Missione compiuta: dopo 6 mesi Parmitano è tornato dallo spazio

La navetta russa Soyuz è atterrata nella steppa del Kazakhstan. L'Asi: "È stata una missione straordinaria"

Missione compiuta per Luca Parmitano, ancora una volta con il sorriso. La navetta russa Soyuz è atterrata come previsto nella steppa del Kazakhstan (guarda la gallery). A bordo, con l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), c’erano il comandante russo Fyodor Yurchikhin, la collega americana Karen Nyberg e un passeggero d’eccezione: la torcia olimpica dei giochi invernali in programma nel febbraio 2014 in Russia, a Sochi.

Il viaggio è durato poco più di tre ore e la frizione con l’atmosfera ha portato la navetta a raggiungere temperature di 1.600 gradi. A circa 10 chilometri di quota il paracadute si è aperto automaticamente, rallentando la corsa da 864 a 324 chilometri orari. Poi l’atterraggio nella steppa. Parmitano è stato l’ultimo ad essere estratto dalla navetta e la sua prima reazione nell’essere di nuovo a Terra è stato un sorriso felice. Sul suo viso non c’era la minima traccia dello stress che può provocare un viaggio a dir poco "avventuroso" come il rientro con la Soyuz. "Separazione avvenuta. Per strada verso la Terra!", aveva scritto l’astronauta su Twitter dopo che la navetta si era staccata dalla stazione spaziale per cominciare il viaggio di ritorno. L’ultima delle sue spettacolari foto l’ha voluta dedicata alla Sicilia, dove è nato 37 anni fa. Si conclude così, con lo stesso entusiasmo con cui era cominciata, la missione Volare, la prima di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

Il bilancio è più che positivo. "Volare è stata una missione straordinaria", ha detto il presidente dell’Asi, Enrico Saggese, subito dopo il rientro della Soyuz. Parmitano è stato il primo italiano ad affrontare una passeggiata spaziale, anzi due. E la seconda, mozzafiato, e stata interrotta per un guasto alla tuta. L’astronauta ha inoltre eseguito più di 30 esperimenti, ha inviato a Terra immagini indimenticabili del nostro pianeta e ha aiutato tre veicoli ad agganciarsi alla stazione orbitale. Sesto italiano ad andare nello spazio e quinto a salire sulla stazione spaziale, Parmitano è ora diretto a Houston per affrontare un periodo di riabilitazione per riadattarsi alla gravità e numerosi test medici tesi a studiare le reazioni dell’organismo umano all’assenza di gravità.

Mappa

Commenti
Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 11/11/2013 - 11:30

Di questo personaggio non me ne frega niente. Non so quanto ci ha guadagnato e chi lo paga (spero non i contribuenti). Spero solo che in queste missioni stiano studiando il modo di lanciare nello spazio le scorie nucleari. Così potremo finalmente produrre energia nucleare senza doverci preoccupare di questo importante effetto collaterale.

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Lun, 11/11/2013 - 13:05

cangrande17, Ma lei in quale Mondo vive? E' un alieno? La ricerca scientifica parte anche da queste missioni, impossibili effettuarli in ambienti di natura terrestre. Poi le scorie possono essere ridotte con l'applicazione di nuove sistemi dell'impiego del nucleare.

External

Lun, 11/11/2013 - 14:02

Studiassero il modo di far rinsavire i cretini sarebbe meglio.

maxaureli

Lun, 11/11/2013 - 14:58

cangrande17... Preferirei di tenermi le scorie radiattive sotto lo scantinato, ma mandare tutti i politici nello spazio (senza ritorno)... LOL LOL LOL

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 11/11/2013 - 16:13

Beh, sicuramente scorie tipo Veltroni, Prodi, Napolitano, External, EMILIO1239, De Magistris, Penati ecc. meriterebbero di essere espulsi dal pianeta alla prima occasione...

Ritratto di Geppa

Geppa

Lun, 11/11/2013 - 16:28

Cangrande si occupi di calcio perfavore. Meta' delle cose che usa quotidianamente sono sviluppate dall'ingegneria aerospaziale.

Ritratto di mistereaster

mistereaster

Lun, 11/11/2013 - 17:52

e invece caro concittadino (penso) cangrande... una volta tanto un italiano si fa sentire e vedere per una delle missioni più difficili che ne io ne lei mai faremmo.. sei mesi nello spazio. una piccola medaglia nel carniere già pieno di itaglia del piffero..

External

Mar, 12/11/2013 - 13:00

cangrande 17, lei al massimo può andare in gondola, e causare incidenti. 'l'canal, chi ga sugà 'l'canal? Continui a remare.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 12/11/2013 - 15:33

External: mi mandi una cartolina quando si troverà su qualche satellite di Giove circondato da scorie radioattive.