Narni, furto di 2600 euro in Comune: preso dipendente pubblico

Indagine lampo dei carabinieri, 35enne incastrato dalla videosorveglianza e denunciato: ora rischia il licenziamento

Furto in Comune a Narni: 2600 euro spariscono dalla cassaforte. Ma il 35enne dipendente pubblico, incastrato dalle telecamere di videosorveglianza, denunciato dai carabinieri, ora rischia il licenziamento. Secondo quanto riportato da CityJournal l'uomo ha restituito il bottino e la chiave della cassaforte. L'assessore comunale alla sicurezza, Silvia Bernardini, spiega che "grazie al sistema di video sorveglianza interno che è stato possibile accelerare le indagini e rintracciare il responsabile".

E ancora: "Il furto – spiega la Bernardini – è stato scoperto martedì scorso, quando il personale dell’ufficio economato, durante la verifica giornaliera e grazie soprattutto alla professionalità che lo contraddistingue, appurava che all’interno della cassaforte vi era un ammanco di circa 2mila e 600 euro".

I dipendenti del Comune di Narni, racconta ancora l’assessore, "si sono immediatamente rivolti ai carabinieri della stazione di Narni Centro denunciando il fatto e facendo partire le indagini durante le quali i militari dell’Arma, avvalendosi della collaborazione di tutto il personale dipendente del Comune, che a vario titolo poteva essere informato sui fatti ed incrociando i dati con la visione delle registrazioni delle telecamere del sistema di sorveglianza recentemente attivato, hanno permesso di individuare con notevole rapidità l’autore del furto".

L’assessore Bernardini riferisce poi che i carabinieri hanno immediatamente individuato l’impiegato responsabile, il quale, dopo un colloquio, ha ammesso spontaneamente il reato restituendo la chiave utilizzata e la somma di denaro prelevata. "Voglio ringraziare – conclude Silvia Bernardini – sia il personale dipendente che collaborando attivamente con i militari dell’Arma ha permesso di risolvere il caso in così poco tempo, sia i carabinieri di Narni Centro per l’eccellente lavoro svolto".