Morto il cardinale Law, si dimise per il caso Spotlight

Il cardinale Law è scomparso questa mattina dopo una lunga malattia. Law si dimise in seguito all'esplosione del caso "Spotlight"

Il cardinale Law si è spento nelle prime ore di questa mattina. Il porporato aveva 86 anni ed è scomparso dopo una lunga malattia. Bernard Francis Law è stato arcivescovo di Boston fino al 13 dicembre 2002 cioè quando - a causa dell'esplosione del "caso Spotlight" - fu costretto alle dimissioni. Al cardinale è stato imputato il fatto di non aver denunciato i sacerdoti responsabili degli abusi, quindi di aver sostanzialmente coperto dei casi di pedofilia. Successivamente alle dimissioni, Law è diventato arciprete della Papale Basilica Liberiana di Santa Maria Maggiore: una nomina che qualcuno ha interpretato come una scandalosa "promozione". Pare che fosse destinato alla guida di un'importate Congregazione del Vaticano, ma che gli scandali emersi dalla celebre inchiesta del Boston Globe abbiano bloccato il trasferimento a Roma. Secondo quanto scritto qui, Mitchell Garabedian, un avvocato che ha rappresentato legalmente molte delle vittime degli abusi sessuali avvenuti a Boston, ha dichiarato che la scomparsa del porporato "ha riaperto vecchie ferite". E ancora: "Ha voltato le spalle a creature innocenti - ha sottolineato l'avvocato - e ha permesso che fossero abusate sessualmente". La figura del cardinale - insomma - resta tutt'ora discussa.

Il caso Spotlight

Spotlight è un'inchiesta giornalistica passata alla storia. Il Boston Globe - agli inizi del nuovo millennio - ha indagato su una serie di abusi sessuali ai danni di minori perpetratisi nella diocesi di "competenza" del quotidiano. Marty Baron - il direttore del giornale in questione - ha raccontato di come avesse letto, ancor prima di arrivare alla guida del Globe, un articolo riguardante "Father John Geoghan", un sacerdote della diocesi di Boston accusato di abusi su più di 80 bambini. La notizia - però - era stata relegata nelle pagine secondarie del quotidiano e Baron era invece convinto della necessità di scavare più a fondo: La ricerca strutturale di altre vicende simili da parte di quello che poi sarebbe diventato il team di inchiestisti più famoso al mondo, ha portato alla scoperta di numerosi casi di pedofilia nella Chiesa cattolica. Da "Spotlight" in poi - del resto - è divenuto molto più semplice denunciare. La diocesi di Boston - nel 2011 - ha pubblicato una lista di 159 sacerdoti ufficialmente accusati di abusi su minori. Uno dei principali effetti di questa incredibile vicenda giornalistica è stato proprio quello relativo alle dimissioni del cardinale Bernard Francis Law.

Commenti

renato1943

Mer, 20/12/2017 - 14:03

Era il cardinale dei pedofili ed era un santo pedofilo.Bruciarlo e chiuso.

dagoleo

Mer, 20/12/2017 - 15:53

Anche i pedofili hanno diritto al loro santo protettore. Proporrei a Bergoglio di avviarne il processo di beatificazione.