Mps, il fratello di David Rossi: "Appeso e poi lasciato cadere"

Il mistero sulla morte di David Rossi, ex capo della comunicazione di Mps, continua a tenere banco

Il mistero sulla morte di David Rossi, ex capo della comunicazione di Mps, continua a tenere banco. Dopo i servizi de Le Iene, si aggiunge un nuovo dettaglio tirato fuori da Ranieri, fratello di David Rossi, che ospite della trasmissione Di Sabato di Siena Tv sostiene: "Mio fratello è stato appeso fuori dalla finestra e poi è stato fatto precipitare".

Ranieri Rossi ha presentato l'esito di alcuni accertamenti condotti da alcuni esperti e ricercatori: "La mia convinzione sul fatto che mio fratello non si sia suicidato è basata sugli esiti oggettivi delle nostre ricerche, di cui la Procura di Siena non ha mai voluto tenere conto. Per esempio, abbiamo accuratamente valutato le foto della scientifica, che i consulenti non hanno mai considerato, e da questa analisi si evidenzia che sull'addome di mio fratello, si trovano schegge di legno e materiale compatibile con il davanzale della finestra".

Poi il dettaglio sulla camicia che, secondo il fratello di David, era strappata in vari punti e ciò sarebbe compatibile con il fatto che lui sia stato fatto passare, contro la sua volontà, dal davanzale con l'addome rivolto verso il pavimento, per poi strusciare nel corso della caduta contro la facciata del palazzo. Inoltre, sotto le scarpe di David sarebbe stata ritrovata della vernice bianca, ma l'unico ufficio in cui erano in corso lavori di tinteggiatura era al piano superiore. E qui avanza l'ipotesi che David non sia caduto dalla finestra del suo ufficio.

Commenti

magnum357

Dom, 26/11/2017 - 16:27

Chiaro e tondo fin dall'inizio che non si sia trattato di suicidio ma di omicidio volontario ma i giudici amici dei piani alti hanno chiuso occhi e orecchie per non fare le dovute indagini !!!! A questo punto deve intervenire la DDA perchè siamo a livello di vera e propria mafia finanziaria !!!!

MelalavoDomenica

Dom, 26/11/2017 - 18:16

Calvi 2.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 26/11/2017 - 18:38

Quando salterà fuori la verità moltissimi dovranno scappare.

blackbird

Dom, 26/11/2017 - 18:58

Ma no, mano, si tratta di suicidio. Come per Calvi e Sindona.

Ritratto di _alb_

_alb_

Dom, 26/11/2017 - 20:16

Peccato che non mi avete passato il commento dove facevo un parallelo PD - Mafia. Cosa c'era che non andava??

Ritratto di _alb_

_alb_

Dom, 26/11/2017 - 20:17

Peccato che non mi avete passato il commento dove facevo un parallelo PD - Mafia con magistratura suo braccio armato. Cosa c'era che non andava?? Eppure è così lapalissiano ormai...

seccatissimo

Dom, 26/11/2017 - 23:35

Forse mi sbaglio, ma ho la netta impressione che i nostri magistrati non siano molto professionali e neppure così seri come invece dovrebbero essere e come ci aspetta da loro.

Martinico

Lun, 27/11/2017 - 07:51

Non posso credere che non si facciano indagini più approfondite su un caso così evidentemente sospetto. In Uganda o in Burundi avrebbero fatto di meglio o almeno non peggio.

Fjr

Lun, 27/11/2017 - 09:57

C’e’ un’altra prova importante dell’omicidio di Rossi ,il fatto che ci siano solo le riprese fatte dalla telecamera di sorveglianza esterna e non quelle delle telecamere interne e guarda caso la procura non le ha volute richiedere è sempre guarda caso l’hard disk e’ sparito li’ c’era la prova inconfutabile della morte di Rossi e poi tutta questa solerzia nel voler derubricare la sua morte a un semplice suicidio,per prima cosa la pratica andrebbe passata a un’altra procura con altri giudici e magistrati secondo andrebbero risentite tutte ma proprio tutte le testimonianze ,soprattutto quelle che non sono state volutamente ascoltate e rivalutare tutti gli elementi ,su chi possa aver dato ordine di eliminare Rossi be’ spero che prima o poi si riesca davvero a beccare per permettere a Rossi e alla famiglia di avere giustizia