Napoli, raid armato contro centro scommesse: ferito un 13enne

Il raid a Forcella. Colpito allo zigomo da una scheggia, il 13enne è stato condotto in ospedale e subito dimesso. Indaga la polizia

Almeno sei i colpi d’arma da fuoco esplosi contro un centro scommesse situato in via Pietro Colletta, nella zona di Forcella. Un 13enne, figlio del titolare, è stato colpito da una scheggia: lievemente ferito allo zigomo, è stato condotto al pronto soccorso dell’ospedale Loreto Mare ed è stato dimesso dopo poco. Ancora non erano le 21, ieri. L'agenzia di scommesse era affollata, in occasione della partita di Champion's League. Nella zona del centro antico di Napoli ancora brulicante di gente, da uno scooter è partita la scarica di proiettili.

Sul posto dell’agguato sono accorsi gli agenti della Polizia di Stato, che hanno eseguito i rilievi. Indaga la Squadra Mobile della Questura di Napoli. Probabile che l'azione avesse scopo intimidatorio o che i sicari mirassero a un soggetto vicino a un clan di camorra della zona, queste sono alcune delle ipotesi al vaglio degli inquirenti. Solo un paio di settimane fa in via Vicaria Vecchia, a poche centinaia di metri di distanza, durante una “stesa” una donna rimase ferita per errore mentre era affacciata al balcone di casa, nella stessa strada dove nel 2004 fu ammazzata per sbaglio la 16enne Annalisa Durante

Commenti

buri

Gio, 20/09/2018 - 09:31

che bel quartiere, meglio traslocare in fretta se possibile