Monza, imprenditore in manette: la società fattura 82 milioni ma non versa un euro al Fisco

Arrestato un imprenditore di 44 anni. Le accuse dei finanzieri: "Nonostante un fatturato di tutto rispetto e 2.200 collaboratori sparsi in tutt’Italia, non pagava nulla"

La Guardia di Finanza di Monza arresta un imprenditore monzese per frode fiscale

Maxi blitz delle Fiamme Gialle di Milano nelle sedi del gruppo Viesse International Holding. Questa mattina è finito in manette un imprenditore lombardo, leader nella fornitura dei servizi alle aziende. Nel mirino il gruppo composto da dieci società con quartier generale a Usmate Velate, in provincia di Monza e Brianza.

"L'imprenditore - spiegano gli inquirenti - è stato arrestato per una frode fiscale di ingenti dimensioni, un’evasione di imposte e di contributi previdenziali quantificata in 50 milioni di euro". Magistrati e finanzieri stanno, infatti, indagando su una frode fiscale di ingenti dimensioni, un'evasione di imposte e di contributi previdenziali quantificata in 50 milioni di euro, basata sulla falsificazione della contabilità e sull'illecito utilizzo delle compensazioni tra crediti e debiti tributari. Le indagini sono partite da alcune segnalazioni sul conto di società del Gruppo Viesse, trasmesse dall'Inps e dall'Agenzia delle Entrate di Monza alla procura locale, per irregolarità rilevate nel pagamento di debiti previdenziali. Per far luce sulla vicenda, i pm Manuela Massenz e Giulia Rizzo hanno deciso di raccogliere le diverse segnalazioni in un unico fascicolo ed affidare le indagini ai militari del Gruppo Guardia di Finanza Monza. Dopo una serie di accertamenti preliminari, agli inizi del 2013 le Fiamme Gialle monzesi hanno notificato i primi avvisi di garanzia a sette tra amministratori e rappresentanti legali delle società del Gruppo Viesse e sono scattate le perquisizioni ordinate dai pm presso le sedi delle aziende e delle abitazioni degli indagati.

Sono stati necessari alcuni mesi ai Finanzieri per esaminare tutta la contabilità delle aziende (sedici quelle coinvolte) e per ricostruire l'ingegnoso e, al tempo stesso, insidioso meccanismo evasivo messo in piedi per aggirare il fisco. Nonostante un fatturato di tutto rispetto (oltre 82 milioni di euro) e 2.200 collaboratori sparsi in tutto il Paese, le aziende del gruppo non hanno versato praticamente né imposte all'erario pubblico né contributi all'Inps ed all'Inail. Infatti, i debiti tributari e previdenziali maturati dalle società sono stati con sistematicità illecitamente "azzerati", ossia compensati con crediti Iva del tutto inventati oppure artatamente gonfiati: le fatture ricevute venivano annotate sui registri Iva con importi decisamente maggiorati, per aumentare il credito Iva delle singole società. L'imprenditore è attualmente detenuto nel carcere di Monza, a disposizione dell'autorità giudiziaria, per rispondere delle accuse di evasione fiscale, indebite compensazioni d'imposta, omessi versamenti di ritenute fiscali operate nei confronti dei propri dipendenti. Per garantire le casse pubbliche in caso di condanna dell'indagato, i finanzieri monzesi hanno sequestrato su ordine del gip un vero e proprio patrimonio immobiliare di cui l'arrestato disponeva direttamente o attraverso familiari e società. Dalla villa con piscina, sauna e bagno turco a Lesmo dove l'imprenditore vive insieme alla famiglia, al super attico ad Alghero, dalle sei villette di Villasanta ai tredici appartamenti. E ancora: 43 capannoni industriali e una quarantina di terreni distribuiti tra le provincie di Milano, Monza, Bergamo, Lecco e Sassari. Sono, infine, state sequestrate anche disponibilità liquide su conti correnti per circa 100mila euro. Il tutto per un importo pari a 50 milioni di euro.

Commenti

gneo58

Ven, 20/09/2013 - 11:08

ma fatemi capire - 2200 dipendenti ai quali non e' mai stata versata una lira di inps-inail ecc ecc e nessuno se ne accorge e/o protesta ?

ilfratellodiitan

Ven, 20/09/2013 - 11:15

così altri 2200 collaboratori o dipendenti, che siano, messi in mezzo ad una strada... Aiutiamo la crisi... si ad aumentare.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 20/09/2013 - 11:22

Ammesso che sia, poi, tutto accertato, queste sono le operazioni di contrasto all'evasione che dovrebbero impegnare i finanzieri. Ricordo ancora il blitz in gelateria per 10 euro di mancati scontrini... Sekhmet.

beale

Ven, 20/09/2013 - 11:53

Grande!!!! Altro che Olli Rehn. A parte le battute mi vien da dire: o la notizia è una bufala oppure bisogna mandare a casa un bel po' di gente che a parole tuona contro l'evasione e poi "evade" non solo i controlli, anche le evidenze.

BlackMen

Ven, 20/09/2013 - 11:58

ilfratellodiitan: quindi lei cosa propone? facciamo finta di niente?

swiller

Ven, 20/09/2013 - 13:07

Ha imparato dai nostri politici e pubblici amministratori, una scuola leader mondiale.

chiara 2

Ven, 20/09/2013 - 13:15

E NESSUNO PROTESTA???

angelomaria

Ven, 20/09/2013 - 13:49

si fosse chiamto SILVIO l'avrebbero crocefisso all'entrata dell'azienda

Mr Blonde

Ven, 20/09/2013 - 14:08

Con le dovute cautele e garanzie per l'imputato poi se accertato dovrebbe andare in galera x10 anni come negli usa, altroche' scontrini da 10 euro. E il suo patrimonio utilizzato x risarcire lo stato, cioe' anche me, di tutte le tasse che pago a posto suo. X ilfratellodiitan la crisi e' anche colpa di questi LADRI

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 20/09/2013 - 14:31

E' plausibile in effetti, la truffa ideata da questi imprenditori. Basta gonfiare l'IVA sugli acquisti aumentando gli imponibili delle fatture passive registrate ed il gioco è fatto. Si fa la denuncia annuale dell'IVA che dimostra un credito rilevante e con l'F24 basta compensare crediti (inesistenti relativi all'IVA annuale dichiarata) con i debiti esistenti IRPEF INPS ED inail sui dipendenti ed altre imposte ancora. Però questo è un giochetto che però durerebbe poco. Molto più difficile scovare le cosiddette truffe carosello sull'IVA, mediante l'uso di triangolazioni con imprese magari dello stesso gruppo ma aventi sede in paesi diversi.

BlackMen

Ven, 20/09/2013 - 14:37

angelomaria: o forse si appellerebbe a strasburgo :-)

Ritratto di afrikakorps

afrikakorps

Ven, 20/09/2013 - 14:59

@sekhmet: vede il blitz in gelateria serve come dissuasore. Tra i commercianti ed i clienti si sparge la voce a macchia d'olio. Penso l'auspicio sia di rendere tutti consapevoli che quando non riceviamo lo scontrino o non chiediamo la fattura in realtà consentiamo all' interlocutore di RUBARE, perchè proprio questa è la parola adatta. Spero il gelato non le sia rimasto sullo stomaco.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 20/09/2013 - 15:11

zzo. ma la finanza dormiva? Io povero contribuente se ritardavo von la mia 740 tedesca avevo 3 avvisi , poi avrebbe dovuto arrivare il pignoramento.E non era colpa mia .Volevano solo soldi anticipati.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 20/09/2013 - 15:27

i dipendenti saranno licenziati o cassaintegrati quindi finanziati con le vostre tasse, i soldi evasi difficilmente recuperati. Uscire dall'euro, azzerare il debito pubblico, diminuire la pressione fiscale al 25% max, stampare le nostre amate Lire, diventeremo in 2 anni una vera potenza industriale con le eccellenze che ancora possiediamo

Ritratto di Geppa

Geppa

Ven, 20/09/2013 - 15:42

E' innocente! non ha fatto nulla! tutta una montatura! i giudici lo perseguitano! e' un killeraggio politico! basta! e' una persona onesta me lo ha detto a me! giudici accaniti!!! (terzo invio)

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 20/09/2013 - 15:42

D'accordo con Dragon_Lord : torniamo alla lira, abbassiamo drasticamente le tasse (il che abbasserebbe l'evasione) e freghiamoli tutti.

Ritratto di alejob

alejob

Ven, 20/09/2013 - 15:44

Scommetto che l'evasore trovato è un simpattizzante del PDL o iscritto al partito. Sarei proprio curioso di sapere, perchè i sinistroidi che evadono, si guardano bene dall'entrare nelle istituzioni, loro sono fuori e quelli che sono dentro li proteggono, questa è la prassi.

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Ven, 20/09/2013 - 15:54

Una pacca amichevole sulla spalla e via... Tanto ci avrebbe cmq pensato equitalia a trovare il modo di evadere, sotto per sotto... E noi non arriviamo a fine mese. Molto bene.

Agostinob

Ven, 20/09/2013 - 16:22

Non è chiaro da quanto tempo agisca sul mercato questa società. Non credo sia nata lo scorso anno e quindi c'è da domandarsi (al di là delle solite, classiche e ovvie accuse sulla disonestà di costui) se qualcuno non abbia, in questi anni, fatto il proprio dovere. Ad un cittadino normale basta un nulla per essere immediatamente colpevolizzato per una seppur piccola mancanza. E qui? Perchè non sono mai avvenuti controlli? Si sa che le aziende subiscono controlli fiscali molto ma molto spesso. In questo caso pare che si siano mossi solo perchè qualcuno ha denunciato che c'era qualcosa che non andava. Altrimenti? Circa i 2200 collaboratori, va detto che non sono dipendenti.Si parla di 2200 distrubuiti in tutta Italia e quindi possono essere, anzi saranno senza'altro, a partita iva. Ognuno di loro produce affari per 37000 euro e, ammesso abbiano una provvigione, intascheranno ognuno meno di 2000 euro all'anno. Se fossero agenti di commercio (me per quel guadagno nessuno lavorerebbe) si sarebbero accorti subito dei mancati versamenti. Se questi collaboratori non se ne sono accorti...c'è qualcosa che non va anche in loro. La maggiorazione iva sulle fatture di prodotti acquistati da questa azienda non può avvenire in modo così semplicistico come descritto. Nessuno riceve una fattura del fornitore con indicata iva 100 e la scarica con iva 1000. Questo perchè la fattura rimane ed è controllabile. Occorre essere pirla o avere....Santi in paradiso che proteggono. C'è sempre, in questi casi, qualcosa che non quadra perchè non credo ci siano imprenditori tanto idioti da non versare nulla. Il rischio è abnorme e non vale la pena. Così come è praticamente impossibile non versare nulla all'inps. Quest'azienda avrà pure avuto qualche impiegato. Ebbene, nessuno di questi ha mai avuto un contatto con l'Inps? Non ha mai ricevuto un estratto di versamenti?

Peppone1969

Ven, 20/09/2013 - 16:44

Mi vengono in mente due signorotti siciliani che devono 800 milioni al fisco. non solo non sono stati arrestati, ma continuano a produrre vestitini. . .non ricordo i nomi. Legge uguale per tutti e industriale furbo. Adesso pagherà un terzo di quello che deve, fanno tutti così, e risolve i problemi. In buona sostanza la legge lo consente e tanti saluti...

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 20/09/2013 - 16:54

Costui non è Berlusconi e allora passa inosservato e la frode imputata a Berlusconi dai parrucconi( solo politica per distruggerlo) al confronto di costui fa ridere i polli.Dove sono i magistrati solerti ad ogni starnuto del Cavaliere?E sì che siamo nell'Interland Milanese,regno incontrastato dei giacobini.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 20/09/2013 - 16:56

CHI EVADE LE TASSE CON ALIQUOTA MASSIMA AL 25% PER UN IMPORTO MAX DI 5.000 EURO 5 ANNI DI CARCERE PER OGNI 2.000 EURO EVASI OLTRE I 5.000 1 ANNO IN + DI CARCERE PER DAVVERO

gisto

Ven, 20/09/2013 - 16:57

Letto cosi' ha dell'incredibile.Sembra piu' un titolo forzato dal giornalista e dalla guardia di finanza.Spiego il mio dubbio. Quando c'erano i documenti accompagantori fiscali,fatti a mano,succcedeve che uno metteva 7/04/1998 invece di 07/04/1998. orbene tutto il blocchetto con questi errori veniva bloccato,poi le denunce,infine la comunicazione che Tizio aveva evaso per... quanto il quantitativo corrispondente,e per mesi.Notizia da effetto,poi veniva risolto con una multa.Ora in questo caso c'e' una compenszione che il ragioniere della ditta ha pensato di utilizzare,invece la Finanza, pare,gielo abbia contestato.Il ragioniere ha sbagliato la procedura? Doveva avere quei soldi dall'erario? Mi sa che tutto finira' con una maximulta. Pero' rimane l'effetto della notizia,che e' quello che importa ai giornalisti.

flip

Ven, 20/09/2013 - 17:17

se aumentava l'iva degli acquisti e aveva una contabilità automatizzata, aumentava anche i costi. come se la cavava con il bilancio e con la dichiarazione dei redditi??

gamma

Ven, 20/09/2013 - 18:02

Cosa volete che sia in confronto ai 17 miliardi di MPS-PD

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 20/09/2013 - 18:07

NOMI e COGNOMI PER FAVORE!!!! Saludos

PaK8.8

Ven, 20/09/2013 - 18:07

Geppa, non è il terzo invio, sarà il quindicesimo. Sono almeno due giorni che scrivi la stessa battuta. Abbiamo riso, abbiamo riso, passa ad altro, vai. O ti diverte?

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 20/09/2013 - 18:27

fortunatamente qui al nord certe cose non succedono. sono i terroni che rubano e questa è la prova.

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Ven, 20/09/2013 - 18:30

Anche i giornali di destra sparano minchiate. Si tassano gli utili, non il fatturato. Il fatturato lordo per dipendente è di 37.000 €. Tolti stipendi, materiali, affitti, utenze e interessi, il guadagno non può essere astronomico

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 20/09/2013 - 18:49

Sicuramente un elettore del PD o del M5S, giusto...?? Ecco un esponente tipico del bacino elettorale che ha portato al potere Berlusconi, il prototipo di chi ha avuto facolta' di farla franca perche' il Pregiudicato glielo ha garantito nel suo programma elettorale, fatto per imprenditori, commercianti, liberi professionisti. PdL Partito degli evasori, guidato da un truffatore dello Stato, e tutti quelli che ancora lo difendono sono complici e fiancheggiatori vergognosi.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Ven, 20/09/2013 - 19:03

Questi saranno altri 2201 voti che Sua Emittenza guadagnerà promettendo un altro condono tombale.

FR

Ven, 20/09/2013 - 19:11

Perché anche l'unico giornale che apprezzo non fa il nome di questo galantuomo che offende la categoria degli imprenditori onesti e che lascia nella m..... migliaia di dipendenti? Basta chiedere in Brianza per sapere che il signore in questione si chiama ODDO ANDREA.

vale.1958

Ven, 20/09/2013 - 19:34

EROE.....come gia' stato detto chi evade e' un eroe!!!! Denaro sottratto allo sperpeo per mantenere il pubblico impiego!!!! GRANDE avanti cosi'

lento

Ven, 20/09/2013 - 19:47

Ognuno evade quello che puo'!Ma tutti evasori siete.In un'Italia ,con leggi fiscali impossibili da rispettare, che cosa vi aspettate.Ho evadi 100 milioni ho evadi in centesimo,sempre evasori siete!

titina

Ven, 20/09/2013 - 19:50

x venividi "abbassiamo drasticamente le tasse (il che abbasserebbe l'evasione)" Questo imprenditore con un fatturato di milioni e milioni di euro, NON ha pagato neppure UN EURO di tasse, il che significa che se uno è evasore sarebbe evasore anche se si pagassero poche tasse.

titina

Ven, 20/09/2013 - 19:54

x fabiobonari. Se a 44 anni ha potuto comprare ville, appartamenti e terreni in gran quantità vuol dire che guadagnava benissimo. Oppure aveva qualche attività illecita e l'azienda era copertura.

electric

Ven, 20/09/2013 - 19:58

L'Agenzia delle Entrate dispone di software sofisticati che dovrebbero segnalare ogni anomalia di una certa rilevanza. Mi sorge il dubbio che invece di occuparsi di cose serie, gli uomini della finanza erano impegnati a raccattare scontrini da 2 euro dai paninari...

gianni59

Ven, 20/09/2013 - 20:18

angelomaria...veramente se si fosse chiamato Silvio non starebbe nel carcere di Monza ma avrebbe un posto in parlamento, la prescrizione, un occhio che gli fa male, tanti impegni, una richiesta di grazia, o l'opzione per i sevizi sociali...

syntronik

Ven, 20/09/2013 - 20:46

Se é di sinistra, al massimo se la cava con un tir di sabbia,

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 20/09/2013 - 21:41

" CARISSIMO" FERDNANDO 55 NONCHE LINO RICCIO Si chiama ANDREA ODDO !!! Cognome NON certo Brianzolo!!! SUUU!!! NON SE LA PRENDA, MA HA TOPPATO!!! Saludos

killkoms

Ven, 20/09/2013 - 22:55

@fabiobonari,figurati quelli di sinistra!

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Sab, 21/09/2013 - 01:15

@venividi - Dragon Lord è irrecuperabile, forse tu hai ancora qualche neurone funzionante. Quindi ti illumino un attimo: 1. quando c'era la lira le tasse erano comunque insostenibili per qualunque imprenditore impossibilitato ad evadere, per questo io me ne sono andato nel 2001, scordati che le tasse vengano abbassate tornando alla lira, è un ragionamento senza alcuna base logica; 2. tornando alla lira i tuoi compensi da lavoro dipendente o autonomo saranno svalutati di un buon 30% così come i tuoi assets finanziari (se ne hai); 3. quello di diventare una potenza industriale svalutando è un concetto ridicolo e antistorico: non sono i soli costi del lavoro a favorire gli investimenti in un paese ma anche e soprattutto le infrastrutture, la burocrazia e la tassazione.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 21/09/2013 - 01:39

Francamente, nella situazione di sviluppo economico attuale che c'è in Italia, colpire un imprenditore che ha 2200 dipendenti mi sembra più un delitto del fisco che dell'imprenditore. Tutta quella gente è condannata a andare a spasso senza più nulla per sopravvivere loro e le loro famiglie. Quando le leggi vengono usate pedissequamente senza guardare alla situazione che crea la loro applicazione, hanno qualcosa di mostruoso. In pratica finiscono solo per gettare via il bambino assieme all'acqua sporca solo per seguire alla lettera le norme, un'idiozia assoluta che chiunque condannerebbe ma in casi similari come questo, invece, si esalta questa idiozia. Lo credo bene che l'Italia va a rotoli! Oltre agli imbecilli privati abbiamo anche quelli istituzionali.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 21/09/2013 - 08:39

O i dati sono tutti sbagliati, oppure abbiamo trovato un altro che sa moltiplicare i pani e i pesci.

FR

Sab, 21/09/2013 - 13:26

Per Agostinob, e invece no.I 2200 sono proprio dipendenti! Poveri cristi sfruttati e truffati. Perchè invece di sparare stupidaggini infondate non si informa prima e poi, se proprio deve, da fiato ai polmoni?

nino47

Sab, 21/09/2013 - 17:02

questi annunci mi fanno semplicemente ridere! Spiegatemi come mai, dopo lo squinterno di milioni e miliardi di beni e denari e conti bancari "sequestrati" ai vari "evasori" non si riesce a trovare il miliardo che serve a evitare l'aumento IVA. Siete dei cioccolatini! e noi dei pirla sempre lì a bere le porcherie che i media ci riversano addosso!