Musulmani a cena in parrocchia per celebrare il ramadan

Islamici e cattolici seduti allo stesso tavolo per celebrare il digiuno. Nella stessa parrocchia si erano tenuti le elezioni del direttivo della moschea e i corsi di arabo

Ventimiglia - Islamici e cattolici seduti allo stesso tavolo per celebrare il digiuno del Ramadan. L'appuntamento è stato ieri sera, a Ventimiglia, nel salone parrocchiale di San Nicola. Un posto che non è certo nuovo ai musulmani. Proprio laggiù, infatti, l'anno scorso, si sono tenuti le elezioni del nuovo direttivo della moschea e i corsi di arabo destinati ai bambini.

A fare gli onori di casa: il parroco padre Francesco, con ospiti un centinaio di persone tra migranti, esponenti della comunità islamica e cattolica e delle locali associazioni di volontariato. Ospiti d'onore: il vescovo diocesano Antonio Suetta, da parte cattolica e il responsabile della Comunità Religiosa Islamica Italiana (Coreis), Abu Bakr Moretta. Una cena, dunque, per celebrare il digiuno? Pur se a prima vista potrebbe sembrare un controsenso, in realtà non lo è. In quanto l'appuntamento a tavola è stato, alle 21.08, l'ora precisa in cui ieri sera è iniziato a calare il sole e i fedeli musulmani, secondo quanto stabilito dalla liturgia islamica, hanno potuto mangiare. L'astensione dal cibo, infatti, vige (più o meno) dall'alba al tramonto. "Ho accolto l'invito della comunità islamica molto volentieri - è il commento del vescovo -. L'occasione di questa sera è tipicamente religiosa. Loro stanno vivendo il mese sacro del Ramadan e al tramonto del sole interrompono il digiuno per mettere insieme un momento di cena festosa con preghiera". Prosegue Suetta: "Un'iniziativa all'insegna del dialogo e del rispetto vicendevole, anche perchè vissuto in forme differenti, il segno spirituale del digiuno è una realtà che cristiani e musulmani condividono".

L'evento rientra nel progetto "114 Pizza e Dolci" che ha visto come protagoniste diverse città, in Italia, e che prevede l'offerta di una cena organizzata in collaborazione con associazioni cristiane e laiche locali che si occupano da anni di assistenza e sostegno agli immigrati dal Mediterraneo, dal Medio Oriente, dall'Africa e dall'Asia. Il titolo e il numero 114 Pizza e Dolci vuole fare riferimento ai 114 capitoli del "Sacro Corano" che durante il mese di Ramadan vengono recitati e ricordati come ispirazione e benedizione per la comunità islamica da quattordici secoli. Pizza e dolci, dunque, sono state le pietanze della serata; accompagnate da una selezione di datteri. "È stato un modo per manifestare la grande conoscenza spirituale che accomuna musulmani e cristiani - ha detto Moretta - naturalmente col rispetto delle proprie differenze confessionali. Da parte nostra, prima di iniziare la cena, abbiamo voluto recitare la 'sura' aprente del Corano. Una invocazione verso Dio, per renderci disponibili alla sua grazia". Suetta ha recitato, invece, un brano della Bibbia.

Commenti

abacon

Mer, 07/06/2017 - 19:01

Daje di tacco daje di punta quanto è bravo il vescovo Antonio Suetta....

19gig50

Mer, 07/06/2017 - 19:07

Preti schifosi, indegni di predicare il Vangelo.

epc

Mer, 07/06/2017 - 19:08

Mi sembra un'ottima iniziativa ecumenica!!! Spero ce ne siano sempre di più!!! Aspetto con ansia il momento in cui potrò partecipare ad una gioiosa grigliata mista (costine di maiale, pancetta, coppa, salsiccia, salamelle) in una moschea di Riyad!!!!!

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

epc

Mer, 07/06/2017 - 19:11

A tutti quelli che si scandalizzerano, dico: e allora? Le porte delle nostre parrocchie ormai sono aperte a tutti: comunisti, leoncavallini, mafiosi, atei, transessuali e quantità esagerate di clandestini..... Quindi ben vengano anche gli islamici, peggio di quegli altri non possono essere.....

epc

Mer, 07/06/2017 - 19:12

A tutti quelli che si scandalizzerano, dico: e allora? Le porte delle nostre parrocchie ormai sono aperte a tutti: comunisti, leoncavallini, mafiosi, atei, transessuali e quantità esagerate di clandestini..... Quindi ben vengano anche gli islamici, peggio di quegli altri non possono essere....

Franco Ruggieri

Mer, 07/06/2017 - 19:26

Padre Francesco e "epc": voi evidentemente ignorate che il corano e gli hadith (atti e detti di quel porco di maometto) prescrivono ai maomettani di usare la "taqyya" (dissimulazione) per meglio mimetizzarsi quando ci sono i "miscredenti" e non sono in grado di ucciderli o comunque sconfiggerli. E questa cena è una palese manifestazione dissimulatoria.

manfredog

Mer, 07/06/2017 - 19:30

..ricordiamoci sempre dell'ultima cena e dei trenta denari..non si sa mai..!! mg.

venco

Mer, 07/06/2017 - 19:31

Prete bergogliano, traditore del cristianesimo.

Ritratto di scaligero

scaligero

Mer, 07/06/2017 - 19:46

....Sono delle grandissime facce di culo. Prima mandano i cristiani alle crociate per allontanarli dalle nostre coste e poi bivaccano assieme bruciando il ricordo milioni di morti di allora e di questi tempi. Infami !

michettone

Mer, 07/06/2017 - 19:51

Non sono d'accordo con EPC, in quanto gli Italiani, sono comunque tutti Italiani, a qualsiasi partito, appartengano, mentre i clandestini neri e maomettani, islamici, zozzi ed impestati, sono africani e non c'entrano niente, con il NOSTRO DIO, UNICO E TRINO. Essi, ci chiamano infedeli, perche' non abbiamo quattro mogli e mangiamo il maiale,bevendo vino,così tanto per dirne qualcuna...., mentre occorre rivolgersi ai preti, vescovi, cardinali e papa gesuita, urlandogli tutto il rancore possibile, per il disprezzo dimostrante, verso il gregge, a loro affidato da Dio, quì nella Nazione Italiana, da loro bistrattata.

wrights

Mer, 07/06/2017 - 20:06

Poi si stupiscono se le persone non vanno più a messa e gli italiani non vogliono giustamente più fare i sacerdoti. Poi ci saranno i soliti co..mpagni che godono nel vedere sputtanata la religione cattolica e fanno esempi del cavolo.

maurizio50

Mer, 07/06/2017 - 20:08

Complimenti ai Preti che festeggiano il "Ramadan". A quando il prossimo step, l'infibulazione delle ragazze celebrate con i bravi musulmani osservanti???

Ritratto di llull

llull

Mer, 07/06/2017 - 20:38

Deve essere felice il vescovo Suetta perché l'iniziativa è stata "all'insegna del dialogo". Nel Vangelo però Gesù non solo non dice mai di andare a "dialogare" con chi ancora non lo conosce ma è molto più categorico: "Andate dunque ed ammaestrate tutte le nazioni battezzandole nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare quanto vi ho comandato". Per mons. Suetta e gli altri prelati (ma anche il vescovo di Roma) questo comandamento di Gesù è evidentemente sconosciuto.

Ritratto di gammasan

gammasan

Mer, 07/06/2017 - 21:04

Ma che stiamo diventando matti e autolesionisti? Carne di maiale, come secondo; almeno questo dovevano farlo!

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 07/06/2017 - 21:45

mi vergogno di essere Cristiano!

Pietro2009

Mer, 07/06/2017 - 21:54

BEN VENGANO QUESTI INCONTRI! MA!!!!- #Si alle moschee...ma con RECIPROCITA': una moschea qui, una chiesa la, finanziata RECIPROCAMENTE in pari misura, zona centrale/periferica, grandezza e libertà d'accesso, uguali. Qui tutti i riti vanno celebrati in italiano, la nella lingua del posto e...IMPORTANTE: siamo in un paese LAICO in cui leggi/norme sono prevalenti su quelle religiose quindi: NO POLIGAMIA-NO PENA DI MORTE O PUNIZIONI PER GLI APOSTATI, ADULTERI E OMOSESSUALI, DONNA E UOMINI HANNO PARI DIGNITA' ECC, NESSUNA RELIGIONE E SUPERIORE ALL'ALTRA TANTO MENO QUELLA DI MINORE TRADIZIONE NEL PAESE OSPITANTE, aggiungo NO INFIBULAZIONE E DIREI ANCHE CIRCONCISIONE PER I MINORI, NO BURQUA E NO NIQAB E PER IL VELO SOLO SE LA DONNA LO VUOLE VERAMENTE, UOMINI E DONNE POSSONO RICOPRIRE QUALUNQUE CARICA E SVOLGERE QUALUNQUE PROFESSIONE, E' PERMESSO L'ABORTO, IL DIVORZIO A ENTRAMBI, UOMINI E DONNE SONO LIBERI ANCHE DI CAMBIARE RELIGIONE O DIVENTARE ATEI E INSOMMA SIAMO UNA SOCIETA' LAICA.

eolo121

Mer, 07/06/2017 - 22:35

che bel minestrone!!!

Tarantasio

Mer, 07/06/2017 - 23:02

chi caccerà i mercanti dal tempio??

blackindustry

Gio, 08/06/2017 - 00:18

Poveri imbecilli, non sanno quello che stanno facendo...

hornblower

Gio, 08/06/2017 - 00:24

Se per evidenziare che musulmani e cristiani sono accomunati dalla profondità del rispettivo percorso di conoscenza spirituale, i musulmani non hanno trovato di meglio che recitare la sura Al-Fatitha (1,1-7), l'Aprente, quella che consente ai musulmani che pregano, sia che siano moderati, integralisti, estremisti o terroristici, di condannare almeno 17 volte al giorno i cristiani e gli ebrei, non lascia spazio a dubbi, sul fatto che non vengono qui per integrarsi, ma per integrarci. Ovunque vadano, non lo fanno per amore e attrazione verso il modo di vivere, gli usi e costumi, lo stile di vita dei luoghi in cui approdano, ma per imporre la loro cultura, dove religioso e laico sono tutt'uno.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 08/06/2017 - 00:32

questi preti sono lo scandalo del mondo cristiano

apostrofo

Gio, 08/06/2017 - 00:36

Come torna Napolitano, può benissimo tornare anche Ratzinger sulla scena, no ?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 08/06/2017 - 02:20

A questi cristiani organizzatori vorrei ricordare che tra i 114 versetti c'é pure qualcuno che impone la sharia, impone di uccidere l'infedele, cioé noi cristiani. Boccaloni e cialtroni.

Ritratto di massacrato

massacrato

Gio, 08/06/2017 - 07:13

I religiosi sono come i politici. Si contrastano e si proclamano diversi, ma alla fine fanno più o meno le stesse cose. Quello che infastidisce sono le pesanti ingerenze sulle LECITE libertà altrui. Ed ora ... TUTTI AL BAR_| Offre Pantalone.

FRATERRA

Gio, 08/06/2017 - 07:15

Prove tecniche di SOTTOMISSIONE ( cattolica ).

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 08/06/2017 - 07:22

Abbiamo spappolato la nostra religione, volete che non riusciamo a massacrare la loro?

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 08/06/2017 - 07:27

I cattolici che fanno i salamelecchi ai mussulmani? È il colmo!

acam

Gio, 08/06/2017 - 07:41

e noi non possiamo fare le recite di natale! belli allocchi

acam

Gio, 08/06/2017 - 07:42

vediamo se ci fanno fare la comunione in moschea!

bobots1

Gio, 08/06/2017 - 08:11

Sempre più contento di allontanarmi da ogni tipo di religione. Ma per fare queste cenette da chi arrivano i soldi? Continuate a pagare l'otto per mille alla chiesa cattolica e sovvenzionate gli immigrati, che un giorno a venire ci porteranno il conto...

jenab

Gio, 08/06/2017 - 08:27

ci stanno già integrando con queste farse, occupano pian piano tutti gli spazi religiosi dei cattolici, poi quando avranno la maggioranza...zaccc.....

Happy1937

Gio, 08/06/2017 - 08:27

Forse il Parroco ed il Vescovo ambiscono ad essere invitati a cena in Moschea dimenticando le persecuzioni che subiscono i cattlolici nei paesi islamici.

RexMastrin

Gio, 08/06/2017 - 08:50

...e la sottomissione continua.

giovanni951

Gio, 08/06/2017 - 09:01

questi pretucoli non si rendono conto a cosa vanno incontro. E comunque seguono l'esempio di francesco mohamed primo.

napolitame

Gio, 08/06/2017 - 09:10

intanto il mio 8x1000 e' andato alla chiesa ortodossa in italia. Colpirli dove fa piu' male.

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Gio, 08/06/2017 - 09:55

No, caro "ohm": non devi vergognarti di essere Cristiano, anzi devi esserne orgoglioso. Infatti, per quanto ricordato da ||u|| - Mer, 07/06/2017 - 20:38, l'evento di Ventimiglia non è cristiano. Ma visto che quest'anno ricorre il centenario delle apparizioni (riconosciute dalla S. Chiesa Cattolica) di Fatima, credo che il tempo dato a satana per mettere al vaglio l'umanità stia per scadere, e questo di Ventimiglia sia solo un esempio degli ultimi sbattimenti di coda concessi all'antico serpente. Maràn athà, vieni Signore Gesù!

Rainulfo

Gio, 08/06/2017 - 10:03

In realtà Gesù disse " a Cesare quel che di Cesare e a Dio quel che di Dio" per marcare la differenza fra religione e politica. Papa Francesco e i suoi parroci stanno trasformando la Chiesa in una ONG di chiara marca sinistra, siamo alla politica più becera!

giancristi

Gio, 08/06/2017 - 10:07

Si spera che i residenti italiani disertino la parrocchia e non rivolgano più il saluto a questo parroco traditore!

Razdecaz

Gio, 08/06/2017 - 10:08

Si può andare a bivaccare anche nelle moschee? Oppure solo nelle chiese di noi cristiani italidioti?

Fjr

Gio, 08/06/2017 - 10:17

Un'altro Francesco di manica larga, ma che bello si tirano in casa quelli che in medioriente stanno azzerando i cattolici

Cheyenne

Gio, 08/06/2017 - 10:25

CACCIARE QUESTI PRETACCHIONI FALSI E VERI ISLAMICI

antonio54

Gio, 08/06/2017 - 10:25

Mi dispiace che ancora ci sono persone che li stanno ad ascoltare, questo è il guaio....

Giorgio Colomba

Gio, 08/06/2017 - 10:34

Parroco e vescovo ennesimi utili idioti del jihad prossimo venturo.

Lucky52

Gio, 08/06/2017 - 10:40

Non mi pare che vi sia una conoscenza spirituale che accomuna cattolici ed islamici. E poi perchè recitare la Bibbia e non il Vangelo?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 08/06/2017 - 11:12

@epc Mi sembra che qualcuno il Vangelo non l'abbia mai letto in vita sua e che questo qualcuno voglia una religione ad uso e consumo proprio, che si pieghi o fornisca giustificazione ad ogni suo istinto e pregiudizio. Considerato che Gesù Cristo s'è fatto mettere in croce da innocente chiedendo perdono per coloro che lo stavano uccidendo si chieda questo qualcuno cosa farebbe o direbbe Gesù Cristo oggi, e se non gli piace la risposta cambi religione dato che quella cristiana non contempla attenuanti ai suoi principi.

46gianni

Gio, 08/06/2017 - 11:27

questi sono come caifa

labustocca

Gio, 08/06/2017 - 11:54

bravi, fategli vedere BENE com'è struttutata la parrocchia,dove sono le entrate ecc., ecc., cosi, quando decideranno di compiere un attentato (o di far fuori il prete) sapranno dove andare senza sbagliare nulla. Come si può essere cosi ciechi? gli islamici sono falsi, bugiardi,infidi e traditori!

pagano2010

Gio, 08/06/2017 - 12:03

speriamo sia stata offerta la porchetta a cena

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Gio, 08/06/2017 - 15:22

Pazzesco! Vergognoso! Che` Schifo!

giovanni951

Gio, 08/06/2017 - 15:59

via l'8 perr mille, niente obili e niente lasciti....ecco ció che ci vorrebbe. Ma prima che certi paolotti seguano questi consigli gli elefanti diventeranno verdi e blu.