Nel Tarantino, marocchino chiede l'elemosina e ruba Iphone 8 a 13enne

L'immigrato dopo aver rapinato il ragazzino si è nascosto nella fitta vegetazione a ridosso della gravina, ma è stato trovato grazie al gps dello smartphone

Si chiama Guermellou Hamza il marocchino 28enne che ha finto di chiedere l'elemosina per rapinare un ragazzino di 13 anni. È accaduto a Massafra, un Comune in provincia di Taranto.
Il giovane, dopo essersi avvicinato con una mossa fulminea, si è impossessato del telefono cellulare, un Iphone 8, che il ragazzino aveva tra le mani mentre era con gli amici. Il malvivente si è subito dato alla fuga a piedi mentre veniva inseguito dal gruppetto di amici tra cui la vittima a cui il malfattore, nel tentativo di divincolarsi, ha sferrato un pugno sulla testa.

Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri che in poco tempo hanno trovavo Hamza grazie al segnale gps del telefono della vittima. Il marocchino si era nascosto nella fitta vegetazione a ridosso di una gravina nella periferia della città. L'Iphone 8 è stato poi ridato al 13enne. Il 28enne, invece, al termine delle formalità di rito, è stato arrestato e, su disposizione del pm di turno, è stato portato nel carcere di Taranto.