Molesta in treno una ragazzina mentre va a scuola: arrestato moldavo

Una ragazzina è stata molestata da un moldavo mentre era sul treno Trento-Bassano per andare a scuola. Fermato dai carabinieri, lo straniero ha ammesso le sue responsabilità

Un’esperienza a dir poco traumatica quella vissuta da un’adolescente a bordo di un treno che collega Trento a Bassano. La minorenne, infatti, mentre si stava recando a scuola con un’amica è stata avvicinata, aggredita e molestata da un moldavo di 27 anni che, poi, si è dato alla fuga.

Fin dall’inizio del viaggio, le giovani avevano notato lo straniero a causa dei suoi strani comportamenti. Spaventate, le ragazze a Pergine decidono di scendere per cambiare treno ma è proprio in questo momento che l'uomo si alza dal suo posto, raggiungere una delle minorenni e la molesta.

Secondo quanto poi raccontato dalla vittima ai carabinieri, l’immigrato l’avrebbe afferrata per i fianchi cercando di avvicinarla a sé. La giovane, però, è riuscita a divincolarsi e, dopo essersi allontanata, ha fatto scattare l’allarme.

Sul posto è giunta immediatamente una volante dei carabinieri della stazione di Pergine. I militari, ascoltato il racconto dell’adolescente, hanno immediatamente avviato le indagini per risalire al responsabile della violenza.

I carabinieri, insieme agli agenti della Polizia locale, hanno setacciato la zona e, in poco tempo, sono riusciti ad individuare un sospetto che coincideva con la descrizione fornita dalle ragazze. Dopo essere stato fermato ed identificato, l’uomo è stato accompagnato presso la caserma dei carabinieri, insieme alle ragazze e ai genitori che, nel frattempo, le avevano raggiunte.

Il moldavo di 27 anni, sottoposto ad interrogatorio, ha ammesso le sue responsabilità nella vicenda e, per questo, è stato dichiarato in stato di arresto per violenza sessuale. Su disposizione dell’Autorità giudiziaria è agli arresti domiciliari in attesa di essere sottoposto a rito direttissimo previsto per la giornata di oggi.