È morta Agnes Heller, intellettuale e filosofa ungherese

Se ne è andata a novant'anni la filosofa ungherese ostile a Viktor Orban, del quale disse: "È un'infezione per l'Europa intera"

Se ne è andata a novant'anni Agnes Heller, intellettuale e filosofa ungherese tra le più influenti del Novecento, considerata come la massima esponente della cosiddetta "Scuola di Budapest". Nata nel 1929 nella capitale dell'Ungheria, visse sulla propria pelle la Seconda Guerra Mondiale, sopravvivendo all'Olocausto e agli orrori del Nazismo.

Negli ultimi anni, in patria, ha osteggiato duramente il governo di Viktor Orban: a marzo, infatti, presentò anche in Italia il suo ultimo libro "Orbanismo-Il caso dell’Ungheria: dalla democrazia liberale alla tirannia", criticando aspramente il governo e la linea del primo ministro ungherese, del quale disse: "È un'infezione per l'Europa intera".

Commenti
Ritratto di akamai66

akamai66

Ven, 19/07/2019 - 23:34

Una antica scuola comunista affermava che sui media foto di bambini o anziani, a prescindere, destano simpatia, dico questo perché la signora in questione potrebbe indurre qualche simpatia tra coloro che della Storia se ne fregano: la signora è stata una super attivista comunista da sempre e non si è limitata a studiare, ci ha dato dentro di brutto, sostenendo anche la repressione bolscevica del 1956 , quella che fece circa 10mila morti, riempì le prigioni di dissidenti anticomunisti e obbligò circa 250mila ungheresi a rifugiarsi all’estero. Va detto, perché altrimenti sembrerebbe che Orban sia un folle venuto da chissà dove.

niflan

Sab, 20/07/2019 - 06:57

È proprio così.

rokbat

Sab, 20/07/2019 - 08:57

Una pestifera, punto e basta. Si sta organizzando un nuovo cerchio tutto per lei !