Brindisi, trovati in spiaggia 14 chili di marijuana

La droga potrebbe provenire dall'Albania

Un insolito ritrovamento nel Brindisino. A Carovigno i carabinieri hanno trovato 14 chili di marijuana spiaggiati. È accaduto nella zona di Punta Penna Grossa, nell’oasi di Torre Guaceto, in provincia di Brindisi. La sostanza stupefacente era sigillata in un involucro di cellophane. Ora la droga è stata sottoposta a sequestro. I militari stanno, inoltre, portando avanti le indagini per capire a chi fosse indirizzato quell'involucro e da chi provenisse.

L'involucro è stato scoperto per caso, durante il servizio di perlustrazione della costa. La prima ipotesi è che il pacco provenga dall'Albania. Già in passato, infatti, sono stati sequestrati stupefacenti provenienti dai Balcani che arrivavano sulle coste brindisine con i trafficanti internazionali. Come si legge sul quotidiano locale "Brindisi Report", proprio pochi giorni fa la guardia di finanza di Lecce ha arrestato sei brindisini che avrebbero fornito supporto logistico ad un’organizzazione criminale albanese dedita al trasporto di marijuana, cocaina ed eroina.