Il monito di Bergoglio: "Muri e ingressi sbarrati? Non sarà per sempre"

"Muri e ingressi sbarrati sono un'illusione. Il 'giorno del Signore' sostituirà l'arroganza", è il messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale dei Poveri

"Si possono costruire tanti muri e sbarrare gli ingressi per illudersi di sentirsi sicuri con le proprie ricchezze a danno di quanti si lasciano fuori. Non sarà così per sempre". Lo ha scritto Papa Francesco nel messaggio per la terza Giornata Mondiale dei Poveri, che quest'anno si celebra il 17 novembre prossimo.

"La speranza dei poveri non sarà mai delusa", questo il tema della Giornata dedicata ai bisognosi. E in occasione dell'evento, Bergoglio ha deciso di lanciare un messaggio di fiducia e solidarietà.

"Il 'giorno del Signore', come descritto dai profeti - ha spiegato il Pontefice - distruggerà le barriere create tra Paesi e sostituirà l'arroganza di pochi con la solidarietà di tanti". Un riferiemento chiaro e diretto non solo a muri e recinzioni che sorgono in tutto il mondo, ma anche a quelli che si alzano nelle persone.

"La condizione di emarginazione - ha continuato - in cui sono vessati milioni di persone non potrà durare ancora a lungo. Il loro grido aumenta e abbraccia la terra intera".

Infine Bergoglio ha citato don Primo Mazzolari, "Il povero è una protesta continua contro le nostre ingiustizie; il povero è una polveriera. Se le dai fuoco, il mondo salta".

Commenti
Ritratto di Marco-G

Marco-G

Gio, 13/06/2019 - 12:57

Iniziasse ad aprire varchi nelle mura vaticane che poi ne riparliamo

killkoms

Gio, 13/06/2019 - 13:12

ci sono romani da generazioni che non hanno mai valicAto le porte delle mura leoni ne!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 13/06/2019 - 13:15

Nessuno tocchi Caino, che dopo avere diffidato il pastore Abele a rispettate il seminativo, fu costretto a sopprimerlo, mors tua vita mea, per non vedere il raccolto divorato dalle "povere" grasse bestie di Abele. Idem per Romolo e Remo. Dunque Roma faro di civiltà e di proprietà privata ... Come Dio comanda di non desiderare la roba/donna d'altri, a Bergoglio è fuori posto.

Ritratto di tox-23

tox-23

Gio, 13/06/2019 - 13:23

Ohh, come avevo previsto in un altro commento, quello relativo alla recente rampogna dell'unchr (o come diavolo si scrive) è arrivato seguendo a ruota l'anatema del Papa. "Il giorno del Signore", accidenti, sto tremando di paura, qualcuno spieghi alla Chiesa che non siamo mica nel medioevo. Chi manca adesso con le sgridate ? PD ? Bruxelles ? Vorrei citare anche qualche altra Istituzione ma ho paura di essere arrestato.

Rob150857

Gio, 13/06/2019 - 13:33

Il Papa si riferisce al Vangelo, quello dei martiri cristiani che si inginocchiavano davanti ai leoni e che porgevano l'altra guancia.E'il suo mestiere; non e' che il Vangelo si puo' interpretare a seconda della propria convinzione politica. Per questo hanno inventato lo stato Laico che persegue I propri interessi anche quando sono in contrasto con il Vangelo e senza bisogno di cambiarlo….

venco

Gio, 13/06/2019 - 14:05

Chi non vuole difendersi dall'invasione sparirà a breve.

Ritratto di Marco-G

Marco-G

Gio, 13/06/2019 - 14:51

Rob150857 è vero, in questa circostanza il Papa si riferisce al Vangelo poi, però, quando si tratta di far pagare il biglietto per la cappella Sistina o di proteggere i tesori delle chiese ci si scorda dell'altruismo cristiano e si punta al profitto ed alla legalità. Questo a casa mia si chiamano ipocrisia e malafede visto, che in Vaticano, che il bilancio tra altruismo cristiano e profitto è sempre a vantaggio del profitto. Perchè mai gli altri non dovrebbero fare altrettanto?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 13/06/2019 - 14:56

Abele é diventato "buono" solo dopo morto. E comunque Gesù Cristo non discende certo da Abele.