Napoli, attende invano ambulanza Paziente muore in stazione

Un 42enne, malato di talassemia, chiama i soccorsi. Il 118: "Codice giallo, non ci sono ambulanze". Poi la tragedia

"È un codice giallo". L'ambulanza non esce. Il paziente muore. La vicenda si è consumata alla stazione centrale di Napoli. Lo scorso 3 agosto un uomo di 42 anni affetto da talassemia vomita sangue. Vengono immediatamente chiamati i soccorsi. Ma dal 118 arriva una risposta chiara: "Non ci sono ambulanze". Passa qualche minuto, la situazione peggiora, vengono richiamati i soccorsi. La risposta è sempre la stessa: "codice giallo". E nessuna ambulanza arriva. Poco dopo l'uomo muore. E così, come riporta Repubblica, al direttore del 118 Giuseppe Galano non resta che l'amarezza e il dolore per quanto accaduto: "E stato sottovalutato. Alla seconda chiamata doveva diventare rosso". "Non so se quell'uomo si poteva salvare", dice Galano: "Ma dovevano dargli una chance. Sono avvilito. Questa cosa è imperdonabile”. Adesso gli atti sono stati inviati alla Procura che ha aperto un fascicolo. Dai risultati delle prime indagini infatti si è scoperto che in quel momento c'erano almeno due ambulanze utilizzabili. "Non mi sarei mai aspettato un comportamento così ingiustificabile che mette una macchia terribile sul lavoro di centinaia di operatori del 118”, ha concluso Galano. Un'ambulanza arriverà solo 50 minuti dopo la prima chiamata delle 21:03. Troppo tardi per salvare la vita al 42enne.

Commenti

m.nanni

Ven, 25/08/2017 - 16:48

i mezzi ci sono ma per fomentare l'invasione dell'Italia non per soccorrere e difendere gli italiani.

manfredog

Ven, 25/08/2017 - 16:51

..a Napoli..!!..ma che strano..forse è il destino crudele che si accanisce su quella città..!!..forse.. mg.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 25/08/2017 - 16:51

A Napule queste cose fanno parte della ordinaria amministrazione (pessima).

Ritratto di sepen

sepen

Ven, 25/08/2017 - 17:09

Secondo me è tutta colpa di Salvini

Gianca59

Ven, 25/08/2017 - 17:10

Ed ora aspettiamo pazientemente che De Luca ci spieghi anche questo dicendo che la Sanità in Campania è la migliore d' Italia....poi gli sottopongo anche' io un caso campano che mi ha toccato da vicino con la morte di un caro amico !

ziobeppe1951

Ven, 25/08/2017 - 17:12

Sfoghiamoci ..prima che arrivi ..LUI

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 25/08/2017 - 17:12

A Napoli??? Davvero???? Ma chi l'avrebbe mai detto!!!! Scherzi a parte, badate bene: cittá e regione amministrati la prima da gigggino (il che é tutto un programma), la seconda dal centrosinistra. E dove arrivano loro fan tabula rasa. Ma i napoletani se la sono voluta. Che si arrangino. Dipendesse da me, ricostituirei l'antico regno e che se ne stiano per conto loro. Non ho visto il commento di giovinap. Vabbé e meglio non svegliar il can che dorme.

Dordolio

Ven, 25/08/2017 - 17:19

Ho sinceri amici meridionali. A pensarci bene forse quasi tutti i miei amici sono di lì. Nelle mie tribolazioni ospedaliere mi sono sempre trovato in camera con pazienti fuggiti dalla sanità meridionale, in un viaggio della speranza qui nel nord. E invariabilmente mi hanno raccontato cose pazzesche. L'ultimo che ricordo: un ex carabiniere, con un piede amputato, era qui sperando di salvare l'altro. E qui ci stavano riuscendo. Ironia: il grande chirurgo vascolare era lui stesso meridionalissimo. Ma era QUI che aveva avuto spazio e si era affermato. Nel nord.

pastello

Ven, 25/08/2017 - 17:21

Tutto sommato ci è andata ancora bene. Fosse capitato ad un extracomunitario....

Divoll

Ven, 25/08/2017 - 17:30

Cose del genere oggi avvengono, purtroppo, dovunque. Non solo in Italia, ma in tutta Europa. A questo si sono ridotti i servizi e l'assistenza medica ai cittadini. Ho sentito di un fatto analogo nel nord, un altro in Francia. Qualche mese fa, nella civilissima Irlanda (dove hanno fatto tagli barbari alla sanita') un uomo e' morto a 300 metri dall'ospedale, dopo che diversi passanti avevano chiamato i soccorsi, mai arrivati. Forse, se si fosse trattato di un immigrato, l'ambulanza sarebbe arrivata in 3 minuti...

VittorioMar

Ven, 25/08/2017 - 17:31

..SE LA STORIA E' VERA, IL MINISTERO MANDI GLI ISPETTORI ,E SE C'E' STATO DOLO O SOTTOVALUTAZIONE ,PRENDERE I DOVUTI PROVVEDIMENTI !!....CON LA VITA NON SI SCHERZA !!

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 25/08/2017 - 17:31

priorità agli invasori. ve l'avevo detto ...vietato lamentarsi

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 25/08/2017 - 17:32

@zio eppe1951 :)

Klotz1960

Ven, 25/08/2017 - 17:35

Una delle tante conseguenze dei continui tagli alla spesa pubblica - per finanziare i crescenti stipendi e costi della burocrazia imperiale e del super Governo di Bruxelles, eletto e controllato da nessuno.

Reip

Ven, 25/08/2017 - 17:37

Con tutte la tasse che paghiamo per finanziare il baraccone fallito e corrotto che è la pubblica sanità Itlaiana! Questo è soltanto l’ennesimo caso di malasanità a Napoli. Mi sa che a Napoli l'Isis non ha acun bisogno di fare un attentato. L'amministrazione stessa, il mal governo, è il peggior terrorismo che devono subire i napoletani, persone vere, gente di cuore, d’amore e generosa. Tra altari di immodizia e camorra, inquinamento e una corruzione dilagante, una cultura menefreghista indulgente e lassista, una assenza totale di senso civico e una diffusa mancanza di educazione e responsabilità, è questo “l’Isis del sud”. Il peggior attentato alla salute dei cittadini napoletani onesti, che da anni vivono in condizioni precarie, accettando silenziosi e rassegnati violenze e sorprusi di ogni tipo, sempre orgogliosissimi però di essere napoletani e felici di vivere a Napoli. E certo, del resto: "basta ca ce sta 'o sole, ca 'nce rimasto 'o mare”...

cir

Ven, 25/08/2017 - 17:43

zio Beppe 1951 , forse e' in vacanza...ma tieniti pronto!!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 25/08/2017 - 17:44

Non ci sono soldi mai per nulla. Ma per trafficare con gli africani il governo trova 5 miliadi di euro all'anno. Chissà se gli italioti riusciranno a capire che stato sociale e servizi sono al degrado perché la torta se la pappano i clandestini.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 25/08/2017 - 18:01

Il marcio di questo paese é evidente fino nei minimi dettagli ... É un marciume che solo va verso il peggio ... Non esistono rimedi ... É per questo che l´Itala é un essendo senza speranza e un paese finito.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 25/08/2017 - 18:11

----involontariamente qualcuno di voi lo ha detto---curatevi pure nelle svizzere ed efficientisime cliniche del nord---però ogni tanto fate caso agli accenti dei luminari che vi curano --o se non siete in grado di discernere chiedete direttamente---rimarrete sorpresi nel constatare che la situazione negli ospedali del nord è pari pari quella delle scuole del nord e dei suoi professori--

curatola

Ven, 25/08/2017 - 18:29

che sia successo a Napoli non mi meraviglia ma poteva succedere dovunque . Non ci sono controlli sull'uso delle risorse e le indagini a posteriori trovano spesso irregolarità e spesso non è possibile risalire agli eventi per mancanza di tracciabilità affidabile. In ogni caso il paziente era solo ? Non c'era un taxi o un volontario che lo accompagnasse ad un pronto soccorso quando il 118 ha risposto che non vi erano ambulanze ? Le capacità degli italiani di cavarsela in ogni situazione é stata annullata dalla burocrazia ?

cianciano

Ven, 25/08/2017 - 18:38

Reip. D'accordo al 101%. Zone irrecuperabili.

Silvio B Parodi

Ven, 25/08/2017 - 18:53

cadaques, aspetta qualche mese e l'Italia risorgera' (spero)

Silvio B Parodi

Ven, 25/08/2017 - 18:56

secondo me e' colpa di Berlusconi... forse di Salvini... no della Meloni.. ahahahah de cretinisti sindacco de napule che me vieni a di?? de chi e' la corpa????

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 25/08/2017 - 19:00

chissà perchè succedono solo in terronia queste cose....

Celcap

Ven, 25/08/2017 - 19:06

Come purtroppo dicevo nel commento di un altro articolo che parlava di come vengono insultati i napoletani negli stadi italiani. Certe affermazioni e reazioni sono dettate da stereotipi che dipingono i napoletani in un certo modo. Ma benedetta gente con storie come queste non fate niente per cancellare questi stereotipi anzi fate di tutto per alimentare questo concetto.

GiovannixGiornale

Ven, 25/08/2017 - 19:11

Napule, Napule, città del mare, della musica, dell'arte, della cultura e dell'ammore. Vedi Napule e poi muore!

paolonardi

Ven, 25/08/2017 - 19:28

E' il bello della sanita' pubblica con la sua asfissiante burocrazia che sovrasta il buon senso ed impone cose assurdo come il percorso assistenziale che di fatto impedisce al paziente la scelta del curante e i codici di accesso al pronto soccorso, i Cup, l'intra moenia ed altre amenita' del genere. Ho fatto per 42 anni il medico universitario e sono andato in pensione perche' diventava impossibile lavorare efficaciemente per i lacci sempre piu' stretti che il potere politico, soprattutto di sinistra, poneva a tutti gli operatori.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 25/08/2017 - 19:52

ma come a Lampedusa arrivavano prima degli immigrati, erano già lì ad attenderli.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 25/08/2017 - 19:57

@cir - non fare ironia da due soldi su queste cose. Fosse morto un tuo parente e venissero qui a prenderti in giro che diresti, eh, fenomeno? Questo fatto non può e non deve succedere in un paese civile.

osco-

Ven, 25/08/2017 - 20:09

sciacalli patani, spero che finirete prima o poi sotto i ferri di quel padanissimo primario milanese arrestato perchè operava pazienti sani come pesci, solo per far soldi con la mutua.

scorpione2

Ven, 25/08/2017 - 22:05

peones, avete mai chiamato un'ambulanza a milano?, provare per credere.

Rotohorsy

Ven, 25/08/2017 - 22:07

Troveranno sicuramente una scusa plausibile e se la caveranno come sempre, ci penseranno gli avvocati. Intanto il poveretto è morto forse soffrendo perchè due ambulanze erano inrreperibili. Quanto aveva ragione The Sun !!

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 26/08/2017 - 00:30

Questa è la normalità. Dovunque in Italia, non solo a Napoli! Che non vi venga poi in mente di aver bisogno di polizia, vigili o carabinieri! Ci passate una settimana, nell'attesa! Ma noi continuiamo a far venire in qua una massa di senza patria, che bivaccano nei nostri pronto soccorso e occupano al 100% le nostre forze dell'ordine.

Dordolio

Sab, 26/08/2017 - 11:08

Elkid non perde occasione per dar prova della sua ignoranza. Io non posso certo permettermi cliniche miliardarie. L'ultimo intervento importante l'ho subito in una clinica universitaria, e appunto il direttore (come il chirurgo che mi ha personalmente operato) sono meridionalissimi. Ma QUI si sono laureati. E QUI nel nord hanno avuto lo spazio per emergere nella loro grandezza senza - penso - bisogno di leccare chicchessia. Infatti sono bravissimi: quella che si dice l'eccellenza. Con la gestione "meridionale" gli avrebbero preferito degli ammanigliati alla politica e... non solo. Lo sanno anche i sassi.... E l'organizzazione del tutto (nord...) ha anche fatto l'ovvia differenza. Rilevata da me.

Dordolio

Sab, 26/08/2017 - 11:15

Osco, i criminali - anche col camice - non mancano nel nord. Ma spiegami perchè dal sud accorrono nei grandi ospedali del nord appena possono. Potrei raccontare storie infinite al riguardo. Amici meridionali miei qui residenti ospitano periodicamente familiari di parenti o amici loro che qui vengono a curarsi. Non conosco una persona che sia una che dal nord cali al sud per cure. Ci sono - pensa - apposite strutture caritatevoli o convenzionate per ospitare accompagnatori di gente che qui viene per ragioni mediche.