - sono una ragazza che conosce la legge, la Costituzione e i suoi principi e i suoi precetti, e ciò che mi è successo non ha scusanti". Nella lettera inviata al Comune di Mirandola la 28enne ha provato a descrivere quanto provato in palestra: "Un misto di rabbia, delusione e tristezza".

Commenti
Ritratto di diplomatico

diplomatico

Ven, 03/05/2019 - 14:48

E a noi che cosa importa se una musulmana viene esclusa da una palestra privata? Che cosa ci importa delle sorti di questi cattivi ospiti, indesiderati e prepotenti? E' il minimo che possano aspettarsi, vista la fama che si costruiscono.

Giorgio5819

Ven, 03/05/2019 - 14:53

L'odio e il terrore é stato seminato dai criminali che hanno favorito e sfruttato fino a ieri l'immigrazione clandestina e l'importazione di delinquenti. In ogni caso, se vuoi stare in Italia, vivi all'Italiana, altrimenti il mondo é grande...

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 03/05/2019 - 15:01

può benissimo tornarsene in marocco,dove potrà iscriversi in qualunque palestra senza problemi

Ritratto di jobact

jobact

Ven, 03/05/2019 - 15:03

Se -come dice- la ragazza si sente integrata, non capisco perchè non si vesta come le sue amiche italiane.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 03/05/2019 - 15:11

... e hanno fatto bene!!!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Ven, 03/05/2019 - 15:25

ma scusate,il locate,detta palestra,di chi è?? del comune,che si dice "solidale" con la marocchina?? dello stato? della regione?? no..è del titolare,che quindi far pur entrare chi vuole lui!! la donna,marocchina,si dice integrata d a20anni..e allora se è cosi' ben integrata,non veste normale??

cgf

Ven, 03/05/2019 - 15:32

PUÒ SEMPRE ANDARA NELLA PALESTRA COMUNALE...

cir

Ven, 03/05/2019 - 15:46

anticalcio . NO !! il locale se e' un circolo privato hai ragione. ma se e' un luogo pubblico che tutti possono accedere il " gerente " ha commesso un errore grave.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 03/05/2019 - 15:47

e te pareva che le zecche rosse non metevano di mezzo il razzismo

Ritratto di babbone

babbone

Ven, 03/05/2019 - 15:53

Può tranquillamente tornare nella sua terra.

BOSS

Ven, 03/05/2019 - 16:16

Anche mia moglie ha cercato di iscriversi in una palestra in Iran e le hanno risposto che senza velo integrale a casa loro non si puo ...

Cheyenne

Ven, 03/05/2019 - 16:16

BENISSIMO ATATURK PROIBI' IL VELO IN LUOGHI PUBBLICI, DOBBIAMO ESSERE DA MENO?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 03/05/2019 - 16:19

Lo fanno apposta: in Francia è da qualche decennio che hanno ottenuto piscine, palestre separate, medici separati per voler marcare la differenza ecidenziata nel loro credo trattando le donne come fossero un "caso". I compagni saranno pronti a dare loro tutto quello che vogliono, anche il matrimonio come viene concepito sotto l'islam. Se questo è adattamento alle regole dei paesi ospitanti siamo messi proprio bene. La palta sale sempre più..

giancristi

Ven, 03/05/2019 - 16:25

Hanno fatto molto bene a cacciarla. La palestra fa parte dello stile di vita occidentale. Perché gli altri frequentatori devono sopportare questa fanatica? Quanto al Comune di Mirandola, farebbe bene a tacere. Presto arriverà la Lega anche lì!

Ritratto di Lissa

Lissa

Ven, 03/05/2019 - 16:31

Invito le zecche rosse ad andare in un paese di incappucciati e non rispettare le loro regole, poi verranno a raccontarmelo se gli sarà rimasto qualche ossicino a posto. Alla Marocchina dico, se la tua Mirandola non ti merita ci sono tantissimi paesi che bramano ad accoglierti, in particolare quei musulmani.

dot-benito

Ven, 03/05/2019 - 16:39

la palestra e' privata di conseguenza il titolare fa entrare chi vuole il comune non deve assolutamente intromettersi e per finire ha fatto bene il titolare della palestra il velo lo indossino nei loro paesi

Littorino64

Ven, 03/05/2019 - 16:41

La mia Mirandola???? mia la palestra e mie le regole. Ha fatto bene il proprietario.

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 03/05/2019 - 16:51

è privata? deve poterlo fare! siamo sicuri che se fosse stata ammessa poi non avrebbe cominciato ad avanzar pretese tipo "dove faccio esercizi io non ci devono essere uomini" o cose simili? se non accettano i nostri usi e costumi possono tranquillamente tornarsene al loro paese !!! ... e ci fanno anche un grosso favore !

federik

Ven, 03/05/2019 - 17:05

Hanno fatto benissimo a mandarla via, che vada in palestra da dove è arrivata vestita come vuole.....

gio777

Ven, 03/05/2019 - 17:10

Mirandola, la mia Mirandola???????? MA QUANDO MAI MIRANDOLA E' TUA???? MIRANDOLA E' DEI MIRANDOLESI E TU SEI APPENA ARRIVATA (20 anni sono niente) IMPARA A STARE AL POSTO TUO!!!! SEI OSPITE E PER GIUNTA, POCO DESISDERATO!!!!

Ritratto di Bar_Abba

Bar_Abba

Ven, 03/05/2019 - 17:15

la palestra è un luogo pubblico. Siamo ancora in un paese libero o no? se voglio fare ginnastica con in testa un velo da suola, un cappellino della ferrari o un velo islamico che cosa deve trovarmi da dire il gestore? Non è casa sua dove può fare entrare solo chi vuole lui. La legge la conoscete o no? Questa è discriminazione razzista, e fa schifo.

agosvac

Ven, 03/05/2019 - 17:18

Se la palestra è "privata" il proprietario può accettare solo chi vuole. Ma la ragazza marocchina lo sa che in una palestra si deve fare ginnastica senza troppi vestiti addosso??? Portare veli islamici sarebbe antiigienico.

manson

Ven, 03/05/2019 - 17:31

Certo e dopo L iscrizione probabilmente avrebbe preteso che nessun uomo fosse presente mente lei era in palestra e all ora della preghiera silenzio assoluto! I maomettani hanno la tendenza dal dito a prendersi il braccio.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 03/05/2019 - 17:44

Ha fatto bene!

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 03/05/2019 - 17:45

Hanno fatto benissimo !!!!!!!!!!!!!!!

Seawolf1

Ven, 03/05/2019 - 17:53

questa sa tutto tranne la strada per tornarsene a casa sua

giovanni951

Ven, 03/05/2019 - 18:04

la marocchina puó benissimo tornare in marocco dove puó vivere secondo le sue tradizioni....nessuno la trattiene qui.

giovanni951

Ven, 03/05/2019 - 18:05

....ed i trinariciuti rossi daranno ovbiamente la colpa a Salvini. Poveracci.....

mariolino50

Ven, 03/05/2019 - 18:09

Bar_Abba Le palestre non sono locali pubblici, infatti i clienti si chiamano "soci", ovvero ti devi iscrivere, e ovunque cè una iscrizione puoi essere rifiutato, in qualsiasi associazione è così. Provate a fare domanda al Rotary o altre cose simili, spesso devi essere presentato da altri due associati, anche i varie associazioni dove sono iscritto io, se non conosci nessuno non ci entri.

fabioerre64

Ven, 03/05/2019 - 18:19

La domanda che mi sorge spontanea è la seguente: se una donna occidentale va in una palestra in Marocco e si presenta senza velo, la fanno entrare? Se la risposta è si la Sig.ra ha ragione a sentirsi discriminata, se la risposta è no invece ha torto marcio perché ogni paese ha le sue regole! Può sempre andare in piscina dove la cuffia è obbligatoria...

baronemanfredri...

Ven, 03/05/2019 - 18:22

GIUSTISSIMO LA PALESTRA E' PRIVATA IL PROPRIETARIO HA TUTTO IL DIRITTO DI GESTIRE IL PROPRIO COMMERCIO COME VUOLE. NATURALMENTE CI SARANNO IDIOTA DI SINISTRA CHE DIRANNO E' RAZZISMO FASSISMO RIPETO FASSISMO INTOLLERANZA XENOFOBIA DOBBIAMO PUNIRLO IN MODO ESEMPLARE, MAGARI QUALCHE IDIOTA DIRA' MULTIAMOLO E GLI CHIUDIAMO LA PALESTRA. NO IL TITOLARE E PROPRIETARIO HA DIRITTO DI FARE APPLICARE LE PROPRIE CONVINZIONI NELLA SUA PROPRIETA'. IO SAREI ANCORA PIU' DURO NON REGISTREREI MAI E ACCETTEREI MAI MUSSULMANI. PROPRIO PER EVITARE CHE IN CASA MIA IMPONGONO LE LORO USANZE MEDIOEVALI IDIOTE E PAZZESCHE.

baronemanfredri...

Ven, 03/05/2019 - 18:25

TRA TUTTI COLORO CHE HANNO RAGIONE MANSON HA DETTO LA VERITA'. OGGI IL VELO, DOMANI PRETENDONO CHE CI SONO SOLO RAGAZZE E ALTRE IMPOSIZIONI. RISULTA VERO CHE CHE SI PRENDONO IL DITO CON TUTTA LA MANO E IL BRACCIO.

RolfSteiner

Ven, 03/05/2019 - 18:26

Questi zitti zitti vogliono imporci il loro stile di vita. Se a "qualcuna" sta bene, a me NO.

paolone67

Ven, 03/05/2019 - 18:28

Può sempre iscriversi ad una palestra nel califfato. Anche io avrei rifiutato di accettare una che porta la divisa dell' integralismo.

CarloColombo

Ven, 03/05/2019 - 18:31

Sbagliato rifiutarla. Un cliente non si rifiuta mai, poi è una donna, una donna va sempre accettata. Poi quando suderà come una bestia col velo in testa se lo toglierà pure. Poi fa "colore". Le "bestie" dell'islam sono gli uomini, le donne solo solo vittime. Una possibilità di emancipazione negata.

19gig50

Ven, 03/05/2019 - 18:34

Nessuno semina odio il fatto è che dobbiamo vedere in faccia con chi abbiamo a che fare... anche se spesso è meglio di no. Vadano a fare ginnastica alla mecca.

il_Caravaggio63

Ven, 03/05/2019 - 18:34

eh no la legge non la conosci cara marocca, io in casa mia faccio entrare chi voglio, e se ritieni che la palestra si un luogo pubblico, in italia nei luoghi pubblici si entra a capo scoperto, e dove erano i babbei di amministratori comunisti di mirandola, quando dopo il terremoto molte aziende elettromedicali colsero l'occasione di delocalizzare in nord africa, lasciando senza lavoro un bel numero di mirandolesi?

Sceitan

Ven, 03/05/2019 - 18:37

Evidentemente il titolare della palestra non e' allineato al resto dei caproni Modenesi e questa prepotente e' stata inviata appositamente per provocarlo e far montare ad arte il caso. Lui, uno sbaglio lo ha fatto. Doveva accettare l'iscrizione e quando la poveretta di cervello iniziava ad accampare le solite pretese maomettane, un calcio davanti e uno di dietro e la sbatteva in mezzo alla strada. Anche una visitina al sindaco non farebbe male.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Ven, 03/05/2019 - 18:47

Perché alla "mediatrice" è consentito di "offendersi" per crocefissi, tutile aderento o piadine alla porchetta e lambrusco serviti in palestra, e ad un titolare di un palestra privata non è consentito di "offendersi" per una velo islamico indossato ?

lagoccia

Ven, 03/05/2019 - 19:05

scausate una domanda: ma se io vado dentro una moschea o sala di preghiera e qualcuno mi vieta di entrare o limita i mie movimenti in base a cosa indosso (scarpe) o a quale sesso io appartengo è razzismo? è lo stesso "frutto avvelenato, di chi, ogni giorno semina odio e paure? ma la signora marocchina è mediatrice solo dei diritti dei migranti o media anche i diritti degli italiani e le loro libertà?

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 03/05/2019 - 19:17

La palestra è sua e iscrive chi gli pare. Se ne cerchi un'altra,se la trova.

tosco1

Ven, 03/05/2019 - 19:35

E' il finale inevitabile di tutto questo ambaradan dei diritti prevaricatori, che ci sta inquinando la vita da anni. La religione non puo' inquinare le nostre vite. C'e' un posto per vivere e un posto per pregare o per fare capire agli altri la propria identicazionde religiosa. Questa volonta' ,pero', e' di fatto un atto che palesa la volonta' di rimanere estranei al mondo a cui si chiede di voler partecipare.Il che non ha senso, e quindi e' meglio, a mio parere, che non sia accettata.

19gig50

Ven, 03/05/2019 - 19:38

Sono le loro presunzioni e il lxxxxxxxo di preti e sinistri che ci fanno diventare razzisti.

Robdx

Ven, 03/05/2019 - 19:47

Tornasse al paesello suo

01Claude45

Ven, 03/05/2019 - 19:56

La "marocchina" può tranquillamente iscriversi in una palestra di CASABLANCA, dove saranno sicuramente felici di accoglierla. Comunque la palestra non è un diritto. Se ne faccia una in casa. Bar_Abba, i tuoi diritti li vai a PRETENDERE a casa tua. Il dire " Non è casa sua dove può fare entrare solo chi vuole lui" è sbagliato. T, a casa mia, entri SOLO dopo aver suonato il campanello e dopo che ti ho aperto. Contrariamente "STAI FUORI". lA PROPRIETÀ PRIVATA è sacra, PROPRIO COME A CASA TUA.

Yossi0

Ven, 03/05/2019 - 20:06

il gestore della palestra, nel pieno rispetto dei dettami del profeta, ha salvato la risorsa dall'inferno e non mi pare poco; infatti, è stata applicata la legge islamica che vieta alle seguaci del profeta di praticare lo sport che è considerata una attività peccaminosa che porta inevitabilmente alla lussuria, grave peccato che porta all'inferno senza appello.

gio777

Ven, 03/05/2019 - 20:23

VA A FINIRE MALE QUI

nunavut

Ven, 03/05/2019 - 20:44

@ Bar_Abba 17:15 avresti ragione se non ci fosse una mensilità da pagare = luogo pubblico é gratis.Se tu devi pagare una mensilità posso sceglier e i miei clienti,i quali in futuro non vorranno impormi certe regole che mi faranno spendere del denaro inutile,come fare un locale SOLO PER DONNE,che poi forse saranno solo un paio.Ma che paura hanno i mussulmani di farsi "fregare" le donne pur dichiarandosi super dotati...harem...

nunavut

Ven, 03/05/2019 - 20:45

@Abba chi troppo vuole nulla stringe !!

Ritratto di equitaly

equitaly

Ven, 03/05/2019 - 20:57

BaraBBa....un nome una garanzia........deficiente!!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Ven, 03/05/2019 - 21:17

GIUSTO SE LA MERETRICE VUOLE STARE COL VELO SI LEVI DAI CxxxxxxI E VADA IN AFRICA IN MEZZO AI BABBUINI MUSULMANI ASSASSINI DEL CxxxO COME LEI !!!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 03/05/2019 - 21:37

Se la palestra e' un club privato, ci si iscrivono solo quelli che il titolare del club decide, mi sembra facile da capire. Vada in qualche palestra piu' "pubblica" e magari sara' accontentata. Personalmente, comunque, il fatto che l'articolo la definisca "mediatrice culturale" mi fa gia' immaginare il tipo, e sono quasi sicuro che, al posto del titolare avrei fatto lo stesso.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 03/05/2019 - 21:41

una provocazione e niente piu'. Ha fatto bene chi non l'ha accettata.

nunzio.nacci

Ven, 03/05/2019 - 22:04

è stata solo una provocazione perchè la interprete italo-marocchina sapeva benissimo che in palestra non sarebbe stata ammessa vestita in quel modo e senza tuta d'ordinanza. Forse vuole farsi candidare dal PD alle prossime elezioni per prendere il posto della kienghe?

killkoms

Ven, 03/05/2019 - 22:31

mediatrice culturale?

killkoms

Ven, 03/05/2019 - 22:35

prefabbricano "incidenti" simili solo per farsi ritagliare spazi a loro esclusivo godimento!

seccatissimo

Ven, 03/05/2019 - 22:59

Concordo al 100% con il proprietario della palestra in questione !

Giorgio Mandozzi

Ven, 03/05/2019 - 23:05

Hanno fatto benissimo! Davvero non capisco questi "immigrati". Quando sono venuti nel nostro paese sapevano che siamo occidentali e che viviamo in un modo e con abitudini che loro ritengono offensivi. Perché ci sono venuti? Intendevano assimilarsi (come sostengono i buonisti) o pensavano ad un nuovo modo di conquista? Nel primo caso è evidente che avrebbero dovuto accettare il nostro mondo nel secondo, più probabile, c'é il tentativo di imporre il loro mondo! Questo non lo accettiamo!

Vincenzo65

Sab, 04/05/2019 - 00:00

Se era un semplice velo che copriva il capo ma lasciava scoperto il volto effettivamente il gestore della palestra poteva risparmiarsi certe battute, ma la domanda che mi faccio è un' altra, cosa ci faceva una ragazza di fede mussulmana in una palestra promiscua visto che la sharia vieta alle donne di frequentare ambienti in promiscuità con gli uomini ? infatti proprio per questo motivo esistono palestre per sole donne islamiche ? Anche Lei dovrebbe far pace con il cervello, conosce bene la legge e i principi della Costituzione ma non conosce il buonsenso, se ha deciso di vivere all'occidentale perché il velo ? Per finire invece di menarcela per un posto in palestra alzi piuttosto la voce in favore di milioni di donne islamiche i cui diritti nei loro Paesi sono sistematicamente calpestati in nome di una tradizione barbara e anacronistica.

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Sab, 04/05/2019 - 01:16

La marocchina (NON è italiana, anche nel caso avesse il passaporto italiano) deve fare una cosa, visto che l'integrazione tra culture non può essere sempre a senso unico: vada in un paese musulmano di sua scelta, per esempio l'Arabia Saudita, e spenda là il proprio alto senso della giustizia, battendosi per il diritto delle donne cristiane di iscriversi ad una palestra senza indossare il velo e con la croce al collo. Quando avrà fatto questo, avrà il diritto di offendersi. Fino a quel momento vale la regola "a casa mia comando io".

lisanna

Sab, 04/05/2019 - 08:36

prevedo rogne mediatiche se non legali, qualche zelante pm ci sara',al proprietario della palestra, la tipa mediatrice culturale, una dei tanti lavori inutili delle ong.

jenab

Sab, 04/05/2019 - 08:54

l'odio non centra proprio nulla. ha fatto benissimo ad escluderla.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 04/05/2019 - 09:39

eliminare lo stipendio ai "mediatori culturali" è una delle prime cosa da fare con un governo in cui la Lega abbia la maggioranza da sola

wrights

Sab, 04/05/2019 - 09:41

Come al solito si prendono per buone le dichiarazioni della ragazza, senza aver nemmeno interpellato il titolare. Quello che non capisco è perché una la povera vittima di persecuzione religiosa, vuole per forza andare in un luogo PRIVATO, sapendo di non essere desiderata. Detto questo in tutte le palestre PRIVATE, l'iscrizione è soggetta all'approvazione del titolare o dei soci. Invito le donne "non religiose" a provare a visitare in shorts una chiesa o peggio una moschea e poi se allontanate, lamentarsi per iscritto con il Vescovo o l'Iman. Per gli sciocchi che asseriscono che la palestra è un luogo pubblico, comunico che anche se una persona vuole iscriversi ad un partito politico, la domanda viene vagliata e può essere respinta senza motivazione, tranne in alcuni partiti, dove per "carenza di ossigeno" accettano tutti e anzi meno si capisce e più si è ben accetti.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 04/05/2019 - 10:09

la marrocchina non sa che le è vietato dal cor.a.no stare insieme a MASCULI che non siano famigghiari,marito o figghi suoi???oppure d'accordo con la giunta pdiota e sinistroide tenta di farne un caso???

ammazzaodori

Sab, 04/05/2019 - 10:12

Se la palestra è privata, che cavolo va cercando ?

Franco Ruggieri

Sab, 04/05/2019 - 10:20

Mi domando, e domando a tutti: come mai una maomettonza voleva andare in palestra? Forse per imparare a fare quello che ordina il cor-ano in almeno 109 punti, cioè aggredire e, possibilmente, ammazzare i non maomettonzi? Non credo nemmeno per un attimo che una maomettonza abbia avuto il permesso dal suo marito o padre di andare in palestra dove poteva incontrare altri uomini: ma che, scherziamo? Abominio!

cir

Sab, 04/05/2019 - 11:48

wrights . non dire cxxxxxe .