Napoli, invitano tutti gli immigrati al loro "matrimonio antirazzista"

Una coppia di giovani napoletani che si sposerà domani ha deciso di invitare tutti gli immigrati della città al loro "matrimonio antirazzista"

Marco e Nunzia sono due giovani che hanno deciso di invitare tutti gli immigrati di Napoli al loro "matrimonio antirazzista", che si celebrerà domani nella chiesa del Santissimo Crocifisso a Santa Rita.

Lei si chiama Nunzia Ricigliano ed è un'estetista di 23 anni, lui si chiama Marco d’Avanzo, ha 27 anni e lavora come spedizioniere. Domani si scambieranno il fatidico "Sì" e hanno invitato alla cerimonia in chiesa tutti gli immigrati dell'associazione antirazzista "3 Febbraio" con cui sono in contatto da tempo. Con i parenti e gli amici della coppia ci saranno senegalesi, ivoriani, nordafricani, bengalesi sia cristiani che musulmani.

"L’idea è venuta a mio padre, che lavora come ambulante nella zona di Piazza Garibaldi - ha raccontato al Corriere della Sera la futura sposa - Conosce tanti ragazzi, prevalentemente africani, che vendono lì la propria mercanzia. Sa bene quanto dura sia la loro vita e quanti sacrifici sopportino. Mi ha chiesto se mi sarebbe piaciuto che partecipassero alle nozze anche loro ed ho detto sì".

Antonio Ricigliano è anche un’attivista dell’associazione "3 Febbraio", che da tempo in città sostiene i migranti, si sforza di garantire loro un sostegno e ad affrontare le difficoltà della burocrazia, soprattutto a quelli che non hanno i documenti in regola. "Gianluca Petruzzo, Pierluigi Umbriano ed altri attivisti dell’associazione - ha spiegato ancora Nunzia al quotidiano - hanno contattato altri migranti ed hanno chiesto loro di partecipare al matrimonio. Non so quanti di essi, effettivamente, saranno in chiesa con noi domani mattina. Spero che possano essere davvero tanti, perché sarebbe il più bel regalo di matrimonio che mio marito ed io riceveremo".

Dal canto loro, all'associazione hanno accolto l'iniziativa con entusiasmo. "Due giovani di origini umili ma dal cuore grande, hanno chiesto all'Associazione 3 Febbraio di far arrivare a tutti i fratelli e le sorelle immigrati l'invito ad assistere alla loro cerimonia che si terrà lunedì 12 giugno 2017 nella Chiesa del Santissimo crocifisso e Santa Rita a Napoli - hanno scritto in una nota - Persone del genere, che si ricordano dei nostri fratelli e sorelle immigrati anche nel momento della loro gioia più personale, ci incoraggiano e lanciano un messaggio di grande valore. Non cambieranno così le sorti del mondo, ma in questo modo danno un esempio che la prima accoglienza nasce dal cuore, nasce dall'umanità e dal sentirsi sempre insieme agli altri in qualunque momento della vita".

Dopo la cerimonia Nunzia e Marco andranno in viaggio di nozze proprio in Africa, perché vogliono "conoscere più da vicino la vita di un continente così bello e anche così maltrattato".

Commenti

badboy93

Dom, 11/06/2017 - 17:07

Auguro a questi sposi un futuro di disgrazie

bobots1

Dom, 11/06/2017 - 17:21

Perchè uno che è contrario a questa selvaggia ed incontrollata immigrazione con conseguenze impensabili per l'Europa e per i nostri figli debba essere tacciato come razzista. Io penso che sia proprio il contrario.

FRATERRA

Dom, 11/06/2017 - 17:23

Potrebbero anche rimanerci in africa,non se ne sentirà la mancanza.

cir

Dom, 11/06/2017 - 17:32

auguri e figli gay., cosi finisce la stirpe.

blackwater

Dom, 11/06/2017 - 17:33

sorvolando su chi aiuta "chi non ha documenti in regola" come se soggiornare da clandestini in Italia in una posizione illecita fosse condizione meritoria di aiuto e supporto (ricordo che rimane reato il favoreggiamento alla immigrazione clandestina)la mia domanda era:queste nozze antirazziste sono state celebrate direttamente da Bergoglio ?

agosvac

Dom, 11/06/2017 - 17:34

Viaggio di nozze in Africa per vedere questo continente così maltrattato. Veramente a maltrattare l'Africa ci pensano gli stessi africani visto che abbandonano il loro paese per venire in Europa a farsi mantenere invece di combattere e lavorare con dignità per i loro paesi.

Anonimo (non verificato)

ziobeppe1951

Dom, 11/06/2017 - 18:13

...zzo.. padre ambulante..fankazzisti colorati..messi insieme zero tasse..si appunto, andate in africa e non fate più ritorno

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 11/06/2017 - 18:21

Troppo comodo così, solo per fare bella figura ai c...ocomunisti. No, portateveli a casa tuuti quanti e manteneteli. Altrimenti siete uguali a tutti gli altri ballisti di sinisrta, fanno venire cani e porci, e terroristi, poi li fanno mantenere agli altri, a quelli che non li vogliono. Sarebbe ora di smetterla con questa storia ipocrita.

bobots1

Dom, 11/06/2017 - 18:24

Non potevano andarsi a sposare in Africa? Tutti contenti...noi, loro e gli invitati, che non avrebbero avuto la necessità di fare il viaggio.

Italiano-

Dom, 11/06/2017 - 18:26

È "nu quadro e luntananza".

lawless

Dom, 11/06/2017 - 18:34

il mondo è bello perché vario, ognuno ha le proprie preferenze loro hanno invitato gli stranieri affermando che "li conoscono molto bene" e se poi ci mettiamo che fare l'ambulante a napoli devi "essere qualcuno" i conti tornano. Auguri

Ritratto di zanzaratigre

Anonimo (non verificato)

hornblower

Dom, 11/06/2017 - 19:05

Viaggio di nozze in Africa??? Ma che ci restino, invece di fare i razzisti con gli italiani.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 11/06/2017 - 19:08

indiscutibilmente, vedendo queste cose, i musulmani pensano che siamo (quasi) tutti imbecilli....

hornblower

Dom, 11/06/2017 - 19:10

Mi puzza questa storia del padre ambulante che vuole aiutare i ragazzi africani che non pagano le tasse e gli fanno concorrenza sleale.

Daniele Milan

Dom, 11/06/2017 - 19:14

Di sicuro due zecche rosse che a casa loro non ne vorranno nemmeno uno!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 11/06/2017 - 20:11

E perché non invitare anche tutti quei napoletani che vivono di espedienti ai margini della società? Lo vedete che razzisti siete voi e pure della peggior specie; i vostri fratelli napoletani contano meno degli africani?

Ritratto di makko55

makko55

Dom, 11/06/2017 - 20:20

Auguri e figli negri !

giove4

Dom, 11/06/2017 - 20:41

Non si può non essere razzisti. Sempre e comunque. E' da ipocriti sostenere il contrario. La loro iniziativa è da razzisti, l'essersi scelti (due bianchi e non negri) è da razzisti. C'è poi l'aggravante che si sentono superiori ai questi supposti disgraziati. Tanti auguri e figli ... come li desiderate

piazzapulita52

Dom, 11/06/2017 - 20:51

Davvero un'idea geniale!

Anonimo (non verificato)

Totonno58

Dom, 11/06/2017 - 21:35

Che carini!

Ritratto di WannaCry.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di laghee100

laghee100

Dom, 11/06/2017 - 21:54

.... e magari concederanno loro anche lo "ius primae noctis" !

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 11/06/2017 - 22:29

Al loro matrimonio possono invitare chi gli pare.... i commenti invece all'articolo sono desolanti...

ziobeppe1951

Dom, 11/06/2017 - 22:50

Nahum...anche tu evasore fiscale?

Tarantasio

Dom, 11/06/2017 - 23:31

... mortadella per tutti, e nu caffè o vibrione...

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 12/06/2017 - 07:46

Iniziativa del padre della sposa che fa l'ambulante... ABUSIVO anche lui come gli invitati? Vigliacca miseria da Napoli mai qualcosa che non sappia di tarocco.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 12/06/2017 - 07:56

I falsi antirazzisti, quelli che non inviterebbero mai un napoletano bisognoso, neppure quell iche conoscono e salutano. Ipocrisia allo stato puro. Sicuramente sinistrorsi, lo fanno per apparire, altrimenti farebbero quello che ho detto pocanzi.