Il mistero di Erik, giovane ​pisano morto a Londra

Si era trasferito nella capitale londinese da pochi mesi. Misteriose le circostanze della morte

Si era trasferito a Londra da alcuni mesi, il 23enne di Pisa morto a Islington, quartiere centrale della capitale inglese. Il suo corpo è stato trovato in strada lo scorso sabato, ma ci sono voluti tre giorni per identificarlo e dare un nome a quei resti senza vita. Si chiamava Erik Sanfilippo, 23 anni, di Montopoli, in provincia di Pisa e in Inghilterra faceva il pizzaiolo.

Le cause della morte restano, per il momento, un mistero, così come le circostanze che hanno lasciato il giovane senza vita. Le notizie che arrivano dall'Inghilterra sono ancora frammentarie: il corpo di Erik sarebbe stato ritrovato da un residente del quartiere dentro un cassonetto, ma altre fonti riferiscono che i resti si trovassero in strada, accanto a un bidone dei rifiuti.

Per ora la morte del giovane è "unexplained", secondo la polizia inglese, cioè ancora da chiarire e nessuna ipotesi è stata esclusa: potrebbe essersi trattato di un malore, di un incidento, o persino di omicidio. Sarà l'autopsia a chiarirlo. Da un primo accertamento, sulla testa di Erik è stata individuata una ferita, ma non si ancora di che entità, nè se possa essere considerata la causa della morte.

Sembra che, per il decesso del giovane, sia stato già fermato un sospetto, un uomo di 52 anni, accusato di omicidio. Ma la polizia lo ha rilasciato su cauzione poco tempo dopo. L'uomo, però, dovrà comparire nuovamente il prossimo mese.

Commenti

carlottacharlie

Gio, 16/05/2019 - 21:05

Vanno di qui e di la' per il mondo e tanti vengono uccisi, ci si chiede come mai 'sta deriva assassina.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 16/05/2019 - 22:13

Daranno la colpa a Salvini? Visto il cervello arido dei comunisti, lo faranno ancora, come sempre.