Nel quartiere "rosso" di Bologna, i cittadini esasperati organizzano le ronde

Alla Bolognina i commercianti e i cittadini si organizzano per le ronde notturne. Il sindaco frena: "sono indegne per una città civile come Bologna". Ma intanto furti e spaccate notturne si moltiplicano nel quartiere, preda degli spacciatori e del degrado

Cittadini che si uniscono per presidiare le strade dei quartieri quando l’insicurezza è troppa e le forze dell’ordine non riescono a rispondere alle esigenze del territorio: sono le famose ronde, considerate un cavallo di battaglia leghista e della destra in generale. Che però oggi vengono considerate una risposta alla criminalità anche nei feudi della sinistra, come Bologna.

Nel quartiere della Bolognina, infatti, quello reso celebre per la famosa "svolta dell’89", annunciata dall’allora segretario del PCI, Achille Occhetto, oggi cittadini e negozianti hanno deciso di unirsi per vigilare sul quartiere, esasperati da spaccio, rapine, furti e serrande dei negozi spaccate di notte. Reati che nel 2015 hanno portato a 131 arresti, 354 denunce e 8 mila soggetti identificati. Numeri che hanno spinto l’amministrazione comunale a pensare di schierare addirittura l’esercito.

Grazie a queste cifre inquietanti, infatti, ormai il quartiere è noto più che per i comizi di Occhetto, per le rapine e le aggressioni. Nel 2013 proprio qui un meccanico rimase ucciso nel tentativo di fermare un ladro intento a rubare dall’officina del figlio, e alla fine di gennaio una pizzeria era stata data alle fiamme sotto gli occhi del proprietario che ha visto bruciare la sua attività fino alle 11 della mattina seguente. E chi negli anni ha organizzato manifestazioni contro lo spaccio e il degrado, come il presidente del quartiere Daniele Ara del Partito Democratico, nel 2013, si è preso pure le contestazioni dei centri sociali, con tanto di lancio di uova.

Sebbene l'arresto nei giorni scorsi di un tunisino ritenuto responsabile di una serie di furti lasci pensare che all'opera nel quartiere non ci siano bande criminali ma solo singoli delinquenti, dopo l’ennesimo episodio di violenza i negozianti del quartiere hanno deciso di discutere oggi la creazione del “gruppo di controllo notturno”. Un'associazione di cittadini che si occuperà di pattugliare il quartiere con ronde notturne, a piedi o in macchina, dalle 23 alle 5 di mattina, con lo scopo di segnalare alle forze dell’ordine la presenza di malintenzionati.

Ma l’amministrazione del comune, a guida PD, ha subito premuto il freno sull’iniziativa. L’assessore alla Sicurezza, Riccardo Malagoli ha infatti sconfessato i negozianti dichiarando al Corriere della Sera che “le ronde non servono” e che non sono la risposta al degrado nel quartiere perché, secondo l’assessore “intralciano il lavoro delle forze dell' ordine e possono esporre a pericoli o protagonismi di cui non si sente il bisogno”. Il prefetto, Ennio Mario Sodano, ha invece aperto alla proposta dei commercianti chiedendo però che l’iniziativa si svolga nella “legalità”, ovvero entro i dettami stabiliti dal decreto Maroni del 2009. I partecipanti, insomma, si registrino in un albo specificando modalità e prassi degli interventi sul territorio e l’iniziativa risulterà così entro i confini della legge vigente, come accade con le associazioni di vigilantes.

Ma il sindaco, Virginio Merola, ha tuonato contro il prefetto esortandolo a vietare tout court l’iniziativa dei commercianti. Le ronde, secondo il sindaco del PD sono “una cosa indegna per una città civile come Bologna". “C'è un forte impiego di forze di polizia, la situazione sta migliorando e bisogna continuare negli interventi” ha proseguito il primo cittadino, concludendo che bisognerebbe “evitare queste sceneggiate indegne di una città come Bologna” e ribadendo che “da parte del Comune ci sarà una ferma contrarietà ad ogni parola che assomigli a ronda".

Intanto nel quartiere “rosso” cresce l’insofferenza. Un’insofferenza che ha spinto alcune settimane fa un gruppo di italiani a lanciare un ”raid punitivo” contro un gruppo di spacciatori africani, e che adesso porta i commercianti ad organizzarsi con la vigilanza fai-da-te.

Annunci
Commenti

maurizio50

Mer, 10/02/2016 - 16:25

Cari cittadini di Bologna! Tutta la mia comprensione. Tuttavia la prossima volta, prima di votare, come fate da settant'anni,per la sinistra, pensateci un po' su. In questo una qualche colpa l'avete pure voi!!!

freevoice3

Mer, 10/02/2016 - 16:26

Questo è il risultato del compagno Merola tanto apprezzato dai rossi. Il suo lassismo ha prodotto una città invivibile. Scippi, spaccate, furti, rapine e aggressioni sono all'ordine del giorno, compiute principalmente da clandestini che "lui" ha sempre protetto.

ziobeppe1951

Mer, 10/02/2016 - 16:26

Azzzz....hai capito il kkkompagno Merolone, le ronde sono indegne x una città "civile" come Bologna, ma non s'indigna x furti, spaccio e rapine delle nostre risorse...l'ho sempre detto che trovare un PiDiota kkkomunista, democratico e intelligente è impossibile

bobo1943

Mer, 10/02/2016 - 16:31

i cittadini non ascoltano più la politica, sono stanchi del continuo blaterare e del non fare, hanno pienamente ragione

jeanlage

Mer, 10/02/2016 - 16:34

Bravo Merola. Sta facendo la campagna elettorale per Salvini.

paolo b

Mer, 10/02/2016 - 16:37

è ovvio che sindaco e politicanti vari del pd siano fortemente contrari al fatto che cittadini esasperati si organizzino in ronde per presidiare il territorio, ciò certifica il loro fallimento, spero solo che alle prossime elezioni i cittadini si ricordino di questo prima di votarli, magari preferendo salvini che almeno si preoccupa di loro. signor sindaco potrebbe comunque inviare di notte un paio di pattuglie di vigili urbani a gironzolare per il quartiere !!!! ma non è sicuramente fattibile in quanto a quell'ora non ci sono molte occasioni per fare contravvenzioni, che è l'unica cosa che interessa loro, e oltre a tutto rischierebbero di prendersi pure qualche coltellata o peggio.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 10/02/2016 - 16:49

Sono le RONDE MORTADELLIANE,prima o poi anche i COCOMERIOTAS S'INCASSANO!!!lol lol Pax vobiscum.

Libertà75

Mer, 10/02/2016 - 16:54

kompagni razzisti che manifestano contro le risorse internazionali... VERGOGNATEVI e via a correre a rinnovare la tessera, per voi prezzo doppio quest'anno!!!

terminverpier

Mer, 10/02/2016 - 16:54

sindaco Merola : un nome una garanzia, bravo il prefetto e bravissimi i bolognesi

27Adriano

Mer, 10/02/2016 - 16:58

Hai ragione, sindaco. Le ronde sarebbero indegne in un paese civile e democratico.. Ma siccome a Bologna come in altre città democraticamente governate regna la "criminalità democratica" favorita e foraggiata dalle istituzioni democratiche, i cittadini esasperati (anche dalle democratiche sentenze di Magistratura Democratica verso gli "amici ed elettori") hanno saggiamente pensato di organizzarsi. Probabilmente si sono accorti che le "cose" democratiche stanno facendo me@@a da tutte le parti!

Libertà75

Mer, 10/02/2016 - 16:59

Ecco Virginio Merola del PD che si permette di mancare di rispetto al Prefetto, palesemente afflitto da prefettofobia!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 10/02/2016 - 17:00

Be, ai bolognesi gli sta bene. Votano pd? Goditi la feccia. E zitto.

Fjr

Mer, 10/02/2016 - 17:11

Adesso che i bolognesi si sono accorti di vivere in Italia scoprono le ronde, nella bergamasca e in Valtellina ci sono da tempo , consiglio un po' di ripasso

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 10/02/2016 - 17:27

Vi sta bene,votate ROSSO,e continuate a martellarvi gli zebedei....

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mer, 10/02/2016 - 17:28

Semplice cari bolognesi. Non votate Pd alle prossime elezioni. Maandateli a casa e cosi ci ripensano sulle loro politiche buoniste.

venco

Mer, 10/02/2016 - 17:28

I clandestini vanno fermati e messi in campi chiusi, non hanno assolutamente diritto di circolare nel territorio, sono illegali e illegali sono le istituzioni che li lasciano liberi.

Massimo Bocci

Mer, 10/02/2016 - 17:31

Come non gli hanno fatto il corso accelerato dai loro esperi MONDIALI!! (in mangiatoie a sbafo!!!ONLUS-COOP)...by COMPAGNERO!!! ROM!!!, Su chi e dove in questo REGIME!!! Si andare deve andare a RUBARE e SBAFARE, e che solo gli Italiani sono per questo gli UNICI!!! Costituzionalmente PREPOSTI A ESSERE RAPINATI!!! e questo non da quando i TRUFFATORI ABITUALI hanno come prassi cambiato lo pseudonimo delle truffe.. PD, ma dal 47 quando i solito LADRI truffavano gli ITALIANI con uno degli altri nomi, ma con i soliti MEZZUCCI di LADRI, LADRI!!! Una stirpe con la quale hanno infestato il nostro misero paese da 47 e prima, questi OSPITI??? PAGATI!!! E bene che si diano un mossa qui si TURLUPINANO solo gli ITALIANI (veri), non ci vorrete togliere anche questa soddisfazione???.

Maura S.

Mer, 10/02/2016 - 17:40

Non sarebbe tempo di cambiare rotta? Sta a voi cittadini di Bologna mandare i komunisti fuori dai zebedei. Non vedo altra soluzione.

giseppe48

Mer, 10/02/2016 - 17:51

Stenosi hai ragione .come li chiamava Silvio ?lascio a voi il giudizio

Blueray

Mer, 10/02/2016 - 17:55

La sx è seeeeeeempre in prima linea per la tutela della sicurezza dei cittadini e per il controllo del territorio. Vabbè, tutto grasso che cola per i partiti di dx.

risorgimento2015

Mer, 10/02/2016 - 18:00

Merola ...sindaco traditore dei suoi cittadini...bolognesi ricordatevene quando ci sara la svolta!

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mer, 10/02/2016 - 18:41

I sindacati una volta dicevano: "piove governo ladro". Adesso ti entrano in casa, ti violentano e loro non dicono niente? Non e' colpa del governvo? Ah, certo, governano loro.

killkoms

Mer, 10/02/2016 - 22:01

votate sempre a sinistra,senza se e senza ma,e lo prenderete sempre a quel posto,con l'obbligo di godere pure..!