Morta a 10 anni per un intervento all'orecchio

La piccola aveva subìto una perforazione del timpano. I genitori denunciano i medici: "Era un'operazione di routine"

Morta a 10 anni per una perforazione del timpano causata probabilmente da ripetute infezioni. È successo a Roma, nella casa di cura privata Villa Mafalda, dove una bimba ha perso la vita per insufficienza cardiaca durante l'intervento di ricostruzione della membrana timpanica.

"Era un intervento di routine. Com’è possibile che per una banale operazione chirurgica all’orecchio mia figlia possa essere morta?", ha detto il padre della piccola Giovanna. La famiglia ha sporto denuncia contro l'equipe medica: la procura di Roma, che indaga per l’ipotesi di omicidio colposo, ha quindi disposto per domattina l’autopsia all’istituto di medicina legale del Verano e indaga su sette persone (due otorini, l’anestesista e altro personale medico-sanitario presente in sala). Da Villa Mafalda, però, confermano "l'indiscutibile fiducia nell’operato dei medici, professionisti riconosciuti come eccellenze a livello nazionale, che sono intervenuti prontamente, lottando a lungo e senza lasciare nulla di intentato, per salvare la vita della bambina".

Commenti
Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 31/03/2014 - 14:44

Solo chi ha perso un figlio può capire lo strazio infinito dei genitori. Il loro dolore non avrà mai fine malgrado purtroppo saranno costretti in seguito a dissimularlo. Tuttavia credo fermamente che i medici abbiano fatto tutto il possibile in scienza e coscienza. Ho avuto la stessa devastante esperienza di quei genitori ed una esperienza simile come medico. La giovane paziente morì appena portata in sala operatoria e prima dell' intervento malgrado tutti provvedimenti di anestesisti e cardiologi presenti a causa di una improvvisa crisi ipertensiva con rottura di un piccolo aneurisma cerebrale. Sono vicino di tutto cuore ai genitori e sono vicino ai medici di cui riconosco l' estremo impegno.

linoalo1

Lun, 31/03/2014 - 16:40

Siamo alle solite!Quando qualcuno muore dopo un intervento medico,la colpa è sempre dei Dottori!Specie se,chi muore,è un giovane!Ovvio che i genitori se la prendano con i Dottori!A mente fredda,pensiamo quante operazioni e vite salvano in un anno!Pensiamo anche che sono esseri umani e quindi non infallibili!Quando si entra in un Ospedale per un'operazione,bisogna sempre mettere in conto una piccolissima percentuale d'errore dei Medici e sperare che non sia un errore mortale!Personalmente,ho subito tre operazioni abbastanza serie e sono ancora qua e ringrazio ancora i Dottori ed il personale che mi ha curato!Purtroppo,c'è la brutta abitudine di evidenziare solo i fatti negativi e,mai,quelli positivi!Se lo si facesse,i fatti negativi,chiamati impropriamente'malasanità',non risalterebbero nei confronti dei fatti positivi!Purtroppo,è nell'indole umana lamentarsi!!Lino.

Holmert

Lun, 31/03/2014 - 17:09

Di solito prima dell'intervento, l'anestesista visita la paziente e valuta le condizioni generali, compreso il cuore con annessi e connessi. Se c'erano i segni di scompenso cardiaco lo avrebbe riportato sulla cartella, ascrivendo il paziente tra quelli a rischio. Viene consegnato anche un foglio con scritto i rischi che presenta un intervento chirurgico, banale che voglia essere, per averne l'autorizzazione all'intervento, con la firma in calce, del pz. se maggiorenne o dei genitori e che altri. Quello che è successo alla povera ragazzina non dovrebbe succedere, ma a volte capita per fatalità. Dire che uno muore per arresto cardiaco mi sembra una ridicolaggine, tutti nel mondo muoiono per arresto cardiaco, ci mancherebbe che uno muoia a cuore battente. Quello che conta in medicina è la causa che ha fatto "arrestare" il cuore. Nel caso specifico, vista la drammaticità dell'evento può essere stato ..etc. etc.. Lo stabilirà l'autopsia con precisione.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 02/04/2014 - 12:10

per l'Italia queste non sono delle novità.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 02/04/2014 - 12:10

per l'Italia queste non sono delle novità.