Molotov alla Federico II di Napoli. A fuoco uffici universitari

Un principio d'incendio al secondo piano dell'edificio. Il rettore: "Un'intimidazione"

Una bottiglia incendiaria è stata trovata al secondo piano dell'edificio dell'Università Federico II di Napoli, sul centralissimo Corso Umberto. A ritrovarla sono stati gli agenti della polizia, che sono intervenuti nella mattinata di oggi dopo che era stato segnalato un principio d'incendio, divampato all'interno del palazzo, dove si trovano alcuni uffici amministrativi dell'ateneo.

In via precauzionale, gli agenti hanno fatto allontanare quanti si trovavano negli uffici, anche se la situazione è rimasta sotto controllo. Molti punti su quanto avvenuto sono ancora da chiarire, ma quello che si sa al momento è che l'incendio è di natura dolosa. Una tesi impossibile da confutare, dopo il ritrovamento della bottiglia molotov in uno degli uffici. È ancora invece poco chiaro chi sia stato a lanciarla e dunque a scatenare l'incendio e sui fatti stanno indagando gli uomini della Digos.

"È un atto intimidatorio, un vulnus alla democrazia - ha commentato Gaetano Manfredi, rettore dell'università - Per fortuna non c’erano molte presone presenti e il custode è intervenuto".